Jump to content
Sign in to follow this  
Daitarn

Riccardo Pecini

Recommended Posts

Non si può non avere una discussione sul capo della nostra rete di osservatori che negli ultimi anni sta portando in blucerchiato tanti giovani talenti.

Pecini è stato intervistato da quel giornaletto di Tuttosport e ne metto qui uno stralcio, interessante soprattutto per capire quanta importanza viene data al contesto in cui un giocatore cresce, alla sua capacità di apprendimento e cultura del lavoro, oltre che ovviamente al talento.

Riccardo Pecini, talent scout e capo osservatore della Sampdoria si è concesso ad una lunga intervista a Tuttosport in cui racconta retroscena di mercato e i segreti delle scelte che hanno portato, fra gli altri, giocatori come Icardi, Skriniar e Schick in maglia blucerchiata.

LA SCELTA - "Vedere una partita e individuare il più forte è facile, possono farlo tutti. La difficoltà vera è capire: va bene per me? Può fare il lavoro di cui ho bisogno? L’incognita nella selezione del talento è la testa, il resto lo fa l’allenatore. Prendo informazioni sulla famiglia, sul contesto da cui proviene, poi mi fido delle sensazioni. Cerco ragazzi che abbiano voglia, per cui la Samp non sia un ripiego, e con tanta intelligenza cognitiva perché Giampaolo in quello è esigente. Se un 18enne parla quattro lingue, è probabile sia svelto nell’apprendimento. Poi evito chi crea problemi: uno sregolato rovina l’ambiente, un timido non sarà mai un leader ma magari darà sempre il 100%. Ci sono criteri oggettivi per l’alto livello: per esempio, ho visto un solo centrale di 1.75 giocare una finale dei Mondiali (Cannavaro): meglio che in quel ruolo ci siano i centimetri... Poi dipende dal club in cui operi: certi prediligono la struttura fisica perché paga nel breve e altri la tecnica che lo fa a lungo termine".

KONDOGBIA - "Però per me non si sbaglia un giocatore, semmai si prende un giocatore non adatto in quel momento a quella squadra. Esempio: non credo che l’Inter abbia sbagliato su Kondogbia, credo che Kondogbia sia arrivato nel posto sbagliato nel momento sbagliato".

SCHICK - "Io un ragazzo prima lo scelgo, poi guardo le statistiche. Gli inglesi hanno dipartimenti che studiano numeri, per me sono solo un supporto. In una punta di 24­25 anni i numeri contano, in una di 19 no. Se avessimo ragionato coi numeri, Schick non l’avremmo preso".

IN CERCA DI TERZINI FORTI - "Il ruolo più ricercato? Attualmente I terzini. Tutti li vogliono perché non ce ne sono. C’è stata una moda post­guardiolista che ha portato gli esterni d’attacco a giocare terzini, perché tutti cercavano spinta e qualità. Ora si torna alla ricerca del terzino puro, che sa difendere, ma quel tipo di giocatore non è stato prodotto. Poi i difensori da linea a tre e le seconde punte: il 4­3­3 è in calo".

LA SVEZIA E L'AFRICA - "Miniere d'oro? Sta tornando alla grande la Svezia. Bene anche la Repubblica Ceca. Poi ci sono scuole calcistiche buone che l’Italia a tratti non attrae, come la Francia o l’Est Europa. Sull’Africa ci penalizzano le regole. Il calciatore africano ha tutto, gli manca proprio quello che qui possiamo dare più che altrove: organizzazione e cultura del lavoro. Ma siamo svantaggiati dalle regole, quindi arriviamo sempre dopo. Io però credo in quel mercato: che cosa mi impedisce di pensare che in Gabon ci siano altri 10 Aubameyang, che non hanno avuto la fortuna di arrivare in Europa giovani? In Asia chi ha buone strutture ha sempre prodotto buoni giocatori, pensate alla Corea del Sud. Ma anche lìr egole e cultura ci limitano: perché un sudcoreano può far bene all’Amburgo e non in Italia? Poi c’è la grande incognita Cina: se si sviluppa dal basso, è presumibile che alla lunga possa cannibalizzare il continente".

