Jump to content

Leaderboard

Popular Content

Showing content with the highest reputation since 07/03/2021 in all areas

  1. Penso che a molti sia scesa qualche lacrima, tranne ovviamente ai duri e puri ..... che no sanno cosa si perdono ad emozionarsi consiglio per i duri e puri: contestualizzate la partecipazione di Vialli a questa avventura europea, contestualizzatela con questa vittoria e quella sconfitta e con quello che ha passato e sta vivendo Vialli e poi guardate quell'abbraccio con lacrime ..... magari chissà una lacrima vi spunta pure a voi se non vi spunta vi state perdendo il bello del calcio
    14 points
  2. Caro Labbrodinovisad posso capire il tuo astio e la difesa della tua idea di Sampdoria, ma ti posso assicurare, giurare se vuoi, che per quanto riguarda Enrico Mantovani il perdono, p meglio la comprensione e la giustificazione che ne consegue,era già avvenuto nel lontano 2001. Enrico, posso chiamarlo ancora così amichevolmente anche son decenni che non lo vedo, disse a me e al fondatore di questo spettabile Foro poi o meno cosi che "Roberto è un bravo ragazzo, un generoso,istintivo e ingenuo, non dovete odiarlo, lui è veramente Sampdoriani, questa maglia ce l'ha nel cuore " Eravamo in via Berno, tutti quanti lì riuniti perché sapevamo che sarebbe venuto il Presidente, quando ci disse quelle parole erano presenti anche altri, due o tre, qualcuno forse che vedi ancora allo stadio. Ps: il Presidente era venuto a ringraziarci per tutto quanto fatto nel periodo della contestazione. Eh sì ancora una volta avevamo deciso di stare dalla parte della Sampdoria nell'unico modo in cui ne siamo (forse meglio dire ne sono) capaci
    10 points
  3. Aveva detto andandosene: "Un giorno parlerò" facendo presagire scottanti rivelazioni e polemiche rivendicazioni. E poi era stato zitto. Ha parlato finalmente nella notte del SUO trionfo avendo la Nazione ai suoi piedi , ha elegantemente evitato di ricordare a qualche suo tardo estimatore d'essere stato martorizzato come giocatore della Samp, per 15 anni, con giudizi quali "immaturo", "bizzoso", "promessa mai mantenuta" (salvo essere celebrato nei suoi 3 anni alla Lazio come uno dei massimi artisti del calcio). Ha usato le parole del ricordo (e dell'implicita riconoscenza). Per me dovrebbe finire qua. Roberto Mancini è un gigante nella storia della nostra Sampdoria, anche dal freddo esame dei dati statistici. Non so perchè, ma dopo decenni (complice forse lo staff che aveva voluto intorno a sè) nel corso di questo campionato, ho ripreso a seguirlo con affetto, ho voglia di continuare a farlo. Stiamo diventando tutti vecchi, loro giocatori e noi spettatori di un tempo...e fragili. Come dimostrano le recenti vicende dell'adorato LV9 ❤️ e l'abbraccio straziante fra i "gemelli" della scorsa notte. 25 anni fa la ragione non era equamente divisa, ma dopo tanti anni è assolutamente sterile disquisire. Per me, Roberto è tornato a casa.
    9 points
  4. Volalozar è molto granitico, dogmatico, direi molto cattolico. Amintore, che appunto si chiama Amintore è molto democristiano e pure saggio. Io non ho vissuto le esperienze del giovanissimo Amintore o meglio le ho vissute in epoche in cui ancora non c'era nessuno ancora di così grande da dover essere odiato e quindi mi sono evitato almeno quel tipo di indottrinamenti. All'epoca in cui accaddero i fatti a cui si allude ero già sufficientemente adulto e fuori dai giochi per poter provare sentimenti in autonomia e sulla base di ciò che potevo vedere,capire,sentire. Per cui non l'ho mai odiato , l'odio se mai riuscissi a provarlo lo userei per cose più definitive, ma sicuramente ero molto molto incazzato, molto molto deluso. Perchè quello che era stato un lungo magnifico sogno stava finendo e quello che sentivo era che stava finendo per colpa sua. Vedevo il mio simbolo, l'eroe di tante vittorie , voltare le spalle , arrendersi , tradire l'erede di Paolo Mantovani. Era come se ci fosse stato un patto di sangue e questo patto fosse stato rinnegato. Poi gli anni passano, le incazzature si stemperano, certi dettagli si dimenticano e certe prospettive mai considerate fanno capolino a dare , se non una giustificazione a certe azioni, almeno una spiegazione logica, umana. Per cui poco a poco mi sono ritrovato a ricordare più nitidamente le gioie di quella epopea calcistica che non le miserie che ne accompagnarono la fine. E di quella epopea i due condottieri erano stati Luca Vialli e Bobby Goal e tali rimarranno per me per sempre. Ps. quando li ho visti piangere ed abbracciarsi, mi vergogno un pò, ma ho pianto anch'io.
