Vai al contenuto

sergentpepper

Members
  • Numero contenuti

    74
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Forum

32 Excellent

Visite recenti

Il blocco dei visitatori recenti è disabilitato e non viene mostrato ad altri utenti.

  1. Fine Oggi nella partita più importante della stagione non ho mai avuto la percezione che potessimo vincerla
  2. Copioincollo un bel pezzo di Lorenzo Montaldo su Ekdal Sono un grande fan della Svezia. A farmi innamorare, un po’ di anni fa, fu Freddy Ljungberg. Non perché fosse particolarmente forte, per carità – anche se era un ottimo giocatore titolarissimo in un Arsenal indimenticabile – bensì per il taglio di capelli da tamarro vero: cresta rossa, una roba che neanche Spadino di Suburra. Crescendo mi sono reso conto che il paese scandinavo aveva un’altra esportazione particolarmente gradevole e apprezzabile. Sto parlando del principale stereotipo tra quelli associati al paese con la bandiera gialloblù:naturalmente è l'Ikea, perché, a cosa stavate pensando? L’Ikea è un’invenzione geniale, recentemente mi ha salvato in più di un’occasione. Anni dopo comunque ho capito che anche le suddite di sua maestà Re Carlo Gustavo meritavano un occhio di riguardo: quando sono stato a Stoccolma mi sono tolto lo sfizio di entrare da Zara, è stata un’esperienza mistica. Nel frattempo dalla Svezia mi è arrivato in Italia anche un certo Zlatan Ibrahimovic, per il quale ho una sorta di venerazione. Poi, quando pensavo che quel meraviglioso paese non avrebbe più potuto stupirmi, ecco sbarcare a Genova un centrocampista biondo e dai lineamenti vichinghi.Tutto il preambolo era volto a codesta conclusione. Sapete quale è uno dei miei giocatori preferiti di questa Sampdoria? Tralasciando i vari Quagliarella o Gabbiadini, troppo scontati? Albin Ekdal. Me lo aveste detto sei mesi fa, che a marzo sarei stato qui a lodare l’ex Cagliari e Amburgo, vi avrei preso per esaltati. Faccio mea culpa, ma lo consideravo un piano B, un buon rincalzo, una riserva da alternare a Vieira o a Linetty o addirittura a Jankto. Di certo non lo reputavo un titolare. “Ma figurati se gioca…”. Poi, però, ho iniziato a vederlo in campo. E dopo due partite è stata bella lampante una considerazione: col cavolo che lo togli uno così. Di tutto il centrocampo della Sampdoria è probabilmente l’unico che non si può mai mettere in discussione, neppure una volta nel corso dell’intera stagione. Altro che titolare, vorrei vederlo sempre, in ogni momento. Quasi che me lo porterei anche in vacanza a Mykonos (che avere uno del genere in compagnia non guasta mai).Andiamo semplicemente ad analizzare i numeri. 24 partite giocate in questa Serie A, su 25 complessivamente disputate dalla Sampdoria. 23 presenze da titolare, 2 da subentrante, è stato sostituito cinque volte quasi sempre a risultato ampiamente acquisito. Non solo, ma è anche il blucerchiato che ha corso di più, ed il quinto per minutaggio complessivo, alle spalle dei vari Audero, Andersen, Quagliarella e Murru. Quello che mi fa impazzire di Ekdal però è che non sbaglia un intervento. Mai. Ragiona senza buttare via il pallone, verticalizza se deve e quando invece è meglio appoggiare in maniera semplice non ci pensa due volte. Proprio come quei registi vecchio stile che mi piacciono tanto. E poi è dannatamente intelligente. Alza il suo raggio d’azione di un paio di metri quando la Samp schiaccia sull’acceleratore, e arretra di due passi allargandosi in aiuto della mezz’ala di turno quando il pallone ce l’hanno gli altri. Questo movimento lo fa sempre, ad ogni maledetto possesso palla. Ci credo che alla fine della partita è sempre quello che ha percorso più kilometri, report alla mano. Gioca in maniera pulita, semplice, con una linea e una geometria perfettamente