Jump to content

Carta stampata, ricca facciata


Recommended Posts

Il 6/8/2022 at 21:09, labbrodinovisad dice:

Un consiglio spassionato ai giornalisti genovesi tutti, ed in particolare ai decani della carta stampata.

Se dovete postare su fb le vostre accorate denunce, ricordatevi di togliere i pornazzi dalla barra del computer 😃

noi siamo più attenti 😄

  • Like 1
  • Haha 1
Link to comment
Share on other sites

Locandina di Repubblica "Sampdoria falsa partenza"

Pagelle del seculo1893 che paiono scritte da uno che si droga , ed anche male (5 a Leris?)

Cominciamo dalla prima di campionato a fare schifo more solito

 

Forse vi rode il culo per il fatto che LAnna vi ha chiamato in causa?

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

1 ora fa, PotereBlucerchiato dice:

Trattasi di Cenoano dichiarato (lo so per certo) ed è tutto tranne che furbo...

Sarebbe inspiegabile se lo fosse 

Pure tale Arrichiello sino a poco tempo fa scriveva di merde

Link to comment
Share on other sites

Ma i nostri geni della carta stampata (poi mi fermo giuro) nei commenti dall’alto della loro indefessa serietà hanno anche indicato nella nostra disfatta, l’occasione clamorosa di Fabio, il palo, la traversa e la vergognosa prestazione arbitrale o gli occhiali che indossano erano troppo lerci per potermene accorgere?

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

 poi, ogni tanto, se ne escono cosi

Cari gufi, la Sampdoria di Marco Lanna è viva, evviva…

di Laura Rossetti
Gufi Sampdoria Marco Lanna

Cari gufi e menagrami, la Sampdoria di Marco Lanna è viva. Lo è nonostante è sette anni di gestione firmata Massimo Ferrero…

L’abbiamo lasciata in una nuvola di pessimismo, la Sampdoria della scorsa stagione. Una stagione complicata, piena di insidie ma anche ricca di novità.

I blucerchiati non si dovevano salvare, iscrivere, fare mercato e tutte le cose che abbiamo sentito fino allo sfinimento ma che, ad oggi, per fortuna oserei dire, non si sono verificate. mancano ancora un po' di giorni alla chiusura del mercato e, nonostante siano andati via nomi altisonanti per la nostra dimensione (Damsgaard, Candreva, Ekdal), con due pedine di buon valore, la rosa potrebbe essere anche più competitiva di quella precedente, grazie alle intuizioni e all’astuzia di Daniele Faggiano, famoso per cogliere al volo le opportunità che il mercato offre.

Insomma, nonostante si faccia di tutto per continuare a spargere fumo nero, tossico per la salute dei tifosi della Sampdoria e per la Sampdoria stessa, continuano a crearsi presupposti che vanno a vanificare l’attento lavoro dei pessimisti (nel migliore dei casi) e menagrami (almeno questi hanno uno scopo pseudo sensato)…

La Sampdoria di Marco Lanna è resuscitata dalle macerie di Ferrero

sampdoria-tifosi.jpeg

Cari gufi, la Sampdoria di Marco Lanna è viva, evviva…

Nonostante gli oltre sette anni distruttivi dell’era Ferrero, Marco Lanna è riuscito, davvero in pochissimo tempo, a ricreare quel senso di sampdorianità provato a scalfire in ogni modo possibile dall’ex proprietario (che poi neanche quello è, a dire il vero).

Sampdoria-Atalanta, prima giornata di un campionato anomalo che inizia il 13 di agosto in un tardo pomeriggio torrido, in un giorno di vacanza per molti… gli spettatori paganti sono 5.699 che si aggiungono agli oltre 14mila abbonati. Una Gradinata Sud unita, forte, rumorosissima. Chi ci credeva “morti”, dispiace molto, ma si è sbagliato. Anche questa volta i tifosi della Sampdoria sono vivi, come lo è la squadra, affondata solo da un Var che non merita neppure commenti.

