Jump to content

liam

Members
  • Content Count

    215
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    12

liam last won the day on May 29

liam had the most liked content!

Community Reputation

386 Excellent

Recent Profile Visitors

The recent visitors block is disabled and is not being shown to other users.

  1. Sono intimorito e indotto a profonde riflessioni da codeste vibranti parole.
  2. liam

    Il Presidente

    La cessione: vicenda disgustosa che in ogni caso mi impone di offrire una birra a tutti coloro - pochi, pochissimi - l’hanno vissuta come la sto vivendo io. Segnatevi e berrete a mie spese
  3. liam

    Il Presidente

    Io non entro minimamente nel merito della cifra. Non la so neppure🙂. Tralasciando tutto quello che Ferrero ha detto nelle ultime settimane, a me lascia allibito che uno dica nello stesso tempo: - che non può operare liberamente perché è vincolato in vista della cessione; - che il prezzo non va bene e/o che comunque occorre specificarlo pubblicamente. Queste due cose insieme non hanno minimamente senso.
  4. liam

    Il Presidente

    Giusto, scusami. Non si capiva molto senza il testo
  5. liam

    Il Presidente

    Se proprio deve continuare a parlare, il Presidente dovrebbe farsi scrivere le dichiarazioni in modo che abbiano un senso. Ha appena detto, in sintesi, che si è impegnato a vendere e che non può operare liberamente per via di questo vincolo, ma che il prezzo non va bene. Ora, Caro Presidente, se il prezzo non va bene rifiuta l’offerta e rimettiti a fare il tuo lavoro bene come l’hai sempre fatto. Se invece come pare di capire non puoi rifiutare perché ti sei già impegnato, vendi e ti ricorderò con affetto. Basta parole e basta manfrine. e dico fin d’ora che chi compra, chiunque sia, non sta facendo una figura migliore visto che da mesi usa i giornali e la tifoseria per fare la trattativa.
  6. liam

    Il Presidente

    Io confesso che invece, a questo punto, ho un poco di ansia e fastidio. Perchè dopo tutto questo bailamme: - se cambierà la proprietà avremo qualche mese di pace, ma parte della tifoseria si sentirà (a torto) legittimata a scendere gli ultimi gradini verso la bibinizzazione totale; - se resterà Ferrero (come sarebbe normale) non so che clima ci sarà durante la stagione. Entro in letargo e ricomincio a pensarci alla prima di campionato, buone vacanze!
  7. liam

    Il Presidente

    In tutta questa vicenda grottesca avevo apprezzato, più di tutti, la coerenza del Presidente nello smentire ogni refolo d'aria fino a che non ci fosse stato qualcosa di concreto. Ora però, dopo due-tre interviste sul Palermo - molto chiare ed inequivocabili, e non smentite - il fatto che venga a dire che "le voci" destabilizzano l'ambiente mi fa veramente ridere. Caro Presidente, su questa vicenda della cessione hai rotto il belino anche tu. E non perchè non vendi, ovviamente, quelli sono cazzi tuoi (Il tutto detto bonariamente e, come diresti tu, con amore). p.s. Bello, bellissimo, il post di Rantegusu su Vialli. Parole di qualità, e da tenere a mente nel caso accadesse davvero..
  8. Vi trovo tutti insensibili e per nulla romantici
  9. Si, se ne parla anche nel libro sulla Sampierdarenese del citato illustre autore 🙂
  10. L'espressione MEALI dovrebbe venire dall'inglese "MAY I", usato in tempi antichi dal portiere per farsi autorizzare dall'arbitro al rinvio da fondocampo. A inizio secolo, qui a Genova, gli italiani assistevano alle partite e talvolta giocavano insieme agli inglesi sbarcati dalle navi, facendo proprie alcune loro espressioni tipiche, ma italianizzandole.
  11. Questo qui, se mantiene la metà di quello che promette.... ci farà godere molto. E quest'anno mi butto anch'io a parlare di calciomercato, visto che tutto il resto mi fa anguscia e non ho più voglia di rotture di coglioni.
  12. liam

