Vai al contenuto
Robi

Articolo interessante

Recommended Posts

tratto da Sampdorianews.net

Tirotta: "Non anteporre mai il risultato sportivo o morale al dio plusvalenza. Non siamo scappati di casa, noi siamo a casa"
In questo editoriale di fine anno scolastico il mio giudizio è quello classico scolastico: "l'alunno è stato promosso ma poteva fare molto di più", per come si è sviluppata la stagione, non in senso assoluto. Però non dobbiamo dimenticarci che abbiamo fatto tanto lo stesso. C'è questo sapore dolceamaro per cui ti rendi conto che forse qualcosina in più si poteva portare a casa.
Quando sei in corsa puoi inciampare, come per esempio è successo a Benevento, e se si prende in considerazione solo una partita, si tratta di un inciampo e basta. Ma gare come Benevento, Udine, Verona, a livello di prestazione e atteggiamento non tanto tattico, quanto mentale, erano tutti episodi da sommare per capire che evidentemente in determinate condizioni qualcosa è venuto a mancare. Sono episodi che si sono verificati anche l'anno scorso, non solo quest'anno, con la differenza che in questo campionato abbiamo proprio ceduto e preso delle imbarcate, mentre l'anno scorso magari perdevamo 2-1, ma la prestazione era la stessa, scialba, a ritmi bassi, quasi come fosse un fastidio a volte.
La cosa più brutta in questa stagione è che le 4 o 5 partite dove abbiamo subìto di più sono capitate nel girone di ritorno, con l'eccezione della gara di Bergamo dove casualmente c'è stato il ritiro. Quei due giorni in più di lavoro insieme hanno dato alla squadra più attenzione e concentrazione, tanto che è stata in grado di ribaltare il risultato vincendo con merito, anche con tante riserve in campo. Penso che le seconde linee della Samp quest'anno non fossero così scarse, ma inserite in una squadra che entra in campo senza la giusta concentrazione, a ritmi bassi, sono andate ancor più in difficoltà. Che le riserve fossero di valore lo si è visto non solo a Bergamo, ma anche all'Olimpico contro la Roma, dove una Samp attenta e mentalmente pronta, anche con le seconde linee ha fatto una grande figura.
L'impressione, alla fine, è stata quella esposta dallo striscione che campeggiava nella Sud "Credeteci quanto ci abbiamo creduto noi", ovvero che la Società, l'ambiente, e talvolta anche certi tifosi, non ci tenessero abbastanza. Forse non tutti ci abbiamo creduto allo stesso modo. Se Ferrero si è risentito per quella frase, allora deve guardare a quello che lui ha fatto, o a quello che la Società ha fatto di potenzialmente decisivo per dare una svolta in occasione di partite cruciali come il Sassuolo. Se ritengono di aver fatto tutto il possibile, lo striscione è ingiusto. Io non credo che sia stato fatto tutto il possibile.
Tra i motivi di critica nei confronti di Ferrero o della Società c'è sicuramente quello dinon anteporre mai il risultato sportivo, o il risultato morale, al dio plusvalenza.Spesso prima di una partita, importante o meno, il messaggio che viene mandato è "pagare moneta vedere cammello" o "per meno di tale cifra non se ne parla", mentre non ho mai sentito in questi anni dire "quando sarà il momento parleremo di tale giocatore, per adesso ha appena preso lo stipendio dalla Sampdoria e deve meritarselo". Questo è il messaggio che io mi aspetto dalla Società, senza clamore o urli, "Torreira? Non è ancora tempo di calciomercato, adesso deve pensare alla Samp" questa frase purtroppo non l'ho mai sentita dire, e secondo me è una carenza.
La tensione che si è venuta a creare tra la tifoseria organizzata e Ferrero deriva dall'ennesima dichiarazione sciocca, a cui stavolta è stata data una risposta. Raramente, secondo i miei parametri, gli ho sentito dire cose interessanti, e non sono uno di quelli che erano stati contenti di sentire che in tre anni avremmo vinto lo Scudetto, perché ritengo che ci sia un limite anche alle musse da raccontare alla gente. Già lì era andato oltre, e ogni volta che parla o fa una dichiarazione non riesce mai alegare con un filo se stesso all'ambiente Samp. Se è vero che molti riconoscono i risultati come parametro per giudicare l'operato, io ho parlato non a caso di risultato morale, perché si può anche perdere una partita, ma se non si è dato il massimo non si ottiene nessuno dei due risultati a cui si poteva ambire.
Non si perde occasione per dire scemate, o cose che lo separano ancora di più dall'ambiente Samp, e adesso si è creata una situazione particolare. Uno come Ferrero, che essendo uomo di cinema vive di comunicazione, non può sempre incappare in queste cadute di stile, a volte anche offensive perché, fino a prova contraria, se c'è qualcuno di troppo alla Samp, non sono i Sampdoriani. Non se ne devono andare i "quattro scappati di casa", innanzitutto perché noi non siamo scappati di casa, noi siamo a casa.
La situazione è delicata ma non voglio usare la parola contestazione. Pur non avendo mai discusso in prima persona con chi sta organizzando la manifestazione del 12, la interpreto, più che come una contestazione, come una dimostrazione, magari qualcuno può pensare che cambi poco, per me invece cambia molto. Il mio spirito è quello di dimostrare un pensiero contrario, di dimostrare che c'è differenza tra chi è Sampdoriano e chi non vuole entrare in armonia con l'ambiente Samp. Il mio intento non sarà quello di contestare, ma di dimostrare di essere diverso.
 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io non ho ancora capito una cosa, anche perchè il Presidente non mi pare abbia mai specificato ...