    9 points
  5. Personalmente l'avevo già perdonato con la chiamata di Gianluca Vialli nella delegazione della Nazionale: un gesto che denota una grande sensibilità e l'umanità di un vero Uomo oltreche di un vero amico. L'abbraccio con lacrime di ieri sera e poi le parole in conferenza stampa ne sono una conferma. Per me è Bobbygol
    9 points
  6. VID-20210712-WA0020.mp4 VID-20210712-WA0020.mp4 Queste parole di Mancini non erano scontate e sinceramente mi hanno fatto piacere Grazie, nonostante tutto.
    9 points
  7. Che poi un magnate ammerikano è finito in b un altro si ritroverà con Tiago Mottaallenatore un altro è finito dietro a noi due anni di fila e si venderà il suo pezzo migliore, poi c'è un cinese che ha appena vinto il campionato e ha annunciato che.... venderà qualche pezzo di pregio .....Belin ma cosa vi credete che via Ferrero torna Paolo Mantovani dall'aldilá? SVEGLIAAAAAA
    8 points
  8. Devo scrivere qualcosa che mi ronza nella testa e la scrivo qua perché è un trending topic 🦊, ma sarò breve perché devo allattare e tutte quelle storie lì. Ps: se me la cancelli, caro La Bro Dino Visad, vecchio balordo che non sei altro, la metto nel topic Roberto Mancini, ammesso esista 😍 Pps: se me la cancelli anche là, no problem: la cacci su Facebook e ti faccio suca con due mani: Dunque: noi, Roberto Mancini, noi tifosi della Sampdoria, l'abbiamo odiato, poi l'abbiamo amato, poi l'abbiamo amato e odiato gli uni contro gli altri. L'ho scritto qualche volta non so dove: quando ho iniziato ad andare allo stadio, bambino piccolo, Gianluca Vialli aveva appena lasciato Genova per Torino; si potrebbe dire che non lo conosco. invece, ah, Roberto Mancini l'ho amato alla follia finché l'ho visto giocare coi nostri colori, e anche dopo. Palla a lui, palla in cassaforte, ecco lì. Come toccava la palla, come correva, una classe che non aveva nessuno e non ha avuto più nessuno (perché quel calcio là non esiste più, è tutto più veloce, più fisico; un altro gioco). Flachi, Cassano, Eto'o: macché. Niente a che fare. Qui è stato un Dio del calcio. Ha portato la Sampdoria, per me lui più di tutti gli altri calciatori, e certo grazie a Paolo Mantovani, dove i sampdoriani mai avrebbero immaginare. Bene, ieri su Sky un somaro col fiocco (tal Paolo Condò mi pare) ha posto a Roberto tutta una domanda arzigogolata, in cui gli chiedeva se lui, che da giovane era avventato, "divisivo" ha detto (e c'è senz'altro del vero), come si sente oggi a rappresentare una Nazionale che ha unito tutti. Roberto lo ha giustamente liquidato, laconico: "da ragazzi si fanno le cazzate ed è anche giusto farle", ha detto in pratica, dieci secondi di risposta. Verità verità, di cui tenere sempre conto anche alla luce del vecchio aneddoto di Erreci sul giudizio pronunciato da Enrico in via Berno (sì, Roberto andò via che aveva 35 anni; tuttavia mi pare che il discorso valga). L'abbiamo tanto amato, Roberto, e poi, d'improvviso (parlo per me, inconsapevole) l'apocalisse. Mio nonno fu subito e sempre coi Mantovani; mio padre invece mi portò al Mancio Day, tanto per dire, e con mio gran giubilo. E invece poi l'abbiamo odiato. L'abbiamo odiato perché ci spiegavano, pluri-laureati all'Università della Vita a noi, quindicenni, tra il dico e il non dico, che dovevamo odiarlo. Che per far parte "veramente" di un qualcosa, Roberto lo dovevamo odiare. Sì, certo, potevi anche non odiarlo: libero, a patto di non dirlo e di non rompere troppo i coglioni; ma se volevi davvero sentirti parte, "dentro", dovevi odiarlo senza tante discussioni. E se, per caso, il caso ci avesse fatto capitare al piano di sotto, anziché al piano di sopra, l'avremmo dovuto senza dubbio amare; continuare