Jump to content

labbrodinovisad

Moderators
  • Posts

    9,343
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    589

Posts posted by labbrodinovisad

  1. 59 minuti fa, cillo2461 dice:

    Ma belin la cosa delle due diverse opzioni la dissero da subito ed e’ pure scritto nero su bianco . Cosa beve sto Albisetti ? A me quello che preoccupa , tra virgolette come diceva Novellino, sono i prestiti di giovani che mi farebbe piacere rimanessero con noi anche in prospettiva futura . Per questo considero il 28 maggio una scadenza importante. A seconda di ciò che ne esce potrebbero anche aprirsi prospettive invitanti per chi fosse indeciso tra fare o non fare una scommessa sul futuro prossimo .

    In effetti. Diciamo che essendo l'ultima sessione di mercato stra vincolata, uno potrebbe farsi due ragionamenti per tenersi in scia sino a gennaio, e poi provare a far quanto possibile nella seconda parte del campionato . Noi abbiamo fatto un signor girone di ritorno, gli ultimi mesi dovremmo aver viaggiato tra i primi tre in classifica. Però abbiamo fatto lunghi tratti che ci guardavamo le spalle

    ps: Albisetti era nella stessa trattoria dove ho festeggiato il mio compleanno, ma non ho controllato le bevande 😎

  2. 4 ore fa, labbrodinovisad dice:

     

     

     

    Sotto il profilo finanziario si parte da una precisazione: la promozione al termine di questo campionato non era “obbligatoria”, voce falsa che sta girando, nel piano di ristrutturazione del debito attestato dal Tribunale di Genova.

    Basta leggerlo, il piano. Nel paragrafo 10, “l’analisi di sensitività”, sono disegnati due scenari di sostenibilità, già revisionati dallo stesso Tribunale per il via libera all’operazione di “finanza ponte” realizzata da Radrizzani e Manfredi il 16 giugno: un piano A con promozione entro il 2025 e un Piano B entro il 2026.

     

    PonteX mi diceva che questa fosse, per esempio, la tesi, di qualche giorno fa, di Albisetti , "l'esperto" di Telenord

  3. Venerdì 24 maggio alla Sciorba, una iniziativa benefica promossa da Flachi e Simone Pavan

     

    Un Calcio alla Leucemia sarà una serata interamente devoluta a favore dell’Istituto Giannina Gaslini di Genova per sostenere un progetto sulla Leucemia. 

    L’evento, dopo il successo di Una Notte Da Dieci nel 2019, voluto dall’ex giocatore della Sampdoria Francesco Flachi, con il patrocinio del Comune di Genova e della Regione Liguria e dell’Istituto Giannina Gaslini, prevede nuovamente Sport e Intrattenimento. La giornata avrà inizio nel pomeriggio con un torneo che vedrà protagoniste società di scuole calcio genovesi. 

    La serata proseguirà con un triangolare dove i protagonisti saranno vecchie glorie calcistiche che hanno militato nella “serie A” genovese e non solo. Fra gli invitati ci saranno vecchie glorie blucerchiate, All Star Vips e campioni del panorama nazionale. Il divertimento sarà assicurato grazie all’intrattenimento musicale e alla partecipazione di numerosi artisti. Al termine della serata nella VIP ROOM sarà servito un cocktail di ringraziamento riservato. 

    Lo scopo della serata è sostenere, con una raccolta fondi all’insegna di sport e spettacolo, l’Istituto Giannina Gaslini, fiore all’occhiello della medicina Nazionale e Internazionale.

    PROGRAMMA:

    • ORE 17.00 Torneo scuole calcio 
    • ORE 20.30 Welcome di Benvenuto 
    • ORE 21.00 Triangolare Vecchie Glorie Triangolare Vecchie Glorie Sampdoria All Star Vip Amici di Fra e Simo
  4. 14 minuti fa, cillo2461 dice:

    Ne avevo aperta una giorni fa , discussione intendo, con lo stesso intento :phon: vabbè la chiudo.

    scusa, sono rincoglionito, hai ragione

    se vogliamo accorparla alla tua...

  5. 17 minuti fa, Gianla dice:

    Alla faccia di aprire le discussioni e scrivere gli stessi messaggi nello stesso ordine, questo avevano affittato il campo in caso di passaggio del turno :tusciu:

    belin, non hanno rispettato la cabala, maledetti!🤭

  6. Apro questa discussione per i lavori "già" in corso per la nuova stagione

    comincio dall'articolo in merito del buon Damiano Basso

     

     

    «Ci credevamo». Inizia così il messaggio di ieri sul sito della Sampdoria, a firma Matteo Manfredi. Ed è vero. A inizio settimana il club aveva contattato il Palermo, chiedendo ospitalità al nuovo centro sportivo rosanero di Torretta per un allenamento sabato mattina. L’obiettivo, risparmiare un rientro notturno alla squadra in vista della semifinale con il Venezia. La doppietta di Salim Diakitè ha disegnato un altro destino. E chiuso la stagione della Samp, che stamattina si ritrova a Bogliasco per salutarsi. Raduno ai primi di luglio per le visite mediche della futura rosa e la partenza per il ritiro, a oggi ancora senza una sede definita. Non sarà Livigno, dovrà andrà il Palermo.

