Jump to content

Possibile che...


labbrodinovisad
 Share

Recommended Posts

La principale agonia, sempre che sia tale davvero,  è che non ci sono più presidenti mecenati 

i proprietari del prodotto calcio sono i presidenti delle società calcistiche, poi c'è uno, adesso due e potremmo dire tre, che compra il prodotto calcio non con la pistola in pugno ma con milioni di euro, se i presidenti dicessero non  grazie te lo lì che il calcio in tv non si vedrebbe.  Fatto è che senza quei soldi non essendoci più mecenati disposti a cacciare soldi nel cesso per insana passione non esisterebbe più la stragrande maggioranza delle Società calcistiche

Edited by Erreci
Link to comment
Share on other sites

On 9/5/2021 at 3:29 PM, Erreci said:

La principale agonia, sempre che sia tale davvero,  è che non ci sono più presidenti mecenati 

i proprietari del prodotto calcio sono i presidenti delle società calcistiche, poi c'è uno, adesso due e potremmo dire tre, che compra il prodotto calcio non con la pistola in pugno ma con milioni di euro, se i presidenti dicessero non  grazie te lo lì che il calcio in tv non si vedrebbe.  Fatto è che senza quei soldi non essendoci più mecenati disposti a cacciare soldi nel cesso per insana passione non esisterebbe più la stragrande maggioranza delle Società calcistiche

Contrariamente a quello che scrivi il mio pensiero e' che la dimensione affaristica del calcio la determinino in piccola parte le scelte di un manipolo di presidenti o di procuratori e in gran parte le scelte/domanda del pubblico. E quando si parla di pubblico bisogna ricordare che la quota di interessati in Italia o di qualsiasi altro paese e' in rapida discesa rispetto al totale degli interessati a livello globale. La domanda di prodotto calcio italiano presto non saremo piu noi a dettarla ma qualche indiano, cinese, americano o vattelapesca. Per quanto la sua scelta la trovi un autofustigazione dall'effetto simile a quello di una pisciata in mare, filosoficamente concordo con dukadoria. 

Edited by Marlin
Link to comment
Share on other sites

8 ore fa, Marlin dice:

Contrariamente a quello che scrivi il mio pensiero e' che la dimensione affaristica del calcio la determinino in piccola parte le scelte di un manipolo di presidenti o di procuratori e in gran parte le scelte/domanda del pubblico. E quando si parla di pubblico bisogna ricordare che la quota di interessati in Italia o di qualsiasi altro paese e' in rapida discesa rispetto al totale degli interessati a livello globale. La domanda di prodotto calcio italiano presto non saremo piu noi a dettarla ma qualche indiano, cinese, americano o vattelapesca. Per quanto la sua scelta la trovi un autofustigazione dall'effetto simile a quello di una pisciata in mare, filosoficamente concordo con 

Il pubblico sceglie la tv per mille motivi suoi, ma se non vi fossero le paytv o andrebbe allo stadio o si dedicherebbe ad altre attività ludiche. Ripropongo mia risposta a Dukadoria che vede il demone nelle paytv: il demone sono i presidenti delle società calcistiche,  non solo delle italiane visto la Premier League  nasce per gestire i diritti tv, che si sono venduti e piegati ai voleri delle paytv. I proprietari del prodotto sono loro e fino a prova contraria dovrebbero essere loro a dettare le condizioni, tipo "su gioca tutti alla stessa ora dello stesso giorno". Il fatto é che gran parte dei presidenti attuali non sono nel calcio per passione ma per far soldi, rammento infatti che i fondi di investimento non sono gestiti con criteri francescani ne dal Fatebenefratelli.

Quindi se il "calcio sta morendo " ( ma sarà poi vero? non sarà invece che sta evolvendo?) lo si deve ai presidenti delle società calcistiche e pure ai tifosi, che vogliono vincere, vogliono Ronaldo vogliono andare in coppa,  non vogliono soffrire e così facendo impongono di fatto spese maggiori .

I presidenti vendono un prodtoo di loro proprietà, le paytv offrono una cifra e dettano alcune condizioni,  i presidenti oberati di debiti e vogliosi di guadagni svendono il loro prodotto. 