Nonostante i gufi, le gufate e il pessimismo autodistruttivo, gli uomini di Giampaolo affrontano a testa altissima l’Atalanta di Gasperini. I blucerchiati escono con le tasche vuote, è vero, ma con il cuore che pulsa e le magliette sudate. La Samp esce tra gli applausi della sua gente. E che gente.

Se ci sarà da soffrire anche quest’anno, sapremo come combattere. Non ci troveremo soli contro tutti ma saremo tutti insieme, uniti sotto la stessa bandiera a difendere questa maglia, pronti a centrare ogni obiettivo vitale.

Anche quello di un passaggio di proprietà, anche se qualcuno sembra non volerlo. Ma, d’altronde, si sono persi mesi a stendere tappeti rossi e a dare spolvero ad una realtà che si sapeva fin da subito non potesse portare nulla di buono. Le avvisaglie c’erano proprio tutte.

Chi davvero ama la Sampdoria analizza, studia e prova a capire cosa è bene e cosa è male, al di là degli interessi, al di là di ogni privilegio. La Sampdoria è viva… evviva la Sampdoria!

  • Like 2
Link to comment
Share on other sites

  • 4 weeks later...

Non la smetteranno mai...

Samp, la società "veicolo" di Pmg raccoglie 75 milioni.

Circola l'ipotesi sinistra del ritorno di Ferrero, ma ecco perché non sarà possibile

La società "veicolo" di Pacific Media Group rappresentata da Paul Conway, incaricata di reperire i capitali per l'acquisizione della Sampdoria, ha raccolto sul mercato finanziario 75 milioni di euro. Sufficienti per comprare la società blucerchiata, non abbastanza per investire nel lungo periodo.

La cifra al momento potrebbe bastare soltanto per un'operazione "mordi e fuggi" che preveda la rivendita del club tra un anno, ma si tratterebbe di una manovra spericolata ad alto rischio e, soprattutto, di scarsa prospettiva per la Sampdoria.

Così anche PMG al momento non ha iniziato l'analisi dei dati e nella data room predisposta dal trustee Vidal e dal Cda permangono un Fondo di investimento americano ed un gruppo di non meglio specificata matrice orientale.

Nessuno, però, dopo la ritirata di Redstone Cerberus (che puntava sul cambio della destinazione d'uso dei cinema del gruppo Ferrero, obiettivo sul quale tuttavia non esistono garanzie), ha affondato il colpo e all'orizzonte della Sampdoria non si profilano compratori.

Ma che cosa può succedere alla Sampdoria? L'assenza di acquirenti solidi e concreti preoccupa e spaventa il Cda della Samp, che ha suggerito a Vidal di accelerare il processo di cessione "sfruttando" maggiormente l'advisor Lazard per trovare un compratore sul mercato internazionale prima dell'interruzione del campionato per il Mondiale di calcio (ultima giornata il 13 novembre).

Nel frattempo tra i tifosi circola anche la sinistra ipotesi di un ritorno sulla scena di Massimo Ferrero, quando tra circa tre mesi scadrà il provvedimento interdittivo emesso nei suoi confronti dal Tribunale di Paola. Un'ipotesi, conoscendo il personaggio, sulla carta non da escludere al 100% ma nei fatti irrealizzabile.

Al di là dell'ostile ambiente esterno, Ferrero infatti qualora tentasse, in quanto proprietario della Sampdoria attraverso la sua famiglia, l'inserimento di un quinto membro (lui) nel Cda dovrebbe poi fare i conti con gli attuali consiglieri di amministrazione: basterebbero le dimissioni di uno solo di loro (e di certo almeno due, ma probabilmente tutti e quattro, non sarebbero disposti a restare al suo fianco) per far decadere l'intero Consiglio.

E, con esso, le garanzie bancarie faticosamente ottenute nei mesi scorsi. Con la conseguenza che la Sampdoria fallirebbe seduta stante ma per Ferrero si aprirebbe un vortice giudiziario ancora più pericoloso per lui ed i suoi sodali.

