Jump to content

Il Presidente


orso
 Share

Recommended Posts

Il 5/8/2021 at 11:31, Robi dice:

io sono altamente in buona fede che se fossi il presidente pur di vedere la Sampdoria in ottima salute economica sarei disposto a rinunciare allo stipendio e di regalarla a chi ha voglia di portare avanti un simbolo una storia un passato.

Praticamente quello che ha fatto Garrone 😀 o no ?

  • Thanks 1
  • Haha 2
Link to comment
Share on other sites

  • 1 month later...
  • 4 weeks later...

"Ma perché non apriamo al 100%? Io ho gli ultras che sono 8000, la curva per ora non li conterrebbe tutti e non vengono perché vogliono essere uniti. "

Qualcuno potrebbe  dire che in Gradinata Sud non tutti gli 8000 abbonati sono ultras o facenti parte dei Gruppi della Sud? Qualcuno potrebbe far notare che domenica la sud di sotto era quasi totalmente piena? Si è chiesto il Presidente chi fossero quelli  che hanno intonato più volte un coro a lui dedicato oltre che cantare per il DORIA per gran parte della partita?

Capisco che voglia arrufianarsi chi lo contesta - esercizio peraltro inutile- ma un po' di rispetto per chi sta tentando di supportare la squadra non sarebbe sgradito 

Seguono perdincibacco e perdindirindina a profusione 

Link to comment
Share on other sites

io che da coglione due anni fa mi sono fatto scadere la prelazione sud dopo che dal 1974 ero abbonato, pur di vedere il Doria me ne sono andato nella Nord... sarà perchè non sono un ultras, però non l'ho vissuta come una tragedia..... veramente un po' si il giorno che mi sono accorto della prelazione scaduta 😉

Link to comment
Share on other sites

  • 1 month later...

tre spiccioli tre , presidente

1) in passato è stato implicitamente fedele al motto "chi più spende, meno spende", e farebbe bene a ricordarsi anche di questo. Per noi la B sarebbe una tragedia sportiva, perchè la Sampdoria è il nostro cuore, e si aprirebbero prospettive davvero inquietanti nel caso. Ma per lei sarebbe un bagno di sangue, a cominciare dalle garanzie che il bene UNione Calcio Sampdoria le permette di vantare nei vari concordati, per finire a quanto potrà ricavare da una eventuale cessione. Ha senso lesinare ora quando c'è da salvare baracca e burattini? La barca l'ha già raddrizzata altre volte... non faccia belinate stavolta

2) in passato ha fatto bene quando ha delegato ed ha lasciato fare a persone fidate (Romei ed Osti su tutti). Siamo sicuri che sia stata sta gran furbata tagliare Osti? Siam sicuri che siano così affidabili le imbeccate di tal Pecetta? Siam sicuri che affidarsi a Faggiano sia stata sta grande alzata d'ingegno, e non dico solo per la scelta di D'Aversa? Non avrà mica nel belino di vedersi appioppare un'altra marchetta del personaggio, come Liverani o peggio Maran?

3) la settimana scorsa la squadra era in ritiro, giustamente, perchè è un momento di difficoltà e smarrimento. Lei con Toro e soprattutto Bologna era a Dubai. Ora , premettendo che in questi anni è stato sempre presente in casa e fuori, veramente con poche eccezioni (molto molto di più dei Garrone, padre e figlio, per esempio) era proprio il caso di starsene coi coglioni al sole in questo momento? Lei è il capofamiglia in questo momento, ed in questo momento lei deve esserci.

Se poi non c'era per un reality show come qualcuno ha ipotizzato, peggio ancora..

 

Presidente, se non vuol farlo per noi e per la Sampdoria, lo faccia per lei: si faccia due conti in tasca e rifletta sugli errori di questi mesi. E  guardi un po' cosa conviene fare, per tutti quanti

per lei, per noi tifosi, per l'Unione Calcio Sampdoria che viene prima di ogni altro discorso

  • Like 4
  • Thanks 4
Link to comment
Share on other sites

Tutto giusto e condivisibile se non fosse che , come scritto di là, ci mancano evidentemente dei pezzi.

Personaggio discutibile il Presidente, però non certo sprovveduto e che ha dimostrato più volte di saper coniugare benissimo interessi della squadra ed interessi personali.

Ergo qualcosa ci sfugge , spero. Altrimenti vuol dire che era stato solo culo......

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

1 ora fa, cillo2461 dice:

Tutto giusto e condivisibile se non fosse che , come scritto di là, ci mancano evidentemente dei pezzi.

Personaggio discutibile il Presidente, però non certo sprovveduto e che ha dimostrato più volte di saper coniugare benissimo interessi della squadra ed interessi personali.

Ergo qualcosa ci sfugge , spero. Altrimenti vuol dire che era stato solo culo......