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Dopo quattro anni, le strade di Riccardo Pecini e della Sampdoria si separano. L’ormai ex dirigente blucerchiato, che proseguirà la sua carriera a Empoli, ha concluso ufficialmente la sua avventura a Genova: «Il presidente Massimo Ferrero e tutta l’U.C. Sampdoria ringraziano e salutano Riccardo Pecini. All’ex direttore sportivo del Settore Giovanile auguriamo il più sincero in bocca al lupo per il prosieguo di carriera», il comunicato apparso sul sito ufficiale della società. Contestualmente, l’Empoli ha ufficializzato il suo ingaggio come nuovo direttore generale.

  • Sad 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

In bocca al lupo, grazie per questi anni vissuti lontano dai riflettori ma sempre sul pezzo. Buona parte delle nostre recenti fortune portano la tua firma, speriamo un giorno di rincrociarci.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

avevo letto della rescissione del contratto con l'Empoli , ma non sapevo dipendesse da una grana che potrebbe anche fare aprire un fascicolo della procura federale

 

 
David Biuzzi 25 Aprile 2019
 
 
 
 

EMPOLI. Le strade dell'Empoli e del direttoe generale Riccardo Pecini si separano. Restano da stabilire modalità e tempi, ma il divorzio è ormai scontato.

E non riguarda l'andamento, non esaltante e non in linea coi programmi, della squadra. Il sito specializzato Calciomercato.com, infatti, nei giorni scorsi ha pubblicato alcune notizie riguardo al dirigente azzurro. E, in particolare, alla sua attività nella società Studio Fut. Fondata fra il maggio e giugno scorso si occupa principalmente di promozione di attività delle scuole calcio ma nel suo statuto ci sarebbe anche la possibilità di fare attività di mediazione per la stipula di contratti con club professionistici.

Attività che non risulta svolta, in effetti, ma di cui l'Empoli non era a conoscenza. La rivelazione, dunque, ha intaccato il rapporto di fiducia e alcuni incontri fra i massimi dirigenti azzurri e il dg non sono serviti a ricucire lo strappo. Come detto restano da capire modi e tempi della separazione, che potrebbe essere immediata o a fine stagione, che comunque è scontata. Riguarderà anche un altro dirigente, Viola, arrivato proprio con Pecini e socio con Pecini (e altre persone) nella società Studio Fut.

Il progetto societario iniziato a giugno con l'arrivo dell'ex sampdoriano, che aveva firmato un triennale, è dunque già finito

 

 

Da notare che primocanazzo parli di "Sampdoria in ansia" per la vicenda... me ne sfuggirebbe il motivo, ma vabbè

Share this post


Link to post
Share on other sites

In ansia, l'ultima volta che ho controllato, ci sono loro e tutti i bibbi come loro per le note vicende di classifica. Ah no, ma tanto si salvano in carrozza.... :poveretti:

  • Like 1
  • Haha 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
13 ore fa, labbrodinovisad dice:

avevo letto della rescissione del contratto con l'Empoli , ma non sapevo dipendesse da una grana che potrebbe anche fare aprire un fascicolo della procura federale

 

 
David Biuzzi 25 Aprile 2019
 
 
 
 

 

EMPOLI. Le strade dell'Empoli e del direttoe generale Riccardo Pecini si separano. Restano da stabilire modalità e tempi, ma il divorzio è ormai scontato.

E non riguarda l'andamento, non esaltante e non in linea coi programmi, della squadra. Il sito specializzato Calciomercato.com, infatti, nei giorni scorsi ha pubblicato alcune notizie riguardo al dirigente azzurro. E, in particolare, alla sua attività nella società Studio Fut. Fondata fra il maggio e giugno scorso si occupa principalmente di promozione di attività delle scuole calcio ma nel suo statuto ci sarebbe anche la possibilità di fare attività di mediazione per la stipula di contratti con club professionistici.

Attività che non risulta svolta, in effetti, ma di cui l'Empoli non era a conoscenza. La rivelazione, dunque, ha intaccato il rapporto di fiducia e alcuni incontri fra i massimi dirigenti azzurri e il dg non sono serviti a ricucire lo strappo. Come detto restano da capire modi e tempi della separazione, che potrebbe essere immediata o a fine stagione, che comunque è scontata. Riguarderà anche un altro dirigente, Viola, arrivato proprio con Pecini e socio con Pecini (e altre persone) nella società Studio Fut.