Ps: su 14.000 ex abbonati, soltanto 1200 hanno esercitato il diritto di prelazione  ...... e non per Sampdoria Venezia, ma per Sampdoria Inter ..... siamo sicuri che sia solo tutta colpa delle paytv?????

  • Like 4
Link to comment
Share on other sites

Ci stiamo lentamente e inesorabilmente avvicinandosi al modello americano dove lo sport stesso è nato come un'azienda con un interesse al profitto.

In Europa, a cominciare presumibilmente dal calcio, le società sono formate sulla base di competizioni organizzate. L'obiettivo non è massimizzare gli spettatori o i profitti, ma piuttosto il successo sportivo sia nell'atletismo che nel management.

Credo si possa anche sostenere che in Europa l'idea comune è che il club appartiene ai tifosi e alla tradizione  piuttosto che a chi paga di più.

Certo, i campionati più grandi sono diventati enormi franchise sulla base delle vendite televisive, ma è ancora impensabile ma ci avvicineremo vedere club affermati spostare o cambiare il loro profilo (ad esempio colore, logo, ecc.). È semplicemente impensabile che ad esempio la Sampdoria si trasferisca a in un'altra città. 

Questo è un evento ricorrente comune nel modello di franchising americano, in cui le squadre si spostano in tutta la nazione.

 

Edited by Robi
k
Link to comment
Share on other sites

53 minuti fa, Pontex76 dice:

No, ieri un mio collega ha fatto biglietto in Sud in prelazione al Samp Point

Da quanto si legge nel sito ufficiale di UC Sampdoria il diritto di prelazione terminava alle 19 di lunedì 6 settembre

VENDITA PROMOZIONALE PER GLI ABBONATI 2019/20
A partire dalle ore 10.00 di venerdì 3 settembre p.v. e fino alle ore 19 di lunedì 6 settembre, gli abbonati U.C Sampdoria della stagione 2019/2020 (sia abbonamento digitale caricato su SAMPCARD anche scaduta, sia abbonamento tradizionale) potranno acquistare un biglietto per qualsiasi settore tra quelli a disposizione ad un prezzo ridotto. La vendita sarà attiva solo ed esclusivamente attraverso il portale sport.ticketone.it e non sarà inoltre possibile effettuare il cambio nominativo.

Edited by Erreci
Link to comment
Share on other sites

Due considerazioni su ticket 2021-2022

Per Sampdoria Inter per un biglietto dei distinti ho pagato 42.50 € in prelazione; da abbonato nei distinti over 65 pagavo 200 euro per l'intero campionato, l'intero uomo costava 350, l'intero rosa 250. Se avessi presenziato a prima partita in casa con Milan avrei cacciato altri 42.50 euriss per un totale di 85 euro che a fronte dei 200 euro totali sono una bella sommetta 

Siamo sicuri sicuri che sia la voglia di divano o le misure anti COVID a tener lontani tanti  abbonati o il calcio morente? Nei distinti mi pare che la quota di over 65 fosse elevata così come quella femminile

 

Ps: preciso di non aver usato nessun voucher non avendo a suo tempo chiesto alcun rimborso un po' perché abituato a non chieder mai nulla a UC Sampdoria un po' perché  .... son cazzi miei 

  • Like 3
Link to comment
Share on other sites

8 hours ago, Erreci said:

Il pubblico sceglie la tv per mille motivi suoi, ma se non vi fossero le paytv o andrebbe allo stadio o si dedicherebbe ad altre attività ludiche. Ripropongo mia risposta a Dukadoria che vede il demone nelle paytv: il demone sono i presidenti delle società calcistiche,  non solo delle italiane visto la Premier League  nasce per gestire i diritti tv, che si sono venduti e piegati ai voleri delle paytv. I proprietari del prodotto sono loro e fino a prova contraria dovrebbero essere loro a dettare le condizioni, tipo "su gioca tutti alla stessa ora dello stesso giorno". Il fatto é che gran parte dei presidenti attuali non sono nel calcio per passione ma per far soldi, rammento infatti che i fondi di investimento non sono gestiti con criteri francescani ne dal Fatebenefratelli.

Quindi se il "calcio sta morendo " ( ma sarà poi vero? non sarà invece che sta evolvendo?) lo si deve ai presidenti delle società calcistiche e pure ai tifosi, che vogliono vincere, vogliono Ronaldo vogliono andare in coppa,  non vogliono soffrire e così facendo impongono di fatto spese maggiori .