Lo "scappati di casa" si riferiva a:

A) tutto lo stadio,

B) tutta la Sud,

C) quel gruppo in fondo dalla rete che ha insultato il Presidente.

Perchè se è il caso si annovera tra A) e B) ..... insulto il presidente, se invece è il punto C) appoggio il Presidente.

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
13 minuti fa, orso dice:

Io non ho ancora capito una cosa, anche perchè il Presidente non mi pare abbia mai specificato ...

Lo "scappati di casa" si riferiva a:

A) tutto lo stadio,

B) tutta la Sud,

C) quel gruppo in fondo dalla rete che ha insultato il Presidente.

Perchè se è il caso si annovera tra A) e B) ..... insulto il presidente, se invece è il punto C) appoggio il Presidente.

 

ne A ne B ne C, e non c'entrano neanche i cori contro i napoletani. tutto ruota intorno allo striscione esposto. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
53 minuti fa, Robi dice:

ne A ne B ne C, e non c'entrano neanche i cori contro i napoletani. tutto ruota intorno allo striscione esposto. 

Te lo ha detto lui ? Dai raccontaci....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

io ero all'asseblea... ed è stato il primo concetto espresso. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Inviato (modificato)

Ah   .... quindi è una libera interpretazione 

Modificato da Erreci

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

probabilmente non avendo notizie di prima mano non posso capire alcune cose.

Queste righe però girano intorno a tutto quindi a nulla.

Enzo per me, come Spigoli e anche Boso sono dei fari.  Alcune cose, come questa,  non sembrano scritte da chi io ho conosciuto.

Sembra che con il tempo alcune cose siano cambiate, e forse non è più così tanto scontato: "PRIMA LA SAMPDORIA".

Non voglio dilungarmi con altre seghe mentali, dico soltanto che  a me questo che dice Enzo non lo "capisco" 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
11 minuti fa, volalozar dice:

Sembra che con il tempo alcune cose siano cambiate

questo è poco ma sicuro, solo che le cose non sono alcune, ma tantissime :genuano:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

volevo essere politicalmente corretto. Avrei dovuto dire: MA CHE CAZZO DICONO ma soprattutto PERCHE'?

A me sembra che ci stiamo imbastardendo. Cose tipo il cenua siamo noi. Continuiamo a pensare che la Sampdoria sia di pochi eletti, perdonatemi che sia ad esclusiva di pochi eletti genovesi, ancor peggio vogliamo che chi genovese non è faccia quello che vogliamo noi. 

Paolo non era genovese, ha conosciuto la Sampdoria e si è innamorato e ci ha fatto impazzire. Garrone, genovese, ha preso la Sampdoria per onore e dovere. I risultati attuali, sia pure in certi momenti naif, sono migliori degli ultimi tempi. 

Felice di avere avuto i Garrone presidenti. Di Paolo neppure lo dico sarei pleonastico però ricordate quando si sedette in mezzo alla Sud e chiedeva di abbassare le bandiere e stare seduti?

Ora rompiamo i coglioni a questo che doveva fare in modo che non ci sanzionassero pesantemente e tiriamo fuori l'onore? 