ad amare, anzi, e amare più di prima. Era il tempo che ci si odiava tra sampdoriani e, di nuovo, si insegnava alle nuove leve ad odiare: odiare gli altri tifosi, certo (determinati altri tifosi), ma odiare anche gli altri sampdoriani. Ci insegnavano così: vieni, bevi una birra, tieni. Hai sedici anni? Bevi una birra. Vieni, facciamo lo striscione. Scontravamo la birra col piedi rovesciandola sullo striscione. Sganassone da farti tremare le orecchie. Poi ci riprendevamo e lo sganassatore ci sorrideva: "Attento", ci diceva. Ci insegnavano così. Più schiaffi prendevamo, più crescevamo. Più forti li prendevamo, più presto avremmo imparato e saremmo cresciuti. Ma ci credevano, eh, quest'insegnanti, e ci credono ancora. E ci credevamo noi studenti. Era una scuola: la "mentalità". Ma c'è ancora adesso: gli alunni sono cresciuti e oggi insegnano. E continuano a spiegare, a spiegare come ci si deve comportare, a quel modo lì. E' questa, pensandoci bene, una forma particolare di pedofilia che porta questi bei pezzi di insegnanti col diploma a provare soddisfazione nell'avere uno, che potrebbe quasi essere loro figlio, a disposizione, più o meno completa; a cui "spiegare", "insegnare", a quel modo lì. Okay, questa sembra una parentesi che non c'entra ma invece c'entra. C'entra perché arrivammo pensando che contasse solo la Sampdoria: una volta dentro non contava più. Urlavamo e strepitavamo che contava solo la Sampdoria, ma ovviamente non contava più; era un pretesto. Combattemmo battaglie di cui a malapena conoscevamo l'origine. Battaglie di pochissimi contro pochissimi, battaglie personali e strumentali condotte da noti personaggi di cui mi rifiuto di pronunciare i cognomi, sia che si tratti di Tirotin o che si tratti di Bosotta, per privacy e par condicio. E perciò arrivammo che amavamo Roberto e poi di colpo odiavamo Roberto, a prescindere dai fatti che ora qui non interessano nemmeno più (a chi gliene frega mai poi dei fatti?). E poi passarono gli anni e, chi volle, per grazia divina, poté aprire un po' gli occhi, dopo aver conosciuto tutto quel che c'era da conoscere. Li abbiamo conosciuti da vicino, i capi dei capi che c'insegnarono a odiare Roberto: uomini e donne rancorosi e rancorose, capostipiti degli schiaffoni pedagogici, che hanno usato, usato lo scrivo due volte, anzi lo scrivo tre: usato la Sampdoria per scopi personali, che non si capisce come facciano a campare con un fegato gonfio a quel modo lì. Che tenerezza. Chissà come l'hanno vissuto, questo trionfo italiano e blucerchiato? Spero -per loro- bene; finalmente bene, sereni. Anche se, verso di loro, una punta di fastidio resta: averci fatto odiare Roberto per tanti anni, a prescindere dai dati di fatto; come atto di fede. Dati di fatto che pure c'erano, ma se persino Enrico lo perdonò, e sin dal 2001, chi siamo noi? - uno appena appena furbo dovrebbe chiedersi. E invece no, perché la guerra fu solo schiettamente personale e perché, in fin dei conti, "la Sampdoria siamo noi": per anni abbiamo preso per il culo i genoani, e quante, quante innumerevoli occasioni abbiamo per farlo? Questa no, perché quelli che "la Sampdoria siamo noi" ce li abbiamo in casa da sempre, dissimulanti, imbonitori, narratori, ma tali erano e sono. No, la Sampdoria è la Sampdoria e noi siamo solo i suoi tifosi. A noi sampdoriani, ieri sera, in diretta mondovisione, un altro sampdoriano, Mancini Roberto da Jesi, fuoriclasse oltre il mito, sampdoriano campione d'Europa a Wembley, a noi ha dedicato la vittoria. Ma che favola stupenda: stanotte, in sogno, l'ho raccontata a mio nonno. Purtroppo a un certo punto mi sono svegliato: vediamo stanotte come va a finire. Speriamo che lo perdoni anche lui: Roberto se lo merita. 🎵🎶🎵 e dai Roberto facci un altro gol 🎵🎶🎵
