Jump to content

rantegusu

Members
  • Content Count

    298
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    14

Everything posted by rantegusu

  1. Paolo comunicava attraverso le vittorie, rastrellando i migliori giovani per inseguire il suo "folle" sogno, ogni atto della sua presidenza era una comunicazione sampdoriana, al limite, grazie ai suoi giocatori, gli scherzi, i cani bovari sul campo di allenamento, le cene del Cerchio Blu, i nani, le prime dissacranti foto di squadra, i biondi ossigenati, comunicava la lievità e l'allegria connessa al mondo sampdoriano. Enrico intensificò quella comunicazione in raduni precampionato bellissimi ed emotivamente coinvolgenti e spostando la sede nel cuore antico della città, lanciò un messaggi
  2. Secondo me ciò che è rotto non lo puoi più incollare, al limite adesso si può cercare con buon senso di riavvicinare i pezzi per far funzionare al meglio possibile l'insieme, fin che dura, nel superiore interesse della comune Cosa Amata. Un pensiero, forse oggi, chi voleva prematuramente ed irrazionalmente sfasciare tutto, può riflettere sulla sommamente ingiusta accusa di "intelligenza col nemico" rivolta a chi invitava ad attendere e ponderare. Chi ama cosa e chi di più?
  3. Non ho visto nulla e quindi per la recente legge posso giudicare benissimo. Grande turn over. Vittoria e passaggio del turno. Quindi, benissimo.
  4. Pensavo... che abbiamo cinicamente e giustamente sfruttato ancora una volta il peso che porta una compagine impegnata su più fronti Campionato e Coppe . La Sampdoria per anni ha pagato questo scotto, questa volta è toccato a noi goderne e siamo stati in grado di farlo. Bravi e grazie! Secondo: non mi ricordo periodo peggiore per la Samp Presidenza coinvolta in una bufera giudiziaria, prossima alla cessione (forse, probabilmente, chissà), orizzonti economici fragili ed oscuri, tifo organizzato in aperta rottura con il Presidente con dileggi e minacce, assenza di pubblico causa pandemi
  5. "Lo Squalo" - "Graffiti" ....col ricordo dei suoi bellissimi articoli sulla rivista "Sampdoria Club".
  6. Notizia malinconica, anche nei programmi televisivi, a poco a poco, spariscono i giornalisti per fare spazio agli opinionisti in nome dell'audience e dello spettacolo (e che spettacolo !)
  7. L'han voluto giocare a tutti i costi ed adesso applicano leggi medievali. Mi aspetto per i play out , se ne rimane almeno uno sano per squadra, l'ordalia celtica, i rappresentanti vengono fatti camminare su di un letto di carboni ardenti, la squadra di quello che non termina il percorso viene retrocessa.
  8. Felicitazioni famiglia Daitarn!
  9. anche se celeberrima la miglior sequenza resta quella del Toro di due anni fa
  10. Grande sospiro di sollievo nazionale per l'esordio di Pirlo nei titoli dei servizi TV e dei giornali. Giusto a rinnovare un antico sentore di extraterritorialità della Sampdoria quando incontra certe squadre. A fine mese dovrei viaggiare fuori dei confini liguri..boh!.. darò un'occhiata al passaporto per vedere se è cambiato qualcosa a mia insaputa.
  11. Ci pensa Totò a rimettere le cose a posto
  12. Siamo diventati inappetenti come quei ragazzini che straggiano la polpa del filetto cercandoci i "nervetti". E comunque quando RoccoFotia (tutto attaccato) partiva in dribbling, in punta di piedi sulla fascia, anche Burgnich si cagava in mano (magari poi sul traversone al centro non trovava nessuno )
  13. Non impazzisco di simpatia per il proprietario, ma anche a Montecarlo se Briatore, nel suo Crazy Pizza, vuole un piatto al top, sceglie una sequenza che ricorda la Maglia Più Bella del Mondo. Diversamente "Stoppati, che sei fuori!"
  14. Baci al bebè. Di qui e di là, auguri a mamma e papà!
  15. Un posticino nel mio cuore glielo riserverò sempre, insieme a pochissimi altri allenatori, intervenuti in corso d'opera, che ci hanno regalato inopinate salvezze o promozioni, la maggior parte del merito è suo, il resto dei "ragazzi" che evidentemente non aspettavano altro che il suo arrivo per dare il meglio.