Il suo punto forte era che capiva (e diceva pubblicamente) di non capire un cazzo di calcio, forse ha cambiato idea.

Link to comment
Share on other sites

3 ore fa, cillo2461 dice:

Tutto giusto e condivisibile se non fosse che , come scritto di là, ci mancano evidentemente dei pezzi.

Personaggio discutibile il Presidente, però non certo sprovveduto e che ha dimostrato più volte di saper coniugare benissimo interessi della squadra ed interessi personali.

Ergo qualcosa ci sfugge , spero. Altrimenti vuol dire che era stato solo culo......

Temo che manchino dei pezzi belli grossi.

Raramente ho voluto più bene alla Sampdoria che in questo momento.

  • Like 1
  • Thanks 1
Link to comment
Share on other sites

6 ore fa, labbrodinovisad dice:

tre spiccioli tre , presidente

1) in passato è stato implicitamente fedele al motto "chi più spende, meno spende", e farebbe bene a ricordarsi anche di questo. Per noi la B sarebbe una tragedia sportiva, perchè la Sampdoria è il nostro cuore, e si aprirebbero prospettive davvero inquietanti nel caso. Ma per lei sarebbe un bagno di sangue, a cominciare dalle garanzie che il bene UNione Calcio Sampdoria le permette di vantare nei vari concordati, per finire a quanto potrà ricavare da una eventuale cessione. Ha senso lesinare ora quando c'è da salvare baracca e burattini? La barca l'ha già raddrizzata altre volte... non faccia belinate stavolta

2) in passato ha fatto bene quando ha delegato ed ha lasciato fare a persone fidate (Romei ed Osti su tutti). Siamo sicuri che sia stata sta gran furbata tagliare Osti? Siam sicuri che siano così affidabili le imbeccate di tal Pecetta? Siam sicuri che affidarsi a Faggiano sia stata sta grande alzata d'ingegno, e non dico solo per la scelta di D'Aversa? Non avrà mica nel belino di vedersi appioppare un'altra marchetta del personaggio, come Liverani o peggio Maran?

3) la settimana scorsa la squadra era in ritiro, giustamente, perchè è un momento di difficoltà e smarrimento. Lei con Toro e soprattutto Bologna era a Dubai. Ora , premettendo che in questi anni è stato sempre presente in casa e fuori, veramente con poche eccezioni (molto molto di più dei Garrone, padre e figlio, per esempio) era proprio il caso di starsene coi coglioni al sole in questo momento? Lei è il capofamiglia in questo momento, ed in questo momento lei deve esserci.

Se poi non c'era per un reality show come qualcuno ha ipotizzato, peggio ancora..

 

Presidente, se non vuol farlo per noi e per la Sampdoria, lo faccia per lei: si faccia due conti in tasca e rifletta sugli errori di questi mesi. E  guardi un po' cosa conviene fare, per tutti quanti

per lei, per noi tifosi, per l'Unione Calcio Sampdoria che viene prima di ogni altro discorso

Condivido il tuo approccio e il tuo garbo, proprio di uno spazio come questo in cui mi riconosco e ringrazio che esista.

Temo tuttavia che si stia attendendo la piega degli eventi.

E che se ce l'hai mezzo nel culo,meno ti muovi e meglio è.

Perdona la fine metafora.

E anche in quest'ottica che io leggo la conferma, almeno per il momento, di D'Aversa.

 

Link to comment
Share on other sites

Il 10/11/2021 at 11:59, labbrodinovisad dice:

meglio di Maran anche Amintore, per carità

 

Ouuuu?!

Vuoi botte?

 

Il 9/11/2021 at 17:30, labbrodinovisad dice:

tre spiccioli tre , presidente

1) in passato è stato implicitamente fedele al motto "chi più spende, meno spende", e farebbe bene a ricordarsi anche di questo. Per noi la B sarebbe una tragedia sportiva, perchè la Sampdoria è il nostro cuore, e si aprirebbero prospettive davvero inquietanti nel caso. Ma per lei sarebbe un bagno di sangue, a cominciare dalle garanzie che il bene UNione Calcio Sampdoria le permette di vantare nei vari concordati, per finire a quanto potrà ricavare da una eventuale cessione. Ha senso lesinare ora quando c'è da salvare baracca e burattini? La barca l'ha già raddrizzata altre volte... non faccia belinate stavolta

2) in passato ha fatto bene quando ha delegato ed ha lasciato fare a persone fidate (Romei ed Osti su tutti). Siamo sicuri che sia stata sta gran furbata tagliare Osti? Siam sicuri che siano così affidabili le imbeccate di tal Pecetta? Siam sicuri che affidarsi a Faggiano sia stata sta grande alzata d'ingegno, e non dico solo per la scelta di D'Aversa? Non avrà mica nel belino di vedersi appioppare un'altra marchetta del personaggio, come Liverani o peggio Maran?

