Vai al contenuto
labbrodinovisad

Uc Sampdoria vs Frosinone

Recommended Posts

e allora se son discorsi inutili non parliamo più di calcio e parliamo di fica o di gastronomia 

  • Like 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
11 minuti fa, Daitarn dice:

 

Non mi riferivo a te in particolare, e come ho scritto sono anche d’accordo che uno con quelle caratteristiche faccia comodo, ma se tanto il mister non cambia gioco neanche sotto tortura mi sembrano discorsi inutili, tutto lì

Un po di tempo fa avevamo visto almeno allargare un po’ il gioco sulle fasce,ma ieri non ha funzionato niente, non è certo la partita da prendere come riferimento..anzi si, in negativo

Più che altro ieri non ho capito 2 cose:

1) perché sulla nostra destra il gioco era chiamare il triangolo e poi,anziché buttarsi in area,scappavano tutti sulla fascia?

2) perché qualcuno non ha provato a tirare in porta senza entrare in area? (A parte una volta Praet)

  • Like 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Venivano tutti nell'angolo destro perchè c'ero io, per una volta eccezionalmente in tribuna. Volendo trovare un lato positivo: non avevo mai visto tanti giocatori e tante fasi di gioco così da vicino. Per il resto sulla partita ho già dato il mio giudizio e preferisco non scrivere altro, perchè a distanza di un giorno continuo a non essere - sportivamente - nè sereno nè equilibrato.

 

  • Like 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Centrali del Frosinone: Capuano, Salamon, Goldaniga

Non è certo coi cross alti che dovevi metterli in difficoltà... il più piccolo è 1.85, gli altri abbondantemente sopra l'1.90

Dovevi fare quello che fai sempre, magari cambiando più gioco ma con passaggi e movimenti veloci, non con possesso palla sterile fine a sè stesso

Ieri non ha funzionato niente, puoi avere anche Ronaldo là davanti se la squadra è ferma e non c'è movimento senza palla te lo meni

  • Like 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
19 minuti fa, Daitarn dice:

 

Non mi riferivo a te in particolare, e come ho scritto sono anche d’accordo che uno con quelle caratteristiche faccia comodo, ma se tanto il mister non cambia gioco neanche sotto tortura mi sembrano discorsi inutili, tutto lì

Un po di tempo fa avevamo visto almeno allargare un po’ il gioco sulle fasce,ma ieri non ha funzionato niente, non è certo la partita da prendere come riferimento..anzi si, in negativo

Visto che mi hai citato, voglio premettere che non critico assolutamente (come mai ho fatto) la società perchè ha venduto Zapata ... Concordavo solo con Erreci che in partite come queste, una soluzione alla Zapata ci permetterebbe di avere qualche alternativa in più.

E' chiaro che sono chiacchere da bar, ma non sono fatte con l'intenzione di criticare o buttare merda... Sono fatte con l'intenzione di aiutare a digerire la merda ingoiata dopo aver perso una partita in casa con la penultima in classifica. Analizzando alla mode Bar style mi distraggo dal giramento di cazzo della sconfitta.

Ma squadra, società e allenatore il supporto da me lo hanno a prescindere fino a che ognuno si impegna nel proprio lavoro, come del resto hanno fatto tutta la stagione.

Poi pur essendo molto contento di aver Giampaolo e ritenendolo un validissimo allenatore, c'è però una cosa che non condivido tanto ed è l'integralismo tattico, quello un po' sul belino mi sta

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
12 minuti fa, Daitarn dice:

Centrali del Frosinone: Capuano, Salamon, Goldaniga

Non è certo coi cross alti che dovevi metterli in difficoltà... il più piccolo è 1.85, gli altri abbondantemente sopra l'1.90

Dovevi fare quello che fai sempre, magari cambiando più gioco ma con passaggi e movimenti veloci, non con possesso palla sterile fine a sè stesso

Ieri non ha funzionato niente, puoi avere anche Ronaldo là davanti se la squadra è ferma e non c'è movimento senza palla te lo meni

Ma io non chiedevo cross a capocchia,ma per dire:

Corner e punizioni battute senza tanti fronzoli,buttarsi in area anzi che farsi vedere troppo da Liam,provare ogni tanto a tirare.