    Manfredi: «Il nostro progetto non cambia: l’obiettivo rimane quello di riportare questa gloriosa società dove merita». E ancora: «Continueremo a lavorare instancabilmente per proteggere la storia del club e costruire una squadra competitiva per il prossimo anno». E al lavoro c’è già, con i suoi collaboratori di fiducia Maheta Molango e Alessandro Messina (ma ci sono anche consiglieri “esterni” come Marotta e Paratici) entrambi assai operativi in tutte le aree. Sotto il profilo finanziario si parte da una precisazione: la promozione al termine di questo campionato non era “obbligatoria”, voce falsa che sta girando, nel piano di ristrutturazione del debito attestato dal Tribunale di Genova.

    Basta leggerlo, il piano. Nel paragrafo 10, “l’analisi di sensitività”, sono disegnati due scenari di sostenibilità, già revisionati dallo stesso Tribunale per il via libera all’operazione di “finanza ponte” realizzata da Radrizzani e Manfredi il 16 giugno: un piano A con promozione entro il 2025 e un Piano B entro il 2026.

    Manfredi non ha trovato costi nascosti. Come Radrizzani, i conti della Samp li conosceva benissimo prima di imbarcarsi in questa operazione. Con le finanze degli investitori che ha alle spalle, deve dare forza al piano di risanamento e costruire una squadra in grado di puntare alla promozione. Il presidente ha chiarito che al fianco degli investitori già presenti (la maggioranza di Singapore), ce ne sono altri pronti ad entrare una volta definito l’accordo tombale con la precedente proprietà che toglierà a Ferrero anche l’ultimo 21,86% di azioni. Ci sarebbero stati passi avanti, le sensazioni in vista dell’udienza del 28 maggio a Milano sono positive. Approvato intanto il bilancio 2023, condiviso con il precedente Cda. Manfredi ha scelto di non comunicare il risultato, il rosso dovrebbe essere di circa 26 milioni.
    E poi, la rimodulazione dell’organigramma. Pirlo ha ancora un anno di contratto, nel post-Palermo ha aperto a restare. Legrottaglie e Mancini sono in scadenza. Al primo, se resterà, bisognerà trovare un nuovo ruolo, riconoscibile, a differenza degli ultimi mesi. Il ds (nel taccuino del Pisa) gode della fiducia di Manfredi, ma evidentemente c’è l’idea di affiancargli un altro profilo, visti i vari incontri con Vagnati, Angelozzi e Chiellini, una telefonata ad Accardi e una voce su Romairone.

    C’è da rifondare l’area medica, dopo una stagione da dimenticare: tutti in scadenza, dai dottori ai fisioterapisti. E da rifondare i settori giovanile e femminile (se ne sta occupando Messina), che oltre a risultati deludenti quest’anno ha fissato il record di due gare perse a tavolino, mai successo nella storia della Samp. Anche Invernizzi è in scadenza.
    La squadra: in scadenza Piccini e Murru. Con la mancata A saltati alcuni obblighi di riscatto (Ghilardi e Esposito). Quello di Pedrola era scattato a fine ottobre, 3 milioni da pagare entro giugno 2025. Ma il Barcellona ha la recompra per 4. Sarà esercitato il diritto di riscatto di Leoni dal Padova, per 1,5 milioni. Scattato il prolungamento al 2025 di Kasami. Per fine prestito, senza nuovi accordi, andranno via Stankovic, Stojanovic, Ghilardi, Darboe, Esposito, Alvarez e Gonzalez. Rientreranno, tra i vari prestiti, Audero, Bereszynski, La Gumina e Delle Monache.

    Che mercato sarà? Come a gennaio, la sessione estiva sarà la seconda e ultima ammanettata all’indicatore di liquidità. Sanzione legata al piano di ristrutturazione salva società. Tutti ne erano al corrente. Prevedibile qualche cessione per creare liquidità. I costi generali del club vanno abbassati, e di molto. Se ne occupa l’ad Raffaele Fiorella. Il “salary cap” al secondo anno di B passa da 24 milioni a 10. Manfredi dovrà coprire il 40% dell’eventuale eccedenz

  7. Il 14/10/2023 at 11:28, Pontex76 dice:

    Binda dimostra ancora una volta una superficialità imbarazzante per un giornalista. Ha parlato di possibili opposizioni all'omologa dimostrando di non aver minimamente capito nulla nè approfondito anche solo gli aspetti principali di tutta la vicenda.

    Un albero di brutte figure

    Ed ora Telenord ci riciccia il famigerato Binda, quello che assieme a Ziliani metteva nero su bianco i dossier preparati dai commercialisti ed agli avvocaticchi TOPI per farci retrocedere (a proposito, sucatemelo merde)

    Telenord, marchiamo anche questo

  8. Ma Albisetti , che ha detto , testuali parole, che "Nei momenti topici i giocatori della Samp hanno sempre mollato", vuole dimostrarci di non capire un cazzo anche di calcio? 

