Jump to content

Cronache di Hamelin


labbrodinovisad
 Share

Recommended Posts

Il 25/6/2022 at 11:16, mattyboy dice:

Non è un OT.

Paolo Banchero 20enne italoamericano è la prima scelta assoluta nel draft NBA. Un fenomeno, che ha già deciso di giocare con l’Italbasket.

che c’entra con la discussione? C’entra  ,c’entra! Suo padre è originario di Savignone precisamente di crocefieschi.

ecco lascio a voi immaginare il resto

 

Cerca di essere preciso o è di Savignone o è di Crocefieschi. E' dal 1600 ca che Crocefieschi non fa più parte del feudo di Savignone....

Inoltre non ho notizia di Banchero a Croce che abbiano figli che giocano a pallacanestro....

E per finire a Croce non è così scontato essere bibini , anzi....

  • Like 2
Link to comment
Share on other sites

 ... il difensore e capitano rossoblù aveva già raggiunto l’accordo col Toronto alla fine dello scorso dicembre, fatto confermato a marzo: «Per la verità Criscito si sarebbe trasferito già qualche mese fa in Canada, ma la moglie non era convinta di andare e così il difensore ha preferito aspettare la fine della stagione ...

fonte pedullà

 

 Pensate che rischio abbiamo corso. Siamo davvero fortunati

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

Più loro di noi che grazie a Mimmo hanno potuto festeggiare, bere birre e mangiare panini e che quest'anno disputeranno il campionato della serie B GloBal, evento unico nel pianeta calcio ️ 

Edited by Erreci
  • Like 3
Link to comment
Share on other sites

5 minuti fa, volalozar dice:

 ... il difensore e capitano rossoblù aveva già raggiunto l’accordo col Toronto alla fine dello scorso dicembre, fatto confermato a marzo: «Per la verità Criscito si sarebbe trasferito già qualche mese fa in Canada, ma la moglie non era convinta di andare e così il difensore ha preferito aspettare la fine della stagione ...

fonte pedullà

 

 Pensate che rischio abbiamo corso. Siamo davvero fortunati

Cioè mi stai dicendo che se non era per quel minchione potevamo essere in b tutti e due ?

Buahahahahahahah

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

Grazie Mimmo!

Non ti dimenticheremo... Sempre uno di noi!

Come Bovo e compagnia cantante, ma con il bonus di averci tolto dai coglioni la storia di Boselli e di aver mandato il bobbolo dove merita, che da par suo ha adeguatamente festeggiato con due fusti di birra

  • Like 1
  • Thanks 2
Link to comment
Share on other sites

20 ore fa, cillo2461 dice:

Cerca di essere preciso o è di Savignone o è di Crocefieschi. E' dal 1600 ca che Crocefieschi non fa più parte del feudo di Savignone....

Inoltre non ho notizia di Banchero a Croce che abbiano figli che giocano a pallacanestro....

E per finire a Croce non è così scontato essere bibini , anzi....

E che belin ne sapevo io che crocefieschi non fa più parte del feudo. Ho riportato ciò che c’era scritto su un sito di basket.

 

 

Link to comment
Share on other sites

Il 22/6/2022 at 06:06, Robi dice:

e la goduria continua...

ieri sera sono incappato su una nota emittente locale mentre parlavano (ancora) del rigore del derby...

incuriosito mi soffermo ad ascoltare,  analizzando il replay con l'andamento lento hanno scoperto, ma non l'han voluto divulgare prima, che al momento del tiro c'era un giocatore della samp dentro la lunetta, ripeto la lunetta, dell'area di rigore, e quindi andava ribattuto.

La mia goduria in quel momento saliva alle stelle,  con quel rewind e l'andamento lento del rigore mi pareva di essere al concerto di vasco quando con quella canzone le regazze delle prime file si mettono in topless.

a me piace però di più ricordare che il rigore non c'era.....poi è andata super bene.......ma il rigore non c'era comunque

  • Thanks 2
Link to comment
Share on other sites

  • 2 weeks later...
19 ore fa, Robi dice:

risate sotto l'ombrellone:

quelli là che telefonano a alle tv locali per il cattivo gusto di questa foto?

insulto_genoa_sampdoria.png

Finalmente una società col cazzo duro.

in effetti la maglia non è il massimo ce lo siamo detti anche noi . Manolo ha la faccia triste nell'indossarla

23 ore fa, mache dice:

estiqaatsi

Link to comment
Share on other sites

 200 milioni solo dai ragazzi delle giovanili ....