    7 points
  9. In quell'abbraccio con Gianluca c'eravamo tutti no,tutti quelli che quella sera avevamo pianto,ma questa volta erano lacrime di gioia GRAZIE ITALIA, GRAZIE SAMPDORIA VID-20210712-WA0004.mp4
    7 points
  10. La mia posizione sul Presidente la conoscete bene, visto che è ancora in home page. Aggiungo che avrei volentieri evitato che la Sampdoria finisse come parte rilevante in ben due piani di concordato, ma questa cosa obiettivamente fastidiosa - molto fastidiosa - dovrebbe tranquillizzare anche i più accaniti detrattori sul fatto che Ferrero ha il massimo interesse a preservarne il valore. Farà le cose bene, come ha sempre fatto da quando è Presidente, e se non ci riuscirà pagherà per primo le conseguenze dei suoi eventuali, ed umani, errori. Tra l'altro ha fondato la "Sampdoria Fica" (cit.), cosa che ai miei occhi gli dà un paio di anni di bonus totale. Alla fine dei conti, più dei concordati, resta molto più fastidioso leggere le fantasie di Parodi e di chi gli va dietro, dopo anni che non ne indovina una per sbaglio. Dicono che gli orologi rotti segnino l'ora giusta due volte al giorno: a Parodi non riesce neppure questo. Ma la marea pubblica di odio che viene fomentata in questo modo - e che resterà per sempre una vergogna che ci equipara, definitivamente, a quelli dell'altra sponda - non è colpa di Parodi e di quelli come lui, ma dei sampdoriani.
    7 points
  11. e questo sarebbe uno scemo? un misero burino? ehhhhh .... è un uomo dei nostri tempi, di questi tempi, di certo non può piacere uno così soprattutto a Genova, ma sa il fatto suo e sa come si gestisce una società di calcio e i risultati son lì a dimostrarlo Ebbelin ma ha fatto tutto Pecini,che poi prima di Pecini ci sono stati altri, ma Pecini Osti e compagnia chi cazzo li ha scelti e chi li ha convinti a lavorar per lui? Faccio outing: a me visto in tv infastidisce, tutto sommato preferirei ci fosse un altro al posto suo anche se non so chi e forse si cadrebbe dalla padella nella brace, ma ho un mio sistema per far si che non mi disturbi più di tanto: lo ignoro, se viene inquadrato dalla paytv abbasso lo sguardo, se è presente a qualche trasmissione tv cambio canale, insomma adotto la tattica dello struzzo che saranno pure abbelinati a stare col culo per aria e la testa sotto terra, ma son milioni di anni che sono al mondo e sono sopravvissuti alla scomparsa dei dinosauri
    7 points
  12. Ecco le parole di Francesca : Ho ringraziato Roberto per la dedica a mio papà. Quel gruppo trent’anni dopo dice più di qualsiasi altra considerazione
    6 points
  13. sara' che sono all'estero, e che i gesti ed i luoghi che una volta erano scontati sono rimasti - per me - delle rose nel cuore e nella memoria che io , a guisa del piccolo principe , provo a curare amorevolmente. Mi sono messo a piangere quando mi hanno mandato il video Di LV alla presentazione del libro , lui che saluta dalla balaustra, la mano ferma per secondi intensi come una vita vissuta. Poi e' arrivato il colpo di tacco di Mancini, cosi' lieve e assolutamente senza scomporsi come se avesse bevuto da una fontanella , lui che era alzato mentre dettava le posizioni da tenere in campo. L'abbraccio con Luca ai due gol contro l'Austria. Le sue parole " per vendicare quella serata ci sono ancora tre partite". Infine il pianto liberatorio con Luca, abbracciati come si abbracciarono i superstiti di quella squadra universitaria di rugby di Montevideo quando arrivarono gli elicotteri a portarli via da quel rifugio/prigione in mezzo alle Ande. Stamane mi arriva il video della conferenza dopopartita. Non sono stati momenti normali. Ho vissuto