    Il Presidente

    Più che essere dalla parte giusta o da quella sbagliata, mi sembra ormai una questione di misura e ragione. In questa isteria collettiva che ha coinvolto tutti o quasi, compresi personaggi insospettabili, vedo solo il più classico cortocircuito tra media (o presunti tali) cialtroni, parole in libertà e la totale ignoranza dei fatti da parte di chi sbraita più forte. E soprattutto l'inconfessabile ma ormai apertamente dichiarato intento della tifoseria che non è preservare una non meglio precisata idea romantica di sampdorianità, ma tirare la volata a qualcuno. Io, che non so un emerito cazzo di questa vicenda della cessione, taccio sul merito e spero che finisca presto questo momento. Ma temo sia solo l'inizio di qualcosa di peggio. Come ha scritto qualcuno: noi siamo loro.
  13. liam

    Il Presidente

    Adesso i blurossi per mantenere il primato cittadino delle pagliacciate dovranno rilanciare davvero forte. Ce la faranno come sempre, ma intanto che amarezza fare a gara con loro
  14. liam

    Marco Giampaolo

    E non hai ancora letto questa: Per me è Padre Pio-li. Sono uguali uguali.
  15. Giusto. Diciamo le cose come stanno. A me Ferrero, istintivamente, sta sui coglioni. Non mi piace come si esprime, non sopporto niente di quello che fa pubblicamente da quando è diventato presidente. Questo lo rende un cattivo presidente e mi dà il diritto di contestarlo? Forse prima di fare questo passo devo ragionare un po' più in profondità, e su tre argomenti principali. Il primo è il più ovvio secondo la visione comune del rapporto tifoso - Presidente: Ferrero nei fatti come si è comportato? Ha fatto un lavoro eccellente, e non raccontiamoci la scusa insostenibile che una cosa è lui una cosa è la Società: la Sampdoria è sua, lui sceglie le persone, lui le gestisce. E non parlo di risultati sportivi, che sono più che buoni, ma di gestione a 360 gradi, tanto è vero che per la prima volta da quando sono al mondo la Samp non è una iattura per chi la possiede, ma persino un investimento ambito. Ma la vera questione che voglio porre è un'altra: è mio diritto, o più sommessamente fa parte del mio ruolo quale tifoso, valutare come gestisce la Società il Presidente? La mia risposta è seccamente no. Salvo casi estremi, ma estremi davvero, in cui sia in pericolo la stessa sopravvivenza della Società stessa. E non mi pare che siamo in questa situazione: gli stessi Illuminati che auspicano un cambio di proprietà riconoscono che la Sampdoria è patrimonialmente solida. Che poi vorrei vedere quali nozioni, o competenze, può vantare il 99% di chi si esprime sull'argomento, e che cazzo gliene frega dei conti societari quando l'unica cosa che dovrebbe interessarci è andare allo stadio e goderci le partire. Aggiungo che, non a caso il "tifoso bilanciato" che gestiva un blog facendo improbabili analisi sui bilanci delle società di calcio, era un bibino.... e loro sono maestri della chiacchera, della prosopopea e del pressapochismo (ma da maestri mi pare abbiano buoni allievi anche dalle nostre parti). Ultimo punto: l'umiltà di porre a noi stessi una domanda scomodissima. Ha ragione Ferrero a fare il giullare in pubblico pur essendo Presidente della Sampdoria, o ha ragione chi vede la Sampdoria come una cosa "sacra"? Col passare del tempo, diffido sempre più dei fanatici, di quelli che si sentono diversi e migliori. E mi sta venendo il dubbio che l'atteggiamento giusto sia quello di Ferrero, e che non devo prendere troppo sul serio la mia passione - pure fortissima, imbarazzante - per la Sampdoria. Non era - ancora una volta - il rifiuto delle frasi fatte e del pensiero sportivo dominante che ci distingueva, tanto tempo fa, dalla triste e seriosa autoreferenzialità dei soloni blurossi? Che poi tutto questo rispetto per la sacralità della Maglia non l'ho visto quando c'era da cantare canzoni idiote contro i napoletani, o semplicemente quando toccava palla il Regini di turno, che la maglia l'ha sempre onorata. "In a soldier's stance, I aimed my hand at the mongrel dogs who teach / Fearing not that I'd become my enemy in the instant that I preach"
×
×
  • Create New...