I presidenti vendono un prodtoo di loro proprietà, le paytv offrono una cifra e dettano alcune condizioni,  i presidenti oberati di debiti e vogliosi di guadagni svendono il loro prodotto. 

Ps: su 14.000 ex abbonati, soltanto 1200 hanno esercitato il diritto di prelazione  ...... e non per Sampdoria Venezia, ma per Sampdoria Inter ..... siamo sicuri che sia solo tutta colpa delle paytv?????

Determinare se si crea prima la domanda  o l'offerta e' come discutere se nasce prima l'uovo o la gallina. Se c'e' domanda l'offerta prima o poi si crea. Non necessariamente il contrario.

"Il fatto é che gran parte dei presidenti attuali non sono nel calcio per passione ma per far soldi" Io non credo che sia finita la passione per il calcio. Credo solo che le motivazioni di chi ha fiutato il modo di far denari a diverso titolo con il mondo del calcio abbiano messo fuori mercato il presidente mecenate/appassionato che puo' essere disposto a spendere denari per assecondare la sua passione ma non fino al punto di rischiare di finire in mezzo a una strada.

Guardando il panorama calcistico europeo mi sembra che per il momento a trainare gli interessi non siano i profitti delle societa' (che infatti spesso sono in perdita e indebitate) ma altre situazioni. Per esempio nel caso spagnolo abbiamo manager eletti di societa' a vasto azionariato popolare (che non capisce nulla di bilanci ma e' bene attento ai risultati in campo) che hanno per definizione un ottica di breve medio-periodo. Caso simile al politico che non si interessa di quello che succedera' nella prossima legislatura visto che c'e' il caso che siano eletti altri. Per me il calcio spagnolo con il tanto invocato azionariato popolare e' diretto contro il muro ad alta velocita'.

Nel caso italiano le societa' di calcio sono state per buona parte dell'ultimo paio di decenni uno dei veicoli piu' adeguati per pulire denaro (sto parlando del sistema calcio in senso lato). Nel presente gli investitori vedono la serie A come un mercato sotto potenziale (a ragione visto la banda di faccendieri a cui e' in mano) rispetto a Liga e Premier e quindi offrono valutazioni scollegate ai risultati economici del presente. 

Riprendo, per finire, un concetto gia' espresso. In USA ad oggi il calcio ha soppiantato football, baseball e basket tra gli sport piu' praticati dai giovani. I campionati europei o superlega che sia (e secondo me prima o poi sara') hanno con tutta probabilita' davanti a loro una curva simile a quella fatta dall' NBA a livello globale dove e' piu' importante non offendere i cinesi per la questione Hong Kong rispetto a fare contento il tifoso accanito di terza generazione. Tanto e' vero che le societa' diventano marchi che spesso e volentieri si spostano dalla citta' di origine. In molti sport andare allo stadio e' diventato un evento mondano che molti tifosi non possono neanche permettersi

I fondi o investitori affini arrivano per le milionate di europei, americani, cinesi, indiani che vogliono seguire le partite in tv e comprare la maglia del campione appena messo sotto contratto. Se rivuoi il calcio di una volta devi convincere loro a darsi al badminton o alle bocce  

 

Edited by Marlin
Link to comment
Share on other sites

Se ti riferisci a me io non voglio il calcio di una volta: io seguo la Sampdoria a prescindere da situazioni, fondi, mecenati,delinquenti, tv, radio, pc, tablet o sticazzi vari

Resta il fatto che chi ha venduto i diritti del calcio alle tv sono stati i presidenti delle società calcistiche, se non avessero venduto non ci sarebbe il calcio in tv ( precisazione a beneficio di utente Dukadoria)

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

e lo soooooo......

però se tutti facessero come me e non si abbonassero alla pay tv, queste qui offrirebbero 4 nicche ai presidenti i quali magari comincerebbero ad interessarsi nuovamente agli incassi da stadio...... e quindi magari a provare a fare stadi nuovi  e di proprietà, ad opporsi al calcio spezzatino o agli orari assurdi, ecc

e poi a me il calcio alla tv non mi piace a prescindere.... 😝

 

Link to comment
Share on other sites

La Sampdoria percepisce una cifra attorno ai 40 milioni di euro dalla ripartizione dei diritti tv: fai un po' due conti di quanti biglietti o abbonamenti dovrebbe vendere  ....... continui a sognare un novello Paolo Mantovani, uno che cacci la grana nel cesso ogni anno, ma purtroppo questo non è più il suo calcio (e non lo era neppure più già quando era ancora in vita). 