Il progetto societario iniziato a giugno con l'arrivo dell'ex sampdoriano, che aveva firmato un triennale, è dunque già finito

 

 

Da notare che primocanazzo parli di "Sampdoria in ansia" per la vicenda... me ne sfuggirebbe il motivo, ma vabbè

:paura::paura::paura:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Vabbè lo vogliono mandare via senza pagargli tutto il contratto e trovano un pretesto legale. Normale amministrazione.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Bisogna vedere se lo Studio si chiama Fut oppure Futt.

Il discorso cambia radicalmente

Share this post


Link to post
Share on other sites
47 minuti fa, djsmith dice:

Ora ha le carte in regola per finire alla Lazio o al Milan.

era già accasato alla corte marottiana all'Inter, ma adesso credo sia saltato tutto

Share this post


Link to post
Share on other sites

Credo si tratti semplicemente di conflitto di interessi.

 

Se fai il grossista di pere e tratti gli acquisti di pere per un supermercato di cui sei dipendente, sei in conflitto di interessi...

 

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 ore fa, cillo2461 dice:

Credo si tratti semplicemente di conflitto di interessi.

 

Se fai il grossista di pere e tratti gli acquisti di pere per un supermercato di cui sei dipendente, sei in conflitto di interessi...

 

Coca cola chi vespa mangia le mele
Coca cola chi
Coca chi non vespa più e mangia le pere (di Pecini)

  • Haha 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 14/5/2019 at 18:01, ventoela dice:

Coca cola chi vespa mangia le mele
Coca cola chi
Coca chi non vespa più e mangia le pere (di Pecini)

O.T. Coca chi non vespa più e mangia  si fa le pere... 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Anche in questo caso sarebbe bello avere il copia e incolla dei giudizi che gli illuminati affibiarono alla nostra dirigenza, rea di essersi lasciata scappare il (bravo) Pecini

Grandissimo talent scout ma evidentemente con qualche pretesa di troppo........

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, mache dice:

Anche in questo caso sarebbe bello avere il copia e incolla dei giudizi che gli illuminati affibiarono alla nostra dirigenza, rea di essersi lasciata scappare il (bravo) Pecini

Grandissimo talent scout ma evidentemente con qualche pretesa di troppo........

La società Studio Fut l'ha fondata quando aveva già deciso di non continuare la collaborazione con noi, quindi i giudizi dei nostri illuminati si basarono solo esclusivamente sull'operato svolto per l'UC Sampdoria.

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, Robi dice:

La società Studio Fut l'ha fondata quando aveva già deciso di non continuare la collaborazione con noi, quindi i giudizi dei nostri illuminati si basarono solo esclusivamente sull'operato svolto per l'UC Sampdoria.

Però decidetevi... perché i tuoi amici di Primocanile dicono che la Sampdoria è in ansia per la vicenda

Ps: anche a me, le tempistiche non tornano

Certo, tra Pecini e Pradè non stanno facendo esattamente un gran salto di qualità

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
33 minuti fa, labbrodinovisad dice:

Però decidetevi... perché i tuoi amici di Primocanile dicono che la Sampdoria è in ansia per la vicenda

Ps: anche a me, le tempistiche non tornano

Certo, tra Pecini e Pradè non stanno facendo esattamente un gran salto di qualità

Luca, ma loro possono dire come vogliono, io ti dico come la vedo io.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
56 minuti fa, Robi dice:

Luca, ma loro possono dire come vogliono, io ti dico come la vedo io.

in effetti, come dicevo, come tempistiche non torna

aggiungerei che non capisco cosa debba temere l'Empoli ed a maggior ragione la Sampdoria, dove Pecini era solo capo degli osservatori

Poi, se devo dirla fuori dai denti, si tratta di conflitti d'interessi piuttosto diffusi nel mondo del pallone, ed accettati più o meno tacitamente

Share this post


Link to post
Share on other sites

Se qualcuno rischia qualcosa è Pecini, le società perché mai dovrebbero stare in ansia? E di che e per cosa? Al limite potrebbero essere vittime del doppiogioco di pecini, se mai lo ha fatto 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io più che altro non capisco cosa cazzo ce ne debba fregare di Pecini in generale.....boh.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Sign in to follow this  

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×
×
  • Create New...