Jump to content

Recommended Posts

Riapro volentieri la discussione sull'artefice di quello che i ragazzi ci stanno facendo vedere in campo.

Il Mister è un grande professionista, uno che ha la cultura del lavoro e nel mondo del calcio non è una cosa banale... uno che non ha paura di puntare sui giovani se gli dimostrano che può fidarsi di loro, uno che parla chiaro e antepone SEMPRE il bene della Sampdoria alle esigenze dei singoli, insomma uno con le palle.

E ha capito, perché lo ha visto con i suoi occhi, e lo ha già detto in diverse occasioni non certo per piaggeria, che cosa può dare la Sud alla squadra. In conclusione della conferenza stampa pre-derby ha detto testualmente "i miei quando scenderanno in campo la prima cosa che dovranno fare è guardare a sinistra, punto. Guardare a sinistra, concentrati, sul pezzo e poi via si gioca".

:tamburo::tamburo::tamburo:

 

 

  • Like 3
Link to post
Share on other sites
  • Replies 819
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Popular Posts

in una intervista ad un quotidiano locale, Marco Giampaolo ha detto cose incredibili ma quello che più mi piace lo voglio lasciare qui, sul nostro forum "..... La maglia della Samp respira fascin

La conferenza stampa pre Bologna Sampdoria è la quintessenza dell'identità sampdoriana, il manifesto del Sampdoria Pride. Giampaolo ripete più e più volte SAMPDORIA calcando ogni singola lettera. Si g

per me da Sabato mette il ragazzino Viera al centro con Ekdal mezzo destro e Linetty a sinistra Praett e Jankto sono prezzi pregiati che non brillano quanto dovrebbero, e questo non ci permette d

Posted Images

Guardo sempre le interviste del mister con ammirazione e rispetto, quando si vince e quando si perde.

un cultore del lavoro, un mister estremamente preparato, una persona seria, pacata.

 

Sapete che vi dico? Veramente un mister con lo stile della Sampdoria. Era tanto che non avevamo un UOMO così, un mister che sono sicuro avrebbe fatto felice Paolo Mantovani nel vederlo alla conduzione della Samp, un mister che incarna il suo stile.

  • Like 3
Link to post
Share on other sites

a causa dei calcoli il mister ha rischiato di non esserci, ed infatti ha ringraziato i medici per aver vissuto in diretta questa serata

ne approfitto, in questa domenica di gioia, per ringraziare e attribuire il giusto merito al Mister

arrivato tra lo scetticismo generale (persino il mio, che però lo scetticismo in genere me lo tengo per me, se si tratta di Doria) ha messo le proprie capacità, la propria serietà e dedizione al lavoro al servizio di un progetto, ed ha convinto tutti con i fatti

un buon primo anno, una ottima partenza della seconda stagione (nonostante gli avvicendamenti di mercato), un gruppo che gioca a calcio, diverte e trascina la gradinata. Tre derby su tre

BRAVO, BRAVO, BRAVO

  • Thanks 1
Link to post
Share on other sites

E' un uomo "vero", che quando è in panchina soffre perché sente la partita, che se si perde o non ci si esprime come si dovrebbe sta male, e glielo si legge in viso senza finzioni, perché dentro gli ribollono le budella, che quando si vince e si è un bel periodo sottolinea come si stiano applicando i suoi giocatori, ripetendo che sono i giocatori bravi a fare la fortuna degli allenatori, che se gli attaccanti sono forti allora anche lui è bravo ad attaccare. E quando si vince bene è proprio contento sul serio, sorride rilassato come passato un pericolo, è schietto e dice cose che sente di dire, che fanno arrivare a chi ascolta il lavoro che fanno in settimana, quello che chiede e che cerca di far fare ai suoi giocatori, ha sempre parlato schietto anche quando a volte alcune cose alcuni avrebbero preferito non le dicesse perché "poco opportune". Ha le sue idee e vive il calcio davvero come una "passione", nel vero senso della parola, dal latino patior che significa anche soffrire e patire, ma il calcio per lui è una cosa meravigliosa, che ti può togliere e regalare, che ti fa passare dall'essere vicino alla Juventus ad essere in Lega Pro con la Cremonese. Vorrei che fosse il nostro mister per i prossimi 100 anni.

Grazie mister, da domani sicuramente penserà già alla prossima, perché come dice lei non c'è mai tempo per fermarsi, adesso ci rilassiamo un giorno e poi bisogna sempre pensare ad andare avanti.

Edited by _Luca_
  • Like 3
Link to post
Share on other sites

"Io sono sempre molto esigente con i giocatori.. dico sempre di venire al campo per aggiungere qualcosa, non per togliere e nemmeno per gestire"

Questa è la mentalità vincente, di non accontentarsi mai, che sta alla base del nostro gioco e dei nostri risultati.

"non parliamo di obiettivi, se non quello di migliorarsi sempre, perché con i giocatori non ne parlo, parliamo di altro".

GRANDE MISTER!!!

:bravo::bravo::bravo:

  • Like 2
Link to post
Share on other sites
  • 2 weeks later...

Gli piace vincere facile...scherzo. Aver fatto entrare Verre nel secondo tempo significa che crede molto in tutti i ragazzi. E Verre è entrato bene nella partita, fatto salvo un pallone assassino perso che poteva costare carissimo.

Grandissima disposizione dei giocatori, linea difensiva magistralmente alta. Siamo stati 3-0 contro la Juventus fino al minuto 90 !!!

Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.


×
×
  • Create New...