Non abbiamo controprova,ma portando più palloni in area o provando qualche conclusione,magari...Gabbia,Quaglia,Sau,Praet,Linetty,Ramirez,Saponara e anche Defrel il tiro hanno dimostrato di averlo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Per andare al tiro bisogna creare spazio, lo spazio lo crei o saltando l'uomo e creando superiorità numerica o col movimento senza palla

Ieri non ci è riuscito niente di tutto questo e abbiamo perso meritatamente in casa con la penultima in classifica

Bisogna mangiarne ancora di pastasciutta prima di diventare grandi

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

.... però se avessimo avuto un po' di culo, come ad esempio sul palo di Quagliarella, parleremmo di una squadra cazzuta che pur giocando male porta a casa punti.

testa a San Siro

  • Like 2
  • Thanks 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, Daitarn dice:

Centrali del Frosinone: Capuano, Salamon, Goldaniga

Non è certo coi cross alti che dovevi metterli in difficoltà... il più piccolo è 1.85, gli altri abbondantemente sopra l'1.90

Dovevi fare quello che fai sempre, magari cambiando più gioco ma con passaggi e movimenti veloci, non con possesso palla sterile fine a sè stesso

Ieri non ha funzionato niente, puoi avere anche Ronaldo là davanti se la squadra è ferma e non c'è movimento senza palla te lo meni

E per chi cazzo crossi? Per Sau?e soprattutto se in area c'è il solo Quagliarella che cazzo la metti in mezzo a fare sia alta che bassa? 

Belin erano tutti nell'angolo di destra, pure Linetty, tranne Quagliarella ( qualche volta ci è andato pure lui) manco la dessero gratis in quella zona di campo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Nel corso del primo tempo non è mai stata passata palla sugli smarcamenti di Gabbiadini: sembrava quasi che Gabbia stesse sul cazzo a Beres e Praet che hanno continuato imperterriti a tentare il solito uno due tra loro o.il passaggio indietro a Andersen :l

Gabbiadini era stato messo a destra immagino proprio per rientrare al centro e tirare col suo sinistro  .... 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ci sarà stato un pezzo di fica attaccata al plexiglass dietro la bandierina che la faceva vedere a tutti quelli che passavano, non c'è altra spiegazione

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Premetto che non mi riferisco espressamente a qualcosa in particolare  scritto qui sopra ma ad un sentimento generale che percepisco tra i Sampdoriani oggi ed ho percepito in altri momenti e che peraltro è condiviso un pò da tutte le tifoserie, quindi probabilmente è una sindrome genetica  che colpisce i tifosi

Mi chiedo come un allenatore possa essere un piccolo genio della tattica e qualche giorno dopo un completo idiota salvo tornare genio magari dopo una settimana

Mi chiedo come dei calciatori possano essere delle macchine pressochè perfette salvo diventare in men che non si dica delle capre, debosciati e rubastipendi.

Abbiamo giocato di merda , abbiamo sbagliato praticamente tutto quello che si poteva sbagliare.

Non abbiamo avuto certo culo nelle pochissime occasioni in cui l'abbiamo fatta quasi giusta.

E niente si ricomincia. L'allenatore deve capire che errori ha fatto, se li ha fatti, ed essere bravo a far capire ai calciatori dove e perchè hanno sbagliato. Finiamola una volta per tutte con le menate dell'impegno, della fame e così via. Io sono dovuto andare in analisi per superare questo "pattern" ma ce l'ho fatta 🙂

Siamo una squadra di buon livello, ben allenata che può legittimamente aspirare a giocarsi un posticino che valga l'Europa. Niente di più niente di meno.

Sono certo che ci proveremo , non che ci riusciremo.

 

  • Like 3

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Eccoli qua pronti, da Primocanale.it, rigorosamente senza firma.....