Genoa, dal settore giovanile un tesoro da 200 milioni

 ragazzi cresciuti nel settore giovanile rossoblù continuano a garantire plusvalenze e bonus L’affare top è quello concluso con la Juve per Rovella: 18 più altri 20 per obiettivi raggiunti
 
ANDREA SCHIAPPAPIETRA16 LUGLIO 2022
 
 

Un tesoro da quasi 200 milioni. Il settore giovanile del Grifone continua a garantire talenti che fruttano, in campo e sul mercato. Gli ultimi esempi sono rappresentati da Andrea Cambiaso e Paolo Ghiglione. Se per Ghiglione la trattativa con la Cremonese prevede la cessione a titolo definitivo a prezzo abbastanza contenuto, per Cambiaso invece la trattativa con la Juventus ha portato a una valutazione da 8,5 milioni più 3 di bonus. L’ultimo affare di un’ormai lunga lista di ragazzi fatti crescere tra i campi della Sciorba, Begato, Arenzano e Voltri, agli ordini di allenatori come Chiappino, Corradi, Konko, Brunello, Juric, Oddo, Ruotolo che hanno fatto la storia recente del settore giovanile del Grifone. Il tutto sotto la supervisione di Michele Sbravati, che da oltre 15 anni va a caccia di talenti per il Genoa. Con risultati da primato, basta citare qualche dato per comprenderlo: Pietro Pellegri è andato al Monaco per una trentina di milioni, senza dimenticare la quota, circa 500mila euro, incassata da poche settimane per la cessione dal Monaco al Torino; Salcedo all’Inter per una cifra vicina ai 10 milioni mentre ricco è l’elenco degli affari conclusi con la Juve: oltre a Cambiaso ecco Rovella (18 milioni più 20 di bonus), Perin (12), Mandragora (7 più 7 di bonus), Sturaro (9), Boakye (4), Zanimacchia (4). Poi El Shaarawy, valutato 18,5 dal Milan ormai una decina di anni fa. Il portiere Russo è stato scambiato alla pari con Cassata, valutati entrambi 7 milioni in un accordo con il Sassuolo, mentre Criscito nel 2011 passò allo Zenit per 11 milioni.

Gli esempi sono tanti e riguardano anche ragazzi come Jelenic, Cofie, Renzetti, Lazarevic e Krajnc che si sono barcamenati tra Serie B e Serie A e le cui cessioni hanno fruttato al Grifone una manciata di milioni. Tante plusvalenze, in alcuni casi molto criticate, che hanno contribuito a tenere a galla il bilancio del club rossoblù e che certificano l’ottimo lavoro fatto dal settore giovanile nel corso degli anni. In particolare durante l’esperienza alla Sciorba, con il supporto della Barabino and partners come sponsor.

E al Signorini stanno già correndo i nuovi frutti del lavoro tra i canterani: l’attaccante Fini e il centrocampista Lipani, 16 anni il primo e 17 il secondo, già sul taccuino di Blessin che vuole portarli in ritiro in Austria e li ha già schierati nell’amichevole con il Lucerna. E non è finita qui perché dalle leve 2005 e 2006 potrebbero presto venire fuori altri due o tre talenti dal luminoso avvenire. Sbravati osserva soddisfatto, dal settore giovanile un tesoro da quasi 200 milioni
 

 

Link to comment
Share on other sites

Belin

Beati loro

Peccato solo che li abbiamo spediti in B se no sarebbero quasi sul tetto del mondo

Proprietà fortissima economicamente e preparatissima sportivamente

Allenatore all'avanguardia

Squadra imbattibile

Settore giovanile migliore in assoluto

Oceanico bobbolo al seguito, con feste per la retrocessione da far impallidire il carnevale di Rio

E chi li ferma

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

 Share

  • Recently Browsing   0 members

    • No registered users viewing this page.
×
×
  • Create New...