Sapete che vi dico? Qualcuno ha trovato l'occasione per fare sto cinema .... forse in onore del Presidente

  • Like 1
  • Thanks 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
2 ore fa, volalozar dice:

probabilmente non avendo notizie di prima mano non posso capire alcune cose.

Queste righe però girano intorno a tutto quindi a nulla.

Enzo per me, come Spigoli e anche Boso sono dei fari.  Alcune cose, come questa,  non sembrano scritte da chi io ho conosciuto.

Sembra che con il tempo alcune cose siano cambiate, e forse non è più così tanto scontato: "PRIMA LA SAMPDORIA".

Non voglio dilungarmi con altre seghe mentali, dico soltanto che  a me questo che dice Enzo non lo "capisco" 

tutti quelli che hai citato erano all'assemblea

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, volalozar dice:

volevo essere politicalmente corretto. Avrei dovuto dire: MA CHE CAZZO DICONO ma soprattutto PERCHE'?

A me sembra che ci stiamo imbastardendo. Cose tipo il cenua siamo noi. Continuiamo a pensare che la Sampdoria sia di pochi eletti, perdonatemi che sia ad esclusiva di pochi eletti genovesi, ancor peggio vogliamo che chi genovese non è faccia quello che vogliamo noi. 

Paolo non era genovese, ha conosciuto la Sampdoria e si è innamorato e ci ha fatto impazzire. Garrone, genovese, ha preso la Sampdoria per onore e dovere. I risultati attuali, sia pure in certi momenti naif, sono migliori degli ultimi tempi. 

Felice di avere avuto i Garrone presidenti. Di Paolo neppure lo dico sarei pleonastico però ricordate quando si sedette in mezzo alla Sud e chiedeva di abbassare le bandiere e stare seduti?

Ora rompiamo i coglioni a questo che doveva fare in modo che non ci sanzionassero pesantemente e tiriamo fuori l'onore? 

Sapete che vi dico? Qualcuno ha trovato l'occasione per fare sto cinema .... forse in onore del Presidente

Scusami Vola, vorrei farti capire una cosa, quello che ha dato fastidio per arrivare a tutto questo non è la sua scesa in campo per placare gli animi e preventiva per una eventuale squalifica del campo. ma le parole che ha dato in seguito ai cronisti. Visto che lui è nel mondo della comunicazione da una vita avrebbe dovuto dosare le parole.

all'assemblea si è discusso di questo, si è presa una posizione, nel dire che la squadra avrà sempre il supporto della gradinata, come anche avranno supporto i collaboratori e  tutti quelli che operano nella società e che qualnque iniziativa sarà fatta distante dallo stadio e dal calcio giocato. Nessuno si permette di giudicare cessioni  o acquisti perchè noi siamo tifosi. (sarebbe molto più facile fare come i genoani appendere uno striscione e contestare, ma noi non siamo come loro) Il problema caro Vola è quello che ci portiamo avanti da quando si è insidiato, il rispetto verso la nostra storia le nostre tradizioni. Ha cominciato a criticare l'inno (bello o brutto è il NOSTRO inno) poi che oltre Chiavari non ci conoscono (noi che abbiamo giocato una finale di coppa campioni) e ha continuato criticando il Ravano (il gioiello a cui Paolo teneva di più) già per queste cose tempo si fece un'altra assemblea pubblica con tanto di lettera da recapitare al presdente.... Adesso se ne esce, con gli scappati di casa e perchè non ce ne stiamo a casa... solo perchè si è messo uno striscione di sprono per tutti per l'anno a venire? 

  • Like 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ma siamo proprio sicuri che per i quattro scappati di casa intendesse quelli degli striscioni e non quelli che lo hanno insultato?

Qualcuno si è preso la briga di chiederglielo? 

Con tutti gli spara cazzate che ci sono in giro, non c'è manco 1 Giornalista?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