due mesi, anzi quasi tre, con le coronarie sull'ottovolante di una montagna russa di cui ricordavo il sapore come ventenne. Ecco, sara' che sono anche i miei ventanni lontani che ci si sono messi, ma alle parole del Mancio mi sono messo a piangere. In quel momento, dopo la partita , avrebbe potuto dire qualsiasi cosa, chiamare in causa chiunque . La domanda era molto precisa : non chiedeva una risposta di circostanza, ma una risposta personale. E lui , dopo aver deglutito, ha chiamato in causa Paolo Mantovani, ed ha offerto una parte di quella coppa appena vinta a tutti noi sampdoriani - per quella serata magica e maledetta; dove anch'io ero presente: Non sono state parole scontate, ed anche se sono convinto che nulla e nessuno ci possa ridare quella coppa dalle grandi orecchie appena sfiorata, sono convinto che quelle quattro frasi abbiano spalmato sul cuore , mio come credo di tutti noi, una sensazione di benessere e di pace. Un po' come se fossimo stati tutti quanti dei Frodo arrivati a Gran Burrone. E le lacrime non hanno più' avuto nessun argine. Ho pianto pure io. Ho respirato tanta Sampdoria, dello stile Sampdoria, della Famiglia Sampdoria , in questi tre mesi,. Una sensazione che non provavo da decenni, e che non e' fatta di trofei, ma di un modo di vivere e stare assieme . Quale migliore immagine poi quell'abbraccio per poter sentire e toccare L'amicizia vera e pura ? E le parole di Mancio mi hanno fatto capire come, davvero , alcuni amori non finiscano davvero mai. Come canta Venditti ....fanno dei giri immensi, e poi ritornano. Grazie Bobby Gol.
    6 points
  14. Ogni singola volta che passa quell'immagine. Ogni volta non riesco a parlare dal nodo in gola.
    6 points
  15. A me sta cosa che all'annuncio del nuovo allenatore si parta in quarta con : non convince - si va al risparmio - Ferrero campa solo grazie allo stipendio - Ferrero è pieno di debiti - tanto comunque deve vendere....... mi fa girare il cazzo. Mi sembra un bignami degli articoli di Parodi, una versione in prosa di Michieli a Primocanale. E che cazzo , cosa vi aspettavate ? Conte ? Pochettino ? No per saperlo perchè non oso immaginare cosa verrà fuori quando ci saranno le cessioni ( perchè ci saranno sapevatelo, sembra infatti che il solo stipendio non basti più a Ferrero) ed i conseguenti nuovi acquisti ( che vi preannuncio già non saranno Sterling o Sancho o Witzel o Doku). Bisogna imparare a comprendere la realtà, a farsi una ragione della nostra dimensione che non è dipendente da chi sia il nostro attuale proprietario, sarebbe la stessa con qualsiasi altro proprietario ammesso ce ne sia uno disposto ad accollarsi questo rompimento di coglioni, rappresentato in larga parte ahimè da noi tifosi. Una volta ho sentito dire, i presidenti facciano i presidenti ed i tifosi facciano i tifosi. E' semplice , so che a Genova c'è una tifoseria che "possiede" la squadra per cui tifa per noi non è così o almeno non è , finora, mai stato così. QUINDI QUESTA DISCUSSIONE SALUTA IL NUOVO MISTER E BASTA.
    6 points
  16. Povero Gigione Costa, ma forse ti confondi con Lollighetti ..... fu contestato pure Paolo Mantovani ai suoi inizi e pure, anche se sommessamente,e poi pochi giorni prima della sua morte per aver ceduto Lanna, poi fu contestato il figlio Enrico e fu sputazzata sua figlia, poi fu il turno di Riccardo Garrone - la corda che si spezza- e infine suo figlio Edoardo, sampdoriano di chiara fede ...... magari tra un vaso di geranei e l'altro fatti una domanda e datti una risposta
    5 points
  17. Bella bella la dedica di Florenzi a Vialli Abbiamo un esempio che ci dimostra ogni giorno come si deve vivere e comportare, é Gianluca Vialli, per noi è speciale".