Ecco perché questo scenario, sebbene giuridicamente possibile, è irrealizzabile. Pur restando il fatto che se la Samp non troverà un compratore a breve termine, difficilmente sarà in grado di continuare ad andare avanti per molto tempo con questa gestione "commissariale".

(fonte primocanale)

Link to comment
Share on other sites

bell'articolo:

  • Allarmismo su di un fondo che ancora non è in data room (se comprasse, la Sampdoria non avrebbe prospettive) ma profilo basso su due investitori che invece in data room ci sono
  • Ipotesi di catastrofi se rientrasse Ferrero, che però non puo rientrare, ma che se rientrasse......
  • Conclusione: non ci sarà compratore a breve termine e cosi proprio non si puo andare avanti

davvero bravi complimenti

  • Thanks 3
Link to comment
Share on other sites

qualcuno potrebbe far sapere a quelli di Primocanile che il 21 settembre presso il Tribunale di Paola (Cosenza) si terrà la prima udienza del processo nei confronti di ferrerominimo, della figlia Vanessa e del nipote Giorgio, l'ex moglie Laura Sini e altri con l'imputazione di bancarotta fraudolenta e diversi e molteplici reati societari. Quindi ferrerominimo non HA ALCUNA POSSIBILITA' DI RIENTRARE IN ALCUN MODO NON DICO NEL CdA DI UC SAMPDORIA, MA NEMANCO DI OLTREPASSARE IL CANCELLO  DEL MUGNAINI

  • Like 2
  • Thanks 2
Link to comment
Share on other sites

  • 3 weeks later...

In riferimento all’odierno comunicato stampa dell’USSI, U.C. Sampdoria precisa quanto segue.

Il sig. Bisacchi era stato avvisato della mancata presenza al post-conferenza per motivi che sono stati chiariti direttamente con il medesimo e che nulla hanno a che vedere con articoli, giudizi e/o valutazioni del giornalista ma con il mancato rispetto delle modalità di partecipazione alla stessa. L’allenatore Giampaolo non ha avvallato alcuna decisione per il semplice fatto che tali decisioni non rientrano nelle sue mansioni e competenze.

Da sempre l’U.C. Sampdoria ha mantenuto rapporti corretti con il mondo dei media nel rispetto reciproco delle differenti posizioni e pensieri e ne è ulteriore testimonianza e conferma il fatto che viene concesso ai giornalisti della carta stampata un momento con il mister per valorizzare il proprio lavoro

  • Thanks 1
Link to comment
Share on other sites

Criscitiello, spera che non ci incontriamo mai in nessuna parte del mondo. Mezzo uomo

 

In chiusura una pagina nera, quella della Sampdoria completamente allo sbando. Senza proprietà, senza organizzazione e senza allenatore. Giampaolo è finito da anni e solo Osti poteva non accorgersene quando ha fatto una battaglia per riportare Giampaolo a Genova e scaricare D’Aversa. Dal Milan in poi, Giampaolo ha finito di allenare. Forse non ha mai iniziato seriamente. Era un modello per Coverciano. Questo vi fa capire quanto sia inutile la “scuola” Coverciano. Dove non si riconoscono le professionalità ma si esaltano le incapacità. Senza proprietà la Samp va sparata in B. Gli esoneri di Giampaolo e Osti sono addirittura tardivi. Si lamentavano di Ferrero ma, con la sua follia, teneva la squadra dignitosamente in serie A. Un mese e sentirete di nuovo parlare di lui. O torna per restare o torna per vendere. Ma torna. Ed è un bene. Quello che ha pagato è eccessivo. E’ come dare l’ergastolo ad uno che passa con il rosso. Ferrero, come Lotito, ha lo stesso nemico da battere. Lo stesso che si è fiondato sul club quando Ferrero era ar gabbio. Un mese, non di più, e riparte la rumba. Serve qualcuno con l’elmetto per restare in A e non la bacchetta del professorino dietro la cattedra. Esoneri giusti. Ora la svolta. Sarà un lunedì caldissimo.

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

 Share

  • Recently Browsing   0 members

    • No registered users viewing this page.
×
×
  • Create New...