Jump to content

Recommended Posts

  • Replies 56
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Popular Posts

Varese su quel piazzale sul  lungolago camminando per 90 minuti 

diciamo che anche se non l'ho visto e vissuto, questo video qualche lacrimuccia me l'ha tirata fuori 

Posted Images

si però guardiamocelo in silenzio, senza commenti, l'ultima cosa al mondo che vorrei sarebbe di sembrare qualche nostalgico di casa nostra ......  è un ricordo tutto nostro, di un qualcosa che, a differenza di altri, abbiamo visto e vissuto, teniamocelo tutto per noi

Link to post
Share on other sites

Lo Scudetto 1990/91 va in piazza, nel cuore di Genova, in mezzo ai sampdoriani. Domani, mercoledì 19 maggio 2021, a trent’anni esatti dall’indimenticabile giornata di Sampdoria-Lecce, il trofeo più scintillante della bacheca del club di Corte Lambruschini lascerà le mensole della sede per fare bella mostra in piazza De Ferrari. Per tutto il giorno, dalle 10.00 alle 20.00, verrà allestito un palco a tinte blucerchiate, dove i tifosi potranno accedere liberamente e scattarsi una memorabile foto-ricordo con la coppa. Un selfie indimenticabile da conservare nella propria galleria.

Social. Oltre all’iniziativa per le strade della città, sono diverse le attività pensate dalla società per i tifosi doriani. #LaNostraFavola – questo l’hashtag simbolo dell’impresa compiuta dai campioni della Sampd’Oro di Paolo Mantovani – continua anche sui social. Non solo su Twitter, dove è stata attivata un’importante partnership in memoria del campionato più bello di sempre: anche su Facebook sono infatti tantissimi i post in agenda. Fin dalla mattinata sarà possibile accedere a contenuti esclusivi e personalizzare la propria immagine del profilo con un ‘motivo’ speciale. Per la prima volta assoluta, debutterà poi su Instagram un filtro a tinte blucerchiate per rendere uniche le proprie storie.

OneFootball. Per tornare indietro nel tempo ed estrarre dall’archivio il meglio di quella stagione abbiamo anche lavorato insieme con OneFootball | Dugout. Sulla celebre app calcistica in questi giorni saranno infatti presenti finestre interamente dedicate all’era dei Gemelli del Gol. Si parte con una cronistoria del campionato, continuando con gol parade e speciali di ogni genere. Tutto semplicemente a portata di mano.

Cronache. La Sampdoria ha pensato poi ad un altro grande regalo per tutti quelli che hanno a cuore i nostri colori, realizzando – grazie alla collaborazione con Cronache di Spogliatoio – un documentario che ripercorre la straordinaria epopea di quella squadra che conquistò il traguardo più ambito del calcio italiano. Il racconto, affidato alla voce di Giulio Incagli, riprende le testimonianze di chi ha seguito da vicino la nascita di quel formidabile gruppo, in una narrazione che lascia a bocca aperta. La giovanissima troupe di Cronache ci riporta all’epoca dell’ultima grande fiaba calcistica della Serie A, in un’emozionante docu che cerca di spiegare anche ai più giovani che cosa abbia rappresentato per tutti noi quella magica Samp. Ma le sorprese non sono finite qui…

Link to post
Share on other sites
Il 14/5/2021 at 19:12, Erreci dice:

si però guardiamocelo in silenzio, senza commenti, l'ultima cosa al mondo che vorrei sarebbe di sembrare qualche nostalgico di casa nostra ......  è un ricordo tutto nostro, di un qualcosa che, a differenza di altri, abbiamo visto e vissuto, teniamocelo tutto per noi

è esattamente il motivo per il quale sono estremamente orgoglioso di emozionarmi molto di più ai gol di Gastaldello contro il Varese che per quelli di Vialli col Lecce.

Non l'ho visto, purtroppo, e manco l'ho vissuto 

Link to post
Share on other sites
Posted (edited)
38 minuti fa, Gianla dice:

è esattamente il motivo per il quale sono estremamente orgoglioso di emozionarmi molto di più ai gol di Gastaldello contro il Varese che per quelli di Vialli col Lecce.

Non l'ho visto, purtroppo, e manco l'ho vissuto 

Infatti il problema delle merde è che tutti si emozionano, scrivono peana ed organizzano celebrazioni pompose per qualcosa di cui nessuno ha,  non solo memoria personale,  ma neppure memoria surrogata da documenti visivi.

Io almeno mi emoziono per cose che quando succedevano ero lì schiacciato in mezzo a mille altri ad osservarle, a viverle.

Edited by cillo2461
  • Like 3
Link to post
Share on other sites

Ogni volta che penso a quel periodo mi dico quanto sono stata fortunata ad essere stata adolescente in quegli anni perché l'ho vissuto come bisognerebbe viverlo, come una gioia pura e senza pensieri. 

Più recentemente le emozioni più intense sono state l'annata del ritorno in serie a con Novellino, la Finale di Roma e ovviamente Varese.

Ma tutte queste emozioni sono state ancora più belle perché ero lì. 

 

  • Like 1
  • Thanks 1
Link to post
Share on other sites

 

17 ore fa, Claire dice:

 

Più recentemente le emozioni più intense sono state l'annata del ritorno in serie a con Novellino, la Finale di Roma e ovviamente Varese.

 

 

Per me Samp Cagliari del ritorno in A e piazzale Kennedy col Varese (per me due "trasferte" a Genova fatte con tutta la famiglia al seguito) e purtroppo il werder (dentro di me so che non è stata l'ultima occasione).

  • Thanks 1
Link to post
Share on other sites

Una vittoria anche della città di Genova, soprattutto?

No no

Esclusivamente una vittoria della Sampdoria

Grazie

 

Leggasi

La pianti di dire cretinate?

Grazie

 

Paolo Mantovani, unico

Link to post
Share on other sites

Io comunque sono tornato a casa alle otto di mattina dopo Sampdoria Cagliari  

E sono andato subito a casa dopo Samp Lecce, col pensiero di andare dai due grazie ai quali sono Sampdoriano dalla nascita, mio padre e mio nonno

Che vi devo dire, sono sempre stato strano 

  • Like 3
Link to post
Share on other sites
1 ora fa, Erreci dice:

Varese su quel piazzale sul  lungolago camminando per 90 minuti 

Più di 90 minuti a dire il vero....

Mia moglie sostiene che sia la cosa più idiota che io abbia mai fatto eppure, ripetendosi quelle circostanze, la rifarei mille volte.

  • Like 4
  • Thanks 1
Link to post
Share on other sites

Personalmente ero ancora piccolo per rendermi conto di quello che stava succedendo: mi sarebbe piaciuto vivere un'esperienza così in modo più consapevole, partecipare di più.

Ho ricordi molto più vividi della promozione con Novellino, vista dalla Sud dopo anni sportivamente difficili ma vissuti senza Sandorioti nei paraggi, dei successivi piazzamenti UEFA (con annesse pessime figure in Europa), della Champions e della rinascita con mister Iachini culminata nella notte di Varese.

E adesso siamo noni, come sempre sopra quelli là.

Avanti mainae

Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.


×
×
  • Create New...