    5 points
  18. GRAZIE VENDETTA FATTA WEMBLEY QUESTA VOLTA È NOSTRO FORZA DORIA Lacrime blucerchiate
    5 points
  19. Che poi, al di là dall'uomo e dei suoi atteggiamenti censurabili, sarebbe sufficiente attenersi ai fatti, ma tant'è è forte la tentazione di andar dietro a chi ti racconta ciò che vuoi ascoltare Adesso la butto li: la Società UC Sampdoria non ricordo che sia mai stata così ben gestita Alé l'ho detta e adesso so già l'effetto che avrà questa mia affermazione su taluni conoscenti
    4 points
  20. Ferrero e' una persona che effettivamente qualche motivo per starti sul cazzo te lo da' ma il motivo reale per cui sta sul cazzo a molti sampdoriani e che gli stessi lo considerano l'ostacolo tra loro e la gloria. Era lo stesso con i Garrone seppur con altri risvolti. Ce lo siamo detto tante volte. E' una tara che ci portiamo dietro dalla nostra eta' dell'oro
    4 points
  21. 40 anni suonati, tre figli... probabilmente è vero, invecchiando si rincoglionisce A volte mi capita ancora che lì per lì a qualcuno che mi fa incazzare vorrei mangiare il cuore, ma dopo cinque minuti è passata Roberto Mancini, Bobbygol (non lo dico né lo scrivo da quasi tre decenni) è stato qualcosa di unico nella mia infanzia, mai particolarmente simpatico ma calcisticamente di un altro pianeta Con Gianluca, lui sì umanamente un gigante già allora, formavano una coppia che definire da sogno è un eufemismo L'epilogo di quella storia lo conosciamo tutti, e capisco bene chi dice che certe cose non si possono dimenticare Vero, non vanno dimenticate.. vanno superate Perché siamo esseri umani, si può sbagliare, bisogna imparare a perdonare, e cercare anche nei comportamenti di chi ha sbagliato i segnali che quell'errore che tanto ci ha fatto male è stato riconosciuto, e nei fatti, non solo a parole, si è cercato di fare ammenda, per quanto possibile Inoltre, mi chiedo, chi cazzo sono io per portare rancore a qualcuno che i diretti interessati hanno già detto e dimostrato di aver compreso e perdonato? Dove me lo voglio portare questo rancore, nella cassa? e poi cosa ci faccio? Quello che Mancini ha fatto per Vialli, in un momento così complicato per lui e che tutti speriamo possa superare, è qualcosa di straordinario, e una persona, un professionista, un essere umano che fa una cosa così non può meritare disprezzo eterno L'essersi circondato di uno staff formato da grandi e grandissimi ex sampdoriani, aver ricordato Paolo e noi tifosi, tutti, nella serata più importante sino ad ora della sua carriera da tecnico, non sono cose dovute né scontate, sono fatti che per quanto mi riguarda dimostrano che quel gruppo, quel Presidente, quei tifosi e quei colori ce li hai nel cuore, e probabilmente (magari sbaglio ma mi piace pensarlo) aspettavi un momento veramente speciale per scusarti, a modo tuo, del casino che avevi combinato, ma soprattutto per far sapere a tutti che quel gruppo, quel Presidente, quei tifosi e quei colori erano, sono e saranno sempre una grande parte di te
    4 points
  22. Direi che un po' di credito con wembley e con la Nazionale lo avessero
    4 points
  23. Mi sono riversato in strada appena finita la partita con maglia azzurra dell’ UC con stemma dell’Italia sul braccio destro e stemma del Doria su quello sinistro. Mi sono commosso da solo. stamattina ho visto l’abbraccio tra Vialli e Mancini, le parole di Florenzi e….sto continuando a commuovermi….. che bello essere vivo in questo momento (cit.)