scandinave. E’ uno stile che mi piace tantissimo.Pensare di sostituire Torreira era improponibile. Lo aveva detto lo stesso Ekdal ad inizio stagione, con grande umiltà. “Lui è stato venduto all’Arsenal per 30 milioni, io sono costato due. Non penso al paragone, però assicuro impegno massimo”. Un concetto questo ribadito anche alcuni mesi dopo: “Se volete confrontare i miei numeri con chi c’era prima fate pure, a me non interessa”. Ci vuole una discreta dose di fosforo per dire una cosa del genere. Pensateci: quanti di voi sarebbero disposti ad ammettere che il predecessore in un qualunque ambito era molto più bravo? Il nuovo regista blucerchiato ha quindi scelto un’altra strada: far dimenticare, almeno parzialmente, quel fenomeno uruguaiano con uno stile di gioco completamente diverso. Magari meno aggressivo, meno martellante, ma più compassato e all’apparenza tranquillo. Ekdal non può fisiologicamente avere alcune qualità di cui era in possesso Torreira, lo ha detto lui stesso, ma ha portato in dote due caratteristiche che il regista dei Gunners non ha: l’esperienza – Torreira se la farà, anche se non ne ha troppo bisogno – e l’altezza, che gli consente di rompere spesso la manovra avversaria già sul rilancio del portiere. Attenzione, non sto dicendo che Ekdal sia meglio di Torreira, sarei poco coerente con quello che ho sempre pensato. Fondamentale per l’equilibrio della Samp, e per certi versi anche sorprendente, però, lo svedese lo è di sicuro. Contro la Spal salterà la prima partita stagionale per squalifica, e sono abbastanza certo che si tratterà di un’assenza difficile da colmare, anche se il giovane Ronaldo un’occhiata se la merita. E pensare che soltanto qualche mese fa, se avessi letto una cosa del genere probabilmente mi sarei messo a ridere…
  3. giocata non male contro un Napoli stellare abbiamo pagato un minuto di disattenzioni ma la squadra a mio avviso ha tenuto bene il campo siamo mancati un po' nelle due mezzali oggi sotto con il Frosinone quelli si che son 3 punti importanti
  4. Direi che ha chiuso con noi Peccato però perché secondo me ha le basi per essere un ottimo attaccante, ma con una testa così dubito sfonderà PS Koman gioca nel Sepang, I divisione iraniana Auguri bimbominkia
  5. Il tuo gol oggi è la pubblicità al gioco di Giampaolo
  6. Non fa rimpiangere il miglior Ramirez, anzi.... come gioca lui tra le linee pochi in Serie A Spaccapartita
  7. Ed io che me lo ricordavo a Cagliari e Siena come un onesto medianaccio... Ormai non stupisce piu Di un eleganza con quello stop d'esterno
  8. Un muro che non sbaglia un anticipo Fa reparto da solo
  9. Ortopedici del gruppo... Un perone più riabilitazione son almeno 2-3 mesi o sbaglio?
  10. l'articolo di oggi del secolo mostra quella che avevo pensato tra me e me in serata riguardando il loro gol... fallo di Murru esattamente sulla linea del centrocampo e palla battuta dai viola circa 15 metri avanti sulla trequarti dove una palla rasoterra non sarebbe mai arrivata in area a Chiesa e pertanto avrebbero dovuto calciarla in mezzo con la difesa schierata ed in superiorità numerica polli noi per carità che abbiamo subito questo senza battere ciglio, però cazzo controllano i fuorigiochi di rientro avenuti 30 secondi prima su di un rimpallo ed invece queste banalità...
  11. Comunque checché ne dicano i giornali, il riscatto obbligatorio vi è alla 25esima presenza. Per ora ne ha fatte 12 E se è vero che Andersen andrà via in estate per una supeofferta, una difesa con Colley Tonelli non la vedrei male (anche se manca il mancino)
  12. FINITA Abbiamo due maroni cubici 😎
  13. Qualità e quantità come sempre Vieira ha tutto il tempo di crescere con calma
  14. Partitone Una chicca l'assist per Linetty Continua cosi
×
×
  • Crea Nuovo...