L'unico punto in cui mi trovo in accordo (in parte) con Tirotta è quando dice che Ferrero parla sempre di quanto vale Tizio, che Caio con meno di x euro non si muove e cose di questo tipo. Però sono sempre queste le domande che gli fanno, e spero che tutti siamo d'accordo sul fatto che la permanenza della Sampdoria in serie A e addirittura nella "parte sinistra" della classifica è al momento (e probabilmente per molto altro tempo ancora) subordinata alle tanto vituperate "plusvalenze". Certo potrebbe fare l'ipocrita e dichiarare che nessuno è in vendita e che la Sampdoria non è un supermercato, o meglio ancora non parlare mai di mercato. Ma l'uomo è questo, nel bene e nel male e ci dobbiamo convivere. Per me queste sono tutte cazzate, in quella maledetta partita lui ha sbagliato con le dichiarazioni negli spogliatoi, e i tifosi hanno sicuramente sbagliato nell'insistere nei cori e nell'insultare il loro presidente (quelli che lo hanno fatto ovviamente). Il resto del pensiero di Tirotta e quanto dice sopra Robi mi trovano invece molto distante. Cosa si intende poi con "risultato morale"? Ci professiamo tifosi diversi, che conta solo la Sampdoria, a prescindere dal risultato, poi se la squadra arriva decima invece che sesta ce ne usciamo fuori che si antepone la plusvalenza al risultato sportivo? Vorrei che qualcuno più Sampdoriano di me mi spieghi come può una società come la Sampdoria andare avanti in questo calcio. Certo basta che ci sia un Paolo Mantovani che compra i migliori giocatori e li paghi come li pagherebbero la Juve o le altre. In realtà i tifosi della Sampdoria sono esattamente uguali a tutti gli altri tifosi, tipo quelli della Juve che dopo sei scudetti di fila, in seguito al pareggio a Crotone e la sconfitta interna col Napoli contestavano i giocatori! Ma vi rendete conto!

I fatti dicono che dopo Paolo tutti i Presidenti della Sampdoria sono stati criticati, sbeffeggiati e insultati, a partire da suo figlio Enrico. Certo hanno commesso degli errori, qualcuno ha detto anche delle sciocchezze, ma tutti sembra siano condannati a un confronto improponibile con una figura unica e con un periodo meraviglioso che difficilmente rivivremo. Questo secondo me è il nocciolo della questione.

  • Like 3
  • Thanks 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

io ho sentito un intervista su telenord dove non mi pare rispetti ne i genovesi ne i Presidenti precedenti , sono sempre stato a difesa del Presidente della Sampdoria  , qualunque esso sia , ma a tutto c'è un limite .
E mi spiace che per un pensiero del genere qualcuno pensi sia un rinnegato o voltagabbana , spiace tanto ma non mi faccio il problema .

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Questo è ciò che ho appena visto ......

«Da quando sono sceso in campo per condannare alcuni tifosi che cantavano cori contro i napoletani, molti tifosi sampdoriani mi contestano. È un peccato perché la tifoseria doriana è straordinaria, eccezionale. Da una parte li capisco, sono un po’ romano e un po’ esuberante e magari non erano abituati a personalità simili. Dall’altra dico che sono un uomo del fare e sto cercando di riportare la Sampdoria in alto. Europa League? Non faccio pronostici, ma l’anno prossimo giocheremo come quest’anno partita per partita. Adesso sono concentrato sul mercato, domani annuncerò il primo acquisto»

  • Like 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
13 minuti fa, ermannocristin dice:

 

I fatti dicono che dopo Paolo tutti i Presidenti della Sampdoria sono stati criticati, sbeffeggiati e insultati, a partire da suo figlio Enrico. Certo hanno commesso degli errori, qualcuno ha detto anche delle sciocchezze, ma tutti sembra siano condannati a un confronto improponibile con una figura unica e con un periodo meraviglioso che difficilmente rivivremo. Questo secondo me è il nocciolo della questione.

STANDING OVATION

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Inviato (modificato)
1 ora fa, Robi dice:

Scusami Vola, vorrei farti capire una cosa, quello che ha dato fastidio per arrivare a tutto questo non è la sua scesa in campo per placare gli animi e preventiva per una eventuale squalifica del campo. ma le parole che ha dato in seguito ai cronisti. Visto che lui è nel mondo della comunicazione da una vita avrebbe dovuto dosare le parole.

all'assemblea si è discusso di questo, si è presa una posizione, nel dire che la squadra avrà sempre il supporto della gradinata, come anche avranno supporto i collaboratori e  tutti quelli che operano nella società e che qualnque iniziativa sarà fatta distante dallo stadio e dal calcio giocato. Nessuno si permette di giudicare cessioni  o acquisti perchè noi siamo tifosi. (sarebbe molto più facile fare come i genoani appendere uno striscione e contestare, ma noi non siamo come loro) Il problema caro Vola è quello che ci portiamo avanti da quando si è insidiato, il rispetto verso la nostra storia le nostre tradizioni. Ha cominciato a criticare l'inno (bello o brutto è il NOSTRO inno) poi che oltre Chiavari non ci conoscono (noi che abbiamo giocato una finale di coppa campioni) e ha continuato criticando il Ravano (il gioiello a cui Paolo teneva di più) già per queste cose tempo si fece un'altra assemblea pubblica con tanto di lettera da recapitare al presdente.... Adesso se ne esce, con gli scappati di casa e perchè non ce ne stiamo a casa... solo perchè si è messo uno striscione di sprono per tutti per l'anno a venire? 