    4 points
  24. Io non mi sento vendicata, ma questa immagine mi ha fatto commuovere ❤️❤️❤️
    4 points
  25. Ps del ps: coi nostri standard non c'entra un cazzo? Con lo stile Sampdoria (che non è stato inventato da Paolo Mantovani) non c'entra un cazzo? Assolutamente vero. Ma anche una bella fetta di tifosi doriani non c'entrano un cazzo, ed allora, semmai, mi preoccuperei di quello. Ferrero è presidente pro tempore, certi tifosi e certi media ce li avremo in mezzo al cazzo, a fare danni, finché scampano
    4 points
  26. Io volevo dire queste cose in ordine sparso. So che ci tenete. Bonucci e Chiellini sono due bastardi che odio ma quando fanno il loro mestiere con la maglia azzurra mi fanno eiaculare e godo molto di più per le loro chiusure che per un tir a gir. De gustibus. Mi piace vedere la Nazionale perchè posso tifare e gioire senza quella perenne diarrea che mi accompagna ogni partita del Doria. Se attacca un avversario e l'Italia la scampa penso sia andata bene così e andiamo avanti, se un avversario qualunque in qualsiasi partita della Samp ci ruba palla a centrocampo inizio ad avere mal di pancia e vedo la morte imminente. Tristezza mestizia calamità. E tanta tanta merda. Terzo pensiero. Sinceramente in giro c'è troppa fica. Meno male che a me piace leggere e ho altri interessi nella vita. Perché se ad esempio mi interessasse la fica, starei tutto il giorno a pensare a quella che vedo. Se mi interessasse dico. Nel caso che.
    4 points
  27. Dimmi come posso fare entrare 16 mila abbonatiiiiiiiiiiiiiii
    3 points
  28. La cronica abitudine 😂😂😂😂 grande Robi sei sempre sul pezzo unica cosa che mi preoccupa sarebbe iniziare in salita ed avere pochi punti dopo tot giornate, allenatore sulla graticola ecc ecc
    3 points
  29. Forse si e così pensammo allora, ma oggi sarà per gli anni che passano, sarà perché alla fin fine non son mai stato capace di odiare, sarà perché acqua passata non macina più è di certo sarà per il bei gesti verso Gianluca e noi Sampdoriani, per me Roberto Mancini da qualche mese è tornato ad essere Bobbygol
    3 points
  30. preferivo avesse dedicato alla sua famiglia ed ai suoi cari la vittoria di ieri sera, e non avesse spalato merda contro la famiglia Mantovani 25 anni fa; preferivo avesse dedicato alla sua famiglia ed ai suoi cari la vittoria di ieri sera, e non avesse USATO una parte della tifoseria essenzialmente per i cazzi suoi dopo di che, molti di noi qui hanno seppellito l'ascia di guerra per il gesto verso Gianluca; però alcune cose da sampdoriani non ce le siam dimenticate ps: le parole di ieri sera non erano comunque dovute... volesse completare l'opera, visto che pare venga premiato dal comune di Genova, potrebbe rivedersi coi Mantovani (se questi ultimi vogliono/se la sentono) e a distanza di 25 anni, chiudere anche quel capitolo
    3 points
  31. Non riuscivo a capacitarmi del perche' tutto ci stava andando storto.. e poi.. per ben 3 volte hanno inquadrato un gufo con la solita nota faccia triste, ed una maglia dai colori della merda... ed allora ho cominciato a sgranare il necronomicon gufo zozzoblu spegni la tv (e levati quella maglia di merda)
    3 points
  32. Bé insomma tra dire delle cazzate e dare delle mazzate c'è un bel po' di differenza però La tifoseria organizzata rinfaccia a Ferrero l'aver mancato di rispetto alla storia della Sampdoria e in effetti all'inizio della sua avventura disse parecchie cazzate, ma pure Garrone senior mancò di rispetto alla Sampdoria e alla sua tifoseria sempre per inesperienza come Ferrero, ma ovviamente con più garbo. Veder Gheddafi junior in panchina con le scarpette dorate non fu certo un bel vedere e non fu rispettoso ne di chi su quella panchina sedette ne dei tifosi. Ma era Garrone, era un signore, ci aveva salvato dal fallimento, aveva tanti soldi e poi a Genova i Garrone sono intoccabili per i media. Ripeto ciò che è una mia convinzione: la stragrande maggioranza dei contestatori odierni se Ferrero avesse vinto un qualcosa sarebbero lì a chiedergli un selfie
    3 points
  33. uno dei capi contestatori sentito con le mie orecchie dire "Ah questo vuole prendersi Zukanovic e ci mette 5 milioni... mica come quel pezzente di Garrone" tra parentesi, era letteralmente uno dei 4 di cui Ferrero parlava , che inveiva contro di lui dal parterre
    3 points
  34. Che roba, Labbro...che roba...travisare volontariamente quella dichiarazione per avere il pretesto di ufficializzare una contestazione, per invidia dei lato-carceri duri e puri e non avere neanche il coraggio delle proprie azioni fino in fondo. Quelli che oggi denigrano più di tutti il Presidente sono gli stessi che si facevano i selfie a grappoli con lui a Bardonecchia nel 2014....