Sampdoria, la storia si ripete: società e squadra già in disarmo

 
lunedì 11 febbraio 2019
 
Sampdoria, la storia si ripete: società e squadra già in disarmo
 

SAMPDORIA - E' la solita storia che si ripete, non senza imbarazzo e vergogna. Sboccia febbraio, il mese delle settimane bianche. E la Sampdoria la bandiera bianca l’ammaina con largo anticipo, il Baciccia blucerchiato tira i remi in barca e va in rimessaggio. Sino a quando e perché non è dato saperlo, ma se tre indizi fanno una prova la situazione è di nuovo questa, certificata dalla scialba prestazione con il Frosinone e da una sconfitta che smorza le peraltro timide ambizioni europee della Samp.

E dire che la scorsa estate i dirigenti, con in testa il responsabile dell’area tecnica Walter Sabatini, avevano sbandierato ai quattro venti l’innalzamento dell’ormai stucchevole asticella, arrivando persino a parlare di obiettivo zona Champions League. “L’ho sparata grossa perché quest’anno non vogliamo cali di tensione”, aveva spiegato a latere Sabatini. Evidentemente anche lui aveva sottovalutato gli effetti della macaja. Ammesso che di questo si tratti.

Ora tutte le responsabilità convergono su Marco Giampaolo, che nel giro di una settimana il presidente Ferrero ha messo prima alla berlina, urlando che vorrebbe strozzarlo per avergli fatto vendere Zapata all’Atalanta, poi alla porta, affermando di essere pronto a liberarlo se decidesse di andarsene altrove. Al netto delle colpe dell’allenatore – che probabilmente nel suo bagaglio non possiede le armi del potente motivatore – Ferrero dimentica di avergli smantellato per l’ennesima volta nel giugno del 2018 la spina dorsale della squadra, costringendolo a ricominciare daccapo.

Il presidente e la società vorrebbero coniugare plusvalenze milionarie, lauti guadagna per sé e la propria famiglia con le ambizioni sportive. Ma non funziona così. Tant’è che la popolarità di Ferrero e della sua gestione è crollata ai minimi storici, anche per effetto dell’inchiesta giudiziaria che lo ha travolto e che paventa da Roma nuove, ulteriori rivelazioni a suo carico. Una situazione che, non a caso, alimenta le indiscrezioni di una Sampdoria in vendita, addirittura in procinto mercoledì di passare di mano ad una cordata anglosassone guidata da Gianluca Vialli. Voci che Ferrero bolla come cazzate, ma che continuano ad imperversare, destabilizzando l’ambiente.

Un ambiente che deve fare già i conti con un Giampaolo delegittimato dallo stesso presidente, con giocatori che sanno di essere alla Samp soltanto in transito e ai quali il risultato sportivo interessa, sia pure inconsciamente, poco e niente. La partita con il Frosinone rappresentava un bivio ed è stata imboccata la solita strada senza via di uscita sino a maggio.

Ma il dato più inquietante è un altro: nonostante incentivi assortiti e prezzi di favore, allo stadio oltre ai 17.000 abbonati, forse nemmeno tutti presenti, c’erano appena 1.800 paganti. La Sampdoria di Ferrero, ormai, non raggiunge nemmeno la soglia minima dei 20.000 spettatori, con una media di circa  4.000 in meno rispetto a stagioni persino meno positive sul piano dei risultati.

Bisognerebbe rispondere su questo, anziché vantare un accordo capestro con il Comune, che si accinge di fatto a regalare lo stadio Ferraris per 99 anni a chi non ha a cuore "sta cazzo di città" e nemmeno la squadra e persegue l’unico scopo di coltivare i propri interessi personali e il culto della personalità.

Se il futuro della Sampdoria è questo - vivacchiare in serie A, smettere di giocare a febbraio, realizzare enormi plusvalenze, perdere tifosi e deteriorare la propria immagine a livello nazionale - va ammesso senza mezzi termini. E soprattutto senza illudere la gente, che peraltro ha già capito e metabolizzato l'andazzo: l'applauso di ieri alla squadra, sconfitta in casa dal modestissimo Frosinone, è emblematico. La parola d'ordine è accontentarsi. Perché se il presente non è luminoso, i tifosi che amano davvero la Sampdoria sanno che il futuro rischia di essere addirittura oscuro

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
12 minuti fa, cillo2461 dice:

Eccoli qua pronti, da Primocanale.it, rigorosamente senza firma.....