3) la settimana scorsa la squadra era in ritiro, giustamente, perchè è un momento di difficoltà e smarrimento. Lei con Toro e soprattutto Bologna era a Dubai. Ora , premettendo che in questi anni è stato sempre presente in casa e fuori, veramente con poche eccezioni (molto molto di più dei Garrone, padre e figlio, per esempio) era proprio il caso di starsene coi coglioni al sole in questo momento? Lei è il capofamiglia in questo momento, ed in questo momento lei deve esserci.

Se poi non c'era per un reality show come qualcuno ha ipotizzato, peggio ancora..

 

Presidente, se non vuol farlo per noi e per la Sampdoria, lo faccia per lei: si faccia due conti in tasca e rifletta sugli errori di questi mesi. E  guardi un po' cosa conviene fare, per tutti quanti

per lei, per noi tifosi, per l'Unione Calcio Sampdoria che viene prima di ogni altro discorso

Tutto abbastanza giusto

Però due curori ogni tanto metticeli, tirchione

Due cazzatine, un hip hip urrà, un yuppi yu, quello che ti pare

Siamo o non siamo la Brigata Ferrero?

Eccheccazzo

 

p.s.

chi è Pecetta?

Per caso un mitico ultrà blucerchiato e dell'Italia?

😶

Link to comment
Share on other sites

Pecetto in genovese è il pettirosso   quindi pecetta ne è la femmina

Con il termine Pecetta in italiano si intende una toppa 

Dall'Accademia della Crusca è tutto 

 

L'amico consigliere del presidente si chiama Pocetta; se si facesse i cazzi suoi e non si occupasse di Sampdoria glie ne sarei grato 

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

Dal sito ufficiale di GP Soccer and Management

Giampiero Pocetta nasce il 25 maggio 1965 nel rione romano di Testaccio, evidenziando sin da fanciullo una notevole determinazione nel voler tirare calci al pallone. Già all’età di sei anni inizia a divertirsi nella scuola calcio del Testaccio. Comincia da lì quello che Giampiero vivrà per sempre come un rapporto di passione! Una passione pura ed autentica che nel tempo è cresciuta ed è diventata una professione.
      Da adolescente Giampiero viene selezionato dalla Lazio per militare nelle squadre del settore giovanile, con i "grandi" inizia il suo percorso dalla Ternana (alle "Fere" tornerà a legarsi anche successivamente) ma è con la maglia del Palermo che ottiene le migliori soddisfazioni in carriera, arrivando anche ad indossare la fascia da capitano

  Tra le squadre con cui ha giocato anche Frosinone e Crotone. La maglia azzurra dell’under 21 ha rappresentato il fiore all’occhiello di una gioventù trascorsa sui campi di calcio di tutta Italia.
      Nel 2000 Giampiero, volendo mettere al servizio dei colleghi più giovani l’esperienza acquisita negli anni, intraprende la carriera di agente ed ha la fortuna di iniziare la nuova vita calcistica rappresentando Vincent Candela, il terzino sinistro della Roma dello scudetto 2001.
      Tra i primi assistiti anche altri calciatori quali Oberdan Biagioni (protagonista del grande Foggia di Zeman), Manuel Coppola e Gianni Munari (vincitori di campionati in Italia e all’estero).
      Nel periodo di attività di agente, Giampiero sviluppa un intenso e proficuo rapporto di collaborazione con uno dei più grandi intermediari di tutti i tempi, Ernesto Bronzetti (si proprio lui, l’uomo che ha fatto cambiare squadra a sette "Palloni d’Oro"), con il quale riescono a trasferire Antonio Cassano dalla Roma al Real Madrid. Poco tempo prima allo stesso binomio era successo, sempre per conto del prestigioso club madrileno, di ottenere il mandato per discutere anche dell’eventuale trasferimento del capitano giallorosso Francesco Totti. Questa, però, è un’altra storia e tutti conosciamo il finale...