    3 points
  35. Mi tutela l’avvocato Romei. Senza di lui non ne azzecco una.
    3 points
  36. Belin tutti a fare i conti dei debiti e dell'imminente fallimento e sto burino impresentabile e rotto in culo con un singolo calciatore si sistema per un altro anno 😂😂😂
    3 points
  37. Caro fratello RC forse mi sono male espresso . Non posso pregare per la sua anima in quanto ancora vive nelle tribolazioni terrene. Sarà immediatamente mia cura occuparmene non appena lascerà questa terra. Non mi sottraggo
    3 points
  38. EDDAI FATEVELI DUE PASSAGGINI GIROPALLATEVI 'STA CEPPA
    3 points
  39. Personalmente saranno dieci anni che non guardo nè primocanale nè telenord, e che quindi non ascolto i vaneggiamenti dei rispettivi pennivendoli, e ormai anche i sassi sanno che squadre della nostra dimensione devono vivere di plusvalenze Non mi aspettavo quindi nè conte ne pochettino, la merda non mi spaventa minimamente dato che avevo l’abbonamento in sud quando ci si stava belli larghi, prima dell’avvento di Garrone sr, e del resto ho sempre cercato di vedere il buono della gestione Ferrero Ho scritto con sincerità quello che penso, ma come è sempre stato la Sampdoria e il nuovo Mister avranno il mio pieno sostegno Sono curioso di sentire D’Aversa, e soprattutto di vederlo all’opera
    3 points
  40. Ha i capelli. E' già qualcosa.
    3 points
  41. Ma era quella di chinagliache simula si becca il rigore e noi finiamo in b La Lazio mica ci sta sul cazzo per l'aquila craniotti e lotito, ma già che ne sai tu di chi erano i Beatles
    2 points
  42. Una società deve essere amministrata da un numero dispari di persone possibilmente inferiore a tre. Mi pare l'avesse detto un romano un po' di anni addietro
    2 points
  43. Il sarcasmo consiste nel fingere di prendere in seria considerazione un'affermazione ritenuta sbagliata, per sottolinearne l'assurdità. .
    2 points
  44. Ma certo Giova, vivaddio, e come te tanti che scrivono qui e non solo qui... ma c'è stato anche quello che ho scritto io ed è, diciamocelo, una gran schifezza. Ma mica accade solo intorno allo stadio: accade in politica, a scuola, sul lavoro, ecc.ecc. ... ma qui di calcio e stadio si parla, ERGo...
    2 points
  45. Quoto e squoto Labbrone.... soprattutto questo ...... però alcune cose da sampdoriani non ce le siam dimenticate......
    2 points
  46. Dalla cessione delle proprietà immobiliari che sono veramente tante e talune di grande pregio e se necessario dal ricavo di 30 milioni di euro dalla cessione della Sampdoria, se ne ricava di più se li tiene. È tutto scritto nei due concordati di cui Renso Parodi, e pure uno degli avvocati di Ferrero che segue i concordati, hanno dato ampio e dettagliato resoconto. Ciò che tu temi presumo che venga definito distrazione di beni societari o appropriazione indebita, tipo furto senza scasso.
    2 points
  47. Io prima vi telefono, poi vi mando la polizia postale Vi arresteranno dopo la pubblicità, tipo Maurizio Mosca
    2 points
  48. e io ti denunzio
    2 points
  49. è che gran maestri della crusca in giro ne vedo pochini post scriptum: all'ordine dei giornalisti, ed all'USSI , che difende quel poveraccio di Parodi , vorrei chiedere dov'erano quando un loro associato "sognava i doriani a Mathausen" domanda retorica perchè se non erro Parodi ne era pure presidente in quel momento, e non avete aperto bocca
    2 points
×
×
  • Create New...