Non ce ne frega un cazzo dell'assemblea.

E te non sei nessuno per far capire qualcosa a qualcun altro, proprio te che ti barrichi dietro alle dichiarazioni di un elemento di spicco della tifoseria per partire con le tue tesi copiate e incollate un po' qua e un po' la.

28 minuti fa, luigi60 dice:

io ho sentito un intervista su telenord dove non mi pare rispetti ne i genovesi ne i Presidenti precedenti , sono sempre stato a difesa del Presidente della Sampdoria  , qualunque esso sia , ma a tutto c'è un limite .
E mi spiace che per un pensiero del genere qualcuno pensi sia un rinnegato o voltagabbana , spiace tanto ma non mi faccio il problema .

La difesa principale di cui ha bisogno la Sampdoria é quella dai giornali e dalle emittenti locali, per evitare che qualcuno vada dietro alle loro bugie.......

Modificato da Gianla

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Premesso che dalla frase "sono quattro scappati di casa" non mi sento affatto chiamato in causa , per sapere a chi esattamente si riferiva si dovrebbe chiederlo a lui. Detto questo Ferrero è Presidente della Samp da qualche anno ormai, chi fosse prima di arrivare qua ormai lo sanno tutti, che personaggio sia lo si era capito alla conferenza stampa per il passaggio di proprietà, quali siano le sue strategie di gestione della Società è chiaro a tutti da altrettanti anni.

Quindi ? Quale è il problema ?

La frase "sono quatto scappati di casa " ? C'è chi ha detto che eravamo abituati alla nutella ed era tempo di mangiare un pò di merda ed in tantissimi ancora lo adorano . E lui si riferiva a tutti noi non ai quattro di cui sopra.

Oppure il problema è che vende Torreira e magari Viviano ? 

Io spesso mi chiedo se noi siamo tifosi oppure qualcos'altro di non meglio definito tipo censori, casta intoccabile, depositari dei riti liturgici.....mah.....

  • Like 3

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Per me l'ultima che hai.detto

E quando si parla di tifoseria blucerchiata onestà intellettuale esige che si tenga conto della molteplicità e disomogeneità di ina gran massa di persone. Se i gruppi della sud e chi ne condivide pensieri e azioni si può essere sentito offeso della frase inappropriata e politicamente scorretta, può essere che il tifoso deo distinti o della tribuna non l'abbia trovata grave o addirittura l'abbia apprezzata, senza contare che tanti poi non ci avranno dato nessuna importanza vivendo la Sampdoria in modo completamente diverso.

Sarò abbelinato vecchio e rincoglionito ma a mio modestissimo parere se si fosse andati in EL Ferrero avrebbe continuato ad essere il Presidente di tutti 

 

Ps: io ero convinto che lo striscione fosse rivolto ai giocatori ( e così  mi eta stato spiegato da chi ne sa) ma oggi scopro che era rivolto alla Società ... ... belin proprio vero che non capisco un cazzo 

  • Like 4

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ma infatti lo striscione non c'entra una minchia, quelli che lui ha insultato sono quelli che hanno insultato lui.

Che non è certo Mantovani, è un romano de roma che se gli sputi lui ti risputa di tutto di più.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
51 minuti fa, Erreci dice:

.........

Ps: io ero convinto che lo striscione fosse rivolto ai giocatori ( e così  mi eta stato spiegato da chi ne sa) ma oggi scopro che era rivolto alla Società ... ... belin proprio vero che non capisco un cazzo 

Ecco.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io non escludo che sempre per strategia di limitazione provvedimenti, fosse riferito a chi faceva il coro, e quindi era una dichiarazione tesa a limitare il numero di tifosi coinvolti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
9 ore fa, Forrest Samp dice:

Io non escludo che sempre per strategia di limitazione provvedimenti, fosse riferito a chi faceva il coro, e quindi era una dichiarazione tesa a limitare il numero di tifosi coinvolti.

Anche io penso che il suo intento fosse questo

Il prossimo investimento lo farei in un corso di comunicazione efficace.

  • Like 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

  • Chi sta navigando   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

×