Biglietti dei distinti per Samp Inter a 50 euro ( che son pochi rispetto ad altre realtà): pensi davvero di riempire gli stadi con quelle cifre ? 

Eh si bei tempi quando si curava la polmonite con gli impacchi di semi di lino e clisteri di fumo di tabacco   ......

Ps: al presidente attuale togli i soldi dei diritti tv e poi mi sai dire se vai a veder la Sampdoria al Ligorna o al Torbella

  • Thanks 1
Link to comment
Share on other sites

5 ore fa, Erreci dice:

Due considerazioni su ticket 2021-2022

Per Sampdoria Inter per un biglietto dei distinti ho pagato 42.50 € in prelazione; da abbonato nei distinti over 65 pagavo 200 euro per l'intero campionato, l'intero uomo costava 350, l'intero rosa 250. Se avessi presenziato a prima partita in casa con Milan avrei cacciato altri 42.50 euriss per un totale di 85 euro che a fronte dei 200 euro totali sono una bella sommetta 

Siamo sicuri sicuri che sia la voglia di divano o le misure anti COVID a tener lontani tanti  abbonati o il calcio morente? Nei distinti mi pare che la quota di over 65 fosse elevata così come quella femminile

 

Ps: preciso di non aver usato nessun voucher non avendo a suo tempo chiesto alcun rimborso un po' perché abituato a non chieder mai nulla a UC Sampdoria un po' perché  .... son cazzi miei 

Io non ho abbonamenti alla TV e so di amici che prima non l'avevano perché tanto la maggioranza se le vedevano in gradinata. In quest'anno di lontananza hanno deciso di fare abbonamento alla paytv e ora comunque potendola vedere a casa non hanno tutto sto interesse ad andare allo stadio in queste condizioni.

Io ho deciso di sfruttare il voucher perché con questi prezzi non potrò vedere molte ( il prezzo è praticamente il doppio rispetto all'abbonamento)

Alle società non è che venga così male vendere i biglietti partita per partita...( Anche se da noi se ne vendono pochini in altri stadi c'è molta più gente)

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

7 ore fa, Erreci dice:

Da quanto si legge nel sito ufficiale di UC Sampdoria il diritto di prelazione terminava alle 19 di lunedì 6 settembre

VENDITA PROMOZIONALE PER GLI ABBONATI 2019/20
A partire dalle ore 10.00 di venerdì 3 settembre p.v. e fino alle ore 19 di lunedì 6 settembre, gli abbonati U.C Sampdoria della stagione 2019/2020 (sia abbonamento digitale caricato su SAMPCARD anche scaduta, sia abbonamento tradizionale) potranno acquistare un biglietto per qualsiasi settore tra quelli a disposizione ad un prezzo ridotto. La vendita sarà attiva solo ed esclusivamente attraverso il portale sport.ticketone.it e non sarà inoltre possibile effettuare il cambio nominativo.

Sai che forse lo ha preso lunedì... sono bollito

  • Haha 1
Link to comment
Share on other sites

3 ore fa, Erreci dice:

La Sampdoria percepisce una cifra attorno ai 40 milioni di euro dalla ripartizione dei diritti tv: fai un po' due conti di quanti biglietti o abbonamenti dovrebbe vendere  ....... continui a sognare un novello Paolo Mantovani, uno che cacci la grana nel cesso ogni anno, ma purtroppo questo non è più il suo calcio (e non lo era neppure più già quando era ancora in vita). 

Biglietti dei distinti per Samp Inter a 50 euro ( che son pochi rispetto ad altre realtà): pensi davvero di riempire gli stadi con quelle cifre ? 

Eh si bei tempi quando si curava la polmonite con gli impacchi di semi di lino e clisteri di fumo di tabacco   ......