Sampdoria, la storia si ripete: società e squadra già in disarmo

 
lunedì 11 febbraio 2019
 
Sampdoria, la storia si ripete: società e squadra già in disarmo
 

SAMPDORIA - E' la solita storia che si ripete, non senza imbarazzo e vergogna. Sboccia febbraio, il mese delle settimane bianche. E la Sampdoria la bandiera bianca l’ammaina con largo anticipo, il Baciccia blucerchiato tira i remi in barca e va in rimessaggio. Sino a quando e perché non è dato saperlo, ma se tre indizi fanno una prova la situazione è di nuovo questa, certificata dalla scialba prestazione con il Frosinone e da una sconfitta che smorza le peraltro timide ambizioni europee della Samp.

E dire che la scorsa estate i dirigenti, con in testa il responsabile dell’area tecnica Walter Sabatini, avevano sbandierato ai quattro venti l’innalzamento dell’ormai stucchevole asticella, arrivando persino a parlare di obiettivo zona Champions League. “L’ho sparata grossa perché quest’anno non vogliamo cali di tensione”, aveva spiegato a latere Sabatini. Evidentemente anche lui aveva sottovalutato gli effetti della macaja. Ammesso che di questo si tratti.

Ora tutte le responsabilità convergono su Marco Giampaolo, che nel giro di una settimana il presidente Ferrero ha messo prima alla berlina, urlando che vorrebbe strozzarlo per avergli fatto vendere Zapata all’Atalanta, poi alla porta, affermando di essere pronto a liberarlo se decidesse di andarsene altrove. Al netto delle colpe dell’allenatore – che probabilmente nel suo bagaglio non possiede le armi del potente motivatore – Ferrero dimentica di avergli smantellato per l’ennesima volta nel giugno del 2018 la spina dorsale della squadra, costringendolo a ricominciare daccapo.

Il presidente e la società vorrebbero coniugare plusvalenze milionarie, lauti guadagna per sé e la propria famiglia con le ambizioni sportive. Ma non funziona così. Tant’è che la popolarità di Ferrero e della sua gestione è crollata ai minimi storici, anche per effetto dell’inchiesta giudiziaria che lo ha travolto e che paventa da Roma nuove, ulteriori rivelazioni a suo carico. Una situazione che, non a caso, alimenta le indiscrezioni di una Sampdoria in vendita, addirittura in procinto mercoledì di passare di mano ad una cordata anglosassone guidata da Gianluca Vialli. Voci che Ferrero bolla come cazzate, ma che continuano ad imperversare, destabilizzando l’ambiente.

Un ambiente che deve fare già i conti con un Giampaolo delegittimato dallo stesso presidente, con giocatori che sanno di essere alla Samp soltanto in transito e ai quali il risultato sportivo interessa, sia pure inconsciamente, poco e niente. La partita con il Frosinone rappresentava un bivio ed è stata imboccata la solita strada senza via di uscita sino a maggio.

Ma il dato più inquietante è un altro: nonostante incentivi assortiti e prezzi di favore, allo stadio oltre ai 17.000 abbonati, forse nemmeno tutti presenti, c’erano appena 1.800 paganti. La Sampdoria di Ferrero, ormai, non raggiunge nemmeno la soglia minima dei 20.000 spettatori, con una media di circa  4.000 in meno rispetto a stagioni persino meno positive sul piano dei risultati.

Bisognerebbe rispondere su questo, anziché vantare un accordo capestro con il Comune, che si accinge di fatto a regalare lo stadio Ferraris per 99 anni a chi non ha a cuore "sta cazzo di città" e nemmeno la squadra e persegue l’unico scopo di coltivare i propri interessi personali e il culto della personalità.

Se il futuro della Sampdoria è questo - vivacchiare in serie A, smettere di giocare a febbraio, realizzare enormi plusvalenze, perdere tifosi e deteriorare la propria immagine a livello nazionale - va ammesso senza mezzi termini. E soprattutto senza illudere la gente, che peraltro ha già capito e metabolizzato l'andazzo: l'applauso di ieri alla squadra, sconfitta in casa dal modestissimo Frosinone, è emblematico. La parola d'ordine è accontentarsi. Perché se il presente non è luminoso, i tifosi che amano davvero la Sampdoria sanno che il futuro rischia di essere addirittura oscuro

Meno male che ci sono i bibbins ed il loro bresidende che portano lustro alla città .....