Giampiero, inoltre, è l’agente di Amauri (l’ex calciatore di Palermo, Juventus e Parma) con il quale è riuscito a sviluppare nel tempo un rapporto di confidenzialità ed amicizia anche fuori dal campo. E questa è una linea caratteristica del suo modo di lavorare.
      La profonda volontà di voler scegliere personalmente i calciatori da assistere è sempre stato un punto fermo, così come il desiderio di stabilire un legame personale con loro, di autentica interazione anche fuori dal campo di gioco. Così Giampiero è riuscito a sviluppare una sincera armonia nel rapporto tra agente e calciatore, fondamentale per ideare e suggerire agli stessi assistiti di intraprendere i percorsi formativi e professionali più corretti.
      GP Soccer and Management nasce, dunque, dall’esperienza di calciatore e da tanti anni di gestione manageriale di professionisti, con la convinzione di poter supportare ed assistere con competente lungimiranza chi oggi ha l’esigenza di costruire un percorso calcistico di alto livello.
      Con GP Soccer and Management Giampiero vuole mettere a disposizione di atleti di elevato profilo ed anche di giovani promesse non solo la sua comprovata professionalità ma anche quella di un pool di professionisti testati sul campo ed a suo parere i migliori nel settore, tra i quali scout, avvocati, commercialisti, operatori del ramo finanziario e immobiliare, personal trainer: la ferma idea è di offrire un’assistenza qualificata e basata sul confronto e sulla disponibilità a 360 gradi con la finalità di fornire agli assistiti un servizio globale, per potersi porre come autentico punto di riferimento ed affiancarli non solo durante la carriera ma anche nel proseguimento della vita. Perché il successo si costruisca giorno dopo giorno e non si fermi al termine della carriera agonistica, ma continui e si consolidi.

Link to comment
Share on other sites

  • 3 weeks later...

Mercoledì prossimo, 1 dicembre, la Sampdoria inaugurerà il suo nuovo megastore in Via XX Settembre, a Genova. Il club dirà addio allo storico Point di Via Cesarea, e taglierà il nastro per la nuova Samp City, 300 metri quadri distribuiti su tre piani nel cuore della città.

Lo store avrà 15 dipendenti, divisi tra negozio vero e proprio, al primo piano, la biglietteria al secondo e l'area eventi, con bar caffetteria e ristorante al terzo. L'investimento complessivo per la Sampdoria è di 500mila euro, che salgono sino ad 1 milione di euro considerando i canoni di affitto pluriennali. Orario di apertura del nuovo Samp City, dalle 10 alle 19

:brindisi:

  • Like 3
  • Thanks 1
Link to comment
Share on other sites

Tutto ciò mi piace ma nel contempo giuro di non capirci un cazzo: un investimento di 500.000 euro estensibile a 1 milione in quanto tempo si recupera? E i 15 dipendenti ? Ma il Doria non è una società in semi fallimento? Ferrero ha non ha l'acqua alla gola ? O è tutto fatto un vista di una cessione? O c'è qualcuno di occulto dietro o a fianco di Ferrero ? 

NON CI CAPISCO UN CAZZO

  • Confused 1
Link to comment
Share on other sites

9 ore fa, Daitarn dice:

Mercoledì prossimo, 1 dicembre, la Sampdoria inaugurerà il suo nuovo megastore in Via XX Settembre, a Genova. Il club dirà addio allo storico Point di Via Cesarea, e taglierà il nastro per la nuova Samp City, 300 metri quadri distribuiti su tre piani nel cuore della città.

Lo store avrà 15 dipendenti, divisi tra negozio vero e proprio, al primo piano, la biglietteria al secondo e l'area eventi, con bar caffetteria e ristorante al terzo. L'investimento complessivo per la Sampdoria è di 500mila euro, che salgono sino ad 1 milione di euro considerando i canoni di affitto pluriennali. Orario di apertura del nuovo Samp City, dalle 10 alle 19

:brindisi:

 

BRIGATA FERRERO PRESENTE!

 

Link to comment
Share on other sites

Comunque questo nuovo punto di riferimento per i colori blucerchiati nel cuore di Genova mi sembra un segnale estremamente positivo, sotto diversi punti di vista

E' un po' l'insieme di servizi a tinte blucerchiate che troverebbero spazio in uno stadio di proprietà che non prenda vita solo il giorno della partita ma funzioni tutta la settimana, incluso bar e ristorazione

Oltre 15 persone lavoreranno lì, e pare che la quasi totalità dei fornitori sarà locale, anche questo mi pare un dato da sottolineare

Questo ovviamente non cancella come per magia tutti i problemi che stiamo attraversando, ma è giusto considerare anche le cose buone che vengono fatte 

 

 

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

Leggo che vi si potrà vedere in TV  le partite in trasferta e ciò mi pare se non  cosa buona e giusta molto simile a quanto accade in un pub del Regno Unito. Ovvio che accanto a tanti Sampdoriani si correrà il rischio di aver accanto qualche sandoriota, ma si sa siamo venuti al mondo per soffrire 😪

Edited by Erreci
  • Haha 2
Link to comment
Share on other sites

Ipotizzando un affitto classico commerciale a 5 anni e ammortizzando l’investimento sui 5 anni si ha un imputazione annuale di 200.000 euro di costi, non bruscolini. Anche se poi il calcio è strano visto che 200k è quanto si paga in una settimana alcuni calciatori ( non della samp).

Comunque bel progetto, si attendono foto per i foresti

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

 Share

  • Recently Browsing   0 members

    • No registered users viewing this page.
×
×
  • Create New...