  16. Io capisco il fastidio degli allegri compari della foresta blucerchiata del Forum dopo il derby perduto che avremmo dovuto vincere anche solo per evitare l’incongruo spettacolo dei loro festeggiamenti a Deffe. Ad uso personale e di chi avrà pazienza di leggere espongo quanto segue sulla base della mia presente canizie ed esperienza: 1) la condizione del bibbo genovese è chiaramente quella del dannato sulla terra, dal 1946 vive di invidia, il destino è stato cinico e baro con lui, la storia matrigna. I successi della sua squadra si perdono nella notte dei tempi, la pretesa primogenit
  17. Confesso di non essere stato motivato nell'interesse per la ripresa del Campionato (anche se alla fine sono stato felice per la salvezza anticipata e caldi sentimenti di affetto si sono mossi per Ranieri e Bonazzoli e...tutti gli altri). Come un vecchio cavallo da tiro rimango fisso nella postura e nello sguardo verso ciò che è accaduto quest'inverno (fuori del calcio ma che ha coinvolto il calcio come tutte le altre attività umane). Mai importato così poco un derby in vita mia, l'avessimo vinto sarei stato contento, l'avessimo pareggiato sarei stato un poco contento, l'abbiamo perso e non son
  18. Bellandi sai che hai ragione! In questi tre mesi, mi è venuto in mente che il caro LV si è preso una salvata mica da ridere. Pensa te avesse rilevato la Sampdoria pochi mesi mesi prima del disastro provocato dal viro. Un bagno di sangue economico! Quel brav'uomo di Dinan con l'altro mezzo russo, gli avrebbero fatto la pelle! Non ritiro fuori Totò, Arrangiatevi!, ecc., ecc, ma non possiamo non renderci conto che ormai il vecchio Calcio non c'è più. Come dice Al Bano è stato ucciso dagli uomini insieme ai dinosauri. Nessun imprenditore di buon senso investe nel Calcio, esistono solo gestori e sm
  19. Voglio precisare il mio "dissonante" a Cillo. In questi tre mesi molte categorie professionali, molti esercenti hanno subito gravi danni economici a causa della pandemia, ma mi pare abbiano solidalmente accettato di fermare le proprie attività per il bene comune, lo hanno dovuto fare per imposizione, ma in taluni casi per responsabile scelta prudenziale. Ricordiamo la situazione di marzo? Un virus aggressivo e sconosciuto che crea negli infetti rapidamente situazioni di gravissime crisi respiratorie. Sanità pubblica e posti letto tagliati dalle pregresse spending reviews, assenza totale d
  20. Penso che il sedicente bibino, ma gran scrittore, Brera, il fulgido Arpino (il suo "Azzurro Tenebra" è da lèggere), mi/ci hanno insegnato come la storia del Calcio italiano possa essere letta quale metafora del nostro essere Italiani, da molti punti di vista, antropologico, psicologico, economico, sociale.... Calcio italiano che come una colonnina di mercurio ha segnalato pressioni, temperature del nostro Paese., sempre, però, in qualche modo sintonico con esso, con i suoi umori profondi infimi o sublimi che fossero. L''annuncio di questa sua "ripartenza" me lo fa percepire dissonante, al
  21. Ho letto della sospetta positività al coronavirus di uno del Bologna... e manco abbiamo iniziato...mi chiedo dove cavolo vogliano andare...
  22. Mi affido al tenero ed immenso Totò, per affermare una cosa più che evidente, la pandemia è in atto, è un fatto epocale, i maggiorenti del calcio stanno a controllare se la linea statistica dei contagi segue una crescita esponenziale o meno? , siamo quasi alla fine di marzo e comunque la linea cresce e non flette, convincetevi! nella stramigliore delle ipotesi si potrebbero disputare le partite a luglio inoltrato o ad agosto, c'è poco da fare i campionati sono chiusi!
  23. Mi chiedo se chi lo ha pensato è tonto o spietato...
  24. Sono sinceramente preoccupato, non solo per l'odierna sconfitta interna, ma per i pessimi arbitraggi delle ultime tornate, segnali che potrebbero essere interpretati alla luce delle vicende del '99. All'epoca vi era un don Chisciotte che doveva essere espulso dal governo da parte del Malaffare, oggi potrebbe esservi un Malaffare generalizzato che decide di espellere l'esponente più debole e più compromesso per fingere una pulizia che purtroppo non c'è. Mi ricorda una scena dei "Soliti ignoti" quando Vittorio Gassman "Peppe er Pantera" convoca i futuri partecipanti al colpo, fra questi Carlo Pi
×
×
  • Create New...