  • Like 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Non vorrei che si stesse tornando ai tempi di Luxottica .....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mi pare che i segnali siano quelli, il modus operandi simile e , forse, il fronte delle truppe d'assalto sia questa volta, ahimè, ancora più coeso.

  • Like 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
2 ore fa, Daitarn dice:

Per andare al tiro bisogna creare spazio, lo spazio lo crei o saltando l'uomo e creando superiorità numerica o col movimento senza palla

Ieri non ci è riuscito niente di tutto questo e abbiamo perso meritatamente in casa con la penultima in classifica

Bisogna mangiarne ancora di pastasciutta prima di diventare grandi

e' esattamente cio' che e' mancato, arrivavi all' 1-2 col compagno e contiluavi a menartelo col fraseggio indietro senza mai saltare l'uomo

come se avessi paura!!!

2 ore fa, volalozar dice:

.... però se avessimo avuto un po' di culo, come ad esempio sul palo di Quagliarella, parleremmo di una squadra cazzuta che pur giocando male porta a casa punti.

testa a San Siro

ci hai provato ma come dicevo sopra, col braccino del tennista, o belino mollo che dir si voglia. poi se x caso avessi fatto punti ,  tutti giornali tv radio e coppole di belino a premiare la  "pazienza" di tenere e far girar palla .

Mi ritengo  comunque soddisfatto, che si vada in Europa (quasi impossibile) o ci si salvi dignitosamente , basta vedere ogni tanto qualche bella partita, e alcune squadre non proprio simpatiche ai miei piedi……...

il resto e' fuffa

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
5 ore fa, Robi dice:

 Diciamo che se non segna Quagliarella facciamo una fatica matta a gonfiare la rete, è qualcosa su cui il mister deve lavorare per trovare soluzioni, pensiamo con fiducia alla prossima.

beh, per gol segnati, ed anche per varietà di giocatori andati a rete non siamo messi male, però

a me sembra semplicemente che ieri avessimo molto nervosismo, molta meno lucidità e precisione, e molta meno brillantezza rispetto al solito

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

comunque:

A) il pezzo INDECENTE di Primocanale sarei molto curioso di sapere di chi è. Un sospetto ce l'ho, però

B) Mettiamolo nella apposita discussione dei C1ornalai di merda

C) quel PEZZENTE di Maurizio ROssi, politicante da tre balle ed una palanca, vada a farsi campagna elettorale altrove. RUMENTA DI UNA RUMENTA

D) Se i Doriani, anche persone che scrivono qui sopra, scrivono delle idiozie alla prima partita persa male dopo mesi, che cazzo volete che scrivono quelle sottomerde di Primocanale?

ps: quando Carige si inguaiava per salvare il culo ai pezzenti amici loro, Primocanile era ben ben muta

Mi aspetta che la società Sampdoria li mandi a fanculo e li metta alla porta

  • Like 5
  • Thanks 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Labbro sempre lucido e preciso. Non ho letto però tutte ste idiozie qui sopra, mi pare si cerchi solo di farsi una ragione di una prestazione inattesa.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Labbro usa il lucida labbre alla fragola 

Tanto vi dovevo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
47 minuti fa, liam dice:

Labbro sempre lucido e preciso. Non ho letto però tutte ste idiozie qui sopra, mi pare si cerchi solo di farsi una ragione di una prestazione inattesa.

idiozie non comparabili, ma qualche idiozia l'ho letta pure qui

48 minuti fa, liam dice:

Labbro sempre lucido e preciso. Non ho letto però tutte ste idiozie qui sopra, mi pare si cerchi solo di farsi una ragione di una prestazione inattesa.

in generale, la stragrande maggioranza dei commenti qui sopra è come hai scritto tu

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
2 ore fa, Erreci dice:

Non vorrei che si stesse tornando ai tempi di Luxottica .....

tra parentesi, mi dicono che il solito scio Parodi sabato rilanciava la cosa della cordata col fondo estero e Vialli presidente

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


  • Chi sta navigando   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

×
×
  • Crea Nuovo...