Ps: al presidente attuale togli i soldi dei diritti tv e poi mi sai dire se vai a veder la Sampdoria al Ligorna o al Torbella

L'aspetto economico sicuramente influisce, soprattutto per uno spettacolo senza il consueto colore e tifo che ne rappresentano una componente importante. Pagare 20 o 40 euro per assistere ad una partita in uno stadio semi-vuoto a qualcuno non piace. Io me ne faccio una ragione e domenica ci sarò con molto piacere

Link to comment
Share on other sites

Comunque diversi campionati esteri (premier o Bundesliga per esempio) hanno dimostrato che può coesistere molto bene paytv con gente allo stadio con stadi moderni.

Il problema è il classico atteggiamento "imprenditoriale" italiano di adeguarsi sugli allori fino a che il tuo prodotto non diventa marchio e decrepito. E' un po' come l'atteggiamento dell'80% degli albergatori italiani che fanno leva sulle bellezze dei mari italiani e mantengono in piedi alberghi di 60 anni fa, senza rinnovarli, per poi lamentarsi che il turista straniero preferisce andare alle Baleari perchè non trova i servizi che nel 2021 un albergo dovrebbe fornire.

...spremere tutto fin che si può, senza pensare al futuro.

Detto questo, credo anche che purtroppo le regole del calcio per come sono pensate poco si combinano con quelli che sono e saranno i gusti delle nuove generazioni

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

4 ore fa, Erreci dice:

Ad oggi sono stati venduti  1200 biglietti di sud e 1500 biglietti di nord : c'è  qualcuno in grado di spiegarmi 'sta cosa che per me ha del misterioso 

se ho capito bene, anche come Labbro mi ha spiegato, possono prenderlo solo i vecchi abbonati. Se i "gruppi" hanno deciso di essere puri fino alla morte, gran parte di posti resteranno vuoti.

Se la supposizione è giusta il mistero è spiegato dalla mentalità

Link to comment
Share on other sites

17 minuti fa, volalozar dice:

se ho capito bene, anche come Labbro mi ha spiegato, possono prenderlo solo i vecchi abbonati. Se i "gruppi" hanno deciso di essere puri fino alla morte, gran parte di posti resteranno vuoti.

Se la supposizione è giusta il mistero è spiegato dalla mentalità

No, la sud si può prendere, purché tu abbia la sampcard. C'è gente che se i gruppi non entrano stanno fuori. E c'è gente che invece preferisce guardarsela in TV piuttosto che entrare in una gradinata vuota.

E poi ci sono io, che penso con la mia testa e che se ho voglia di guardarmi la Sampdoria allo stadio, ( e posso legalmente farlo) vado allo stadio, non aspetto che sia qualcun altro a darmi il permesso.

Forza Sampdoria, sempre

 💙🤍♥️🖤🤍💙

Edited by Claire
  • Like 2
  • Thanks 1
Link to comment
Share on other sites

1 ora fa, Claire dice:

No, la sud si può prendere, purché tu abbia la sampcard. C'è gente che se i gruppi non entrano stanno fuori. E c'è gente che invece preferisce guardarsela in TV piuttosto che entrare in una gradinata vuota.

 

 💙🤍♥️🖤🤍💙

Ok  Claire su di te non avevo alcun dubbio, ma i 1500 in nord rispetto ai 1200 in sud perché ???? Genuoti che vengono a gufare? Sandoriani confusi dov'è il sud dov'è il nord? Fatto casino su sito di ticket one????? Perdincibacco perché? Perché? Perché?

Ho un dubbio che mi frulla nella testa, vi prego fugatemelo (non ho scritto sugatemelo)

Link to comment
Share on other sites

2 minuti fa, Erreci dice:

Ok  Claire su di te non avevo alcun dubbio, ma i 1500 in nord rispetto ai 1200 in sud perché ???? Genuoti che vengono a gufare? Sandoriani confusi dov'è il sud dov'è il nord? Fatto casino su sito di ticket one????? Perdincibacco perché? Perché? Perché?

Ho un dubbio che mi frulla nella testa, vi prego fugatemelo (non ho scritto sugatemelo)

Io temo siano interisti liguri

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

 Share

  • Recently Browsing   0 members

    • No registered users viewing this page.
×
×
  • Create New...