    Ma Telenord, dopo che il nostro spara minchiate da due anni, non avendo beccato mezza ipotesi che fosse una sulla sorte della società, ce lo deve propinare ancora per tanto, o possiamo limitarci a commentare finalmente solo i miei amati Michieli e Rissetto?

  9. speravamo tutti di giocarcela alla morte sino alla fine, ed invece alla partita secca siamo arrivati con un po' di vitello ed a corto di benzina

     

    dopo di che, c'è solo da fare un plauso a giocatori, mister e società, perchè stiamo riemergendo dalle macerie che sappiamo, e le componenti del mondo Sampdoria hanno fatto BENE 

    • Like 2
  10. «Ci credevamo. E tutti quanti, insieme, abbiamo spinto per proseguire nel nostro sogno. È stata chiaramente una serata difficile per noi, ma voglio innanzitutto ringraziare i nostri straordinari tifosi per il loro sostegno incondizionato nell’arco di questa stagione. È stato un autentico peccato non averli tutti al nostro fianco anche a Palermo.

    Vorrei poi ringraziare la squadra, il mister e tutto lo staff per l’impegno profuso in ogni singolo momento.

    Quest’anno è stato caratterizzato da numerose vicissitudini, inclusi i tanti infortuni e la situazione che abbiamo ereditato la scorsa estate quando si era realmente sull’orlo del baratro.

    Nonostante queste difficoltà, la Sampdoria ha dimostrato grande resilienza e determinazione. Il nostro progetto non cambia: l’obiettivo rimane quello di riportare questa gloriosa società dove merita.

    Ieri la nostra stagione sportiva si è chiusa, ma già da oggi si riparte con ancora maggiore convinzione. E voglio rassicurare fin d’ora tutti i sampdoriani: continueremo a lavorare instancabilmente per proteggere la storia del club e costruire una squadra competitiva per il prossimo anno. La Sampdoria ha un passato di grande prestigio e un futuro che intendiamo onorare e costruire con impegno e passione.

    Forza Sampdoria. Sempre!»

    Matteo Manfredi

    • Like 2
  11. «Ci credevamo. E tutti quanti, insieme, abbiamo spinto per proseguire nel nostro sogno. È stata chiaramente una serata difficile per noi, ma voglio innanzitutto ringraziare i nostri straordinari tifosi per il loro sostegno incondizionato nell’arco di questa stagione. È stato un autentico peccato non averli tutti al nostro fianco anche a Palermo.

     

    Vorrei poi ringraziare la squadra, il mister e tutto lo staff per l’impegno profuso in ogni singolo momento.

     

    Quest’anno è stato caratterizzato da numerose vicissitudini, inclusi i tanti infortuni e la situazione che abbiamo ereditato la scorsa estate quando si era realmente sull’orlo del baratro.

     

    Nonostante queste difficoltà, la Sampdoria ha dimostrato grande resilienza e determinazione. Il nostro progetto non cambia: l’obiettivo rimane quello di riportare questa gloriosa società dove merita.

     

    Ieri la nostra stagione sportiva si è chiusa, ma già da oggi si riparte con ancora maggiore convinzione. E voglio rassicurare fin d’ora tutti i sampdoriani: continueremo a lavorare instancabilmente per proteggere la storia del club e costruire una squadra competitiva per il prossimo anno. La Sampdoria ha un passato di grande prestigio e un futuro che intendiamo onorare e costruire con impegno e passione.

     

    Forza Sampdoria. Sempre!»

     

    Matteo Manfredi

    • Like 2
  12. il molo dell'amicizia di nuovo vandalizzato (e ripristinato), il mosaico di Tiler danneggiato, scritte disgustose sempre su Vialli, ma quelle sottomerde dei nostri mezzi d'informazione tacciono

    tralascio, per carità di patria, il modo in cui sono state trattate alcune altre vicende di queste settimane, dimostrando tutta la faziosità e la piccineria di gente che non sa fare giornalismo; tralascio giusto perchè noi abbiamo scelto, in tempi non sospetti, di non trattare certi argomenti e di non gettare benzina sul fuoco. Ma che il livello di servilismo dei mezzi d'informazione in città sia questo , lasciatemelo dire, è imbarazzante 

  13. Così il secolo 1893

     

    E’ emersa una ulteriore iniziativa legale riconducibile al trustee Gianluca Vidal che contesta le dinamiche che hanno portato tra maggio e giugno del 2023, al passaggio della maggioranza del capitale azionario della Sampdoria dalla Ssh Holding alla coppia Andrea Radrizzani-Matteo Manfredi. L’esposto è stato presentato mesi fa al Tribunale di Roma e ci sta lavorando il nucleo di Polizia economico finanziaria della Fuardia di Finanza. In particolare viene contestato l’operato di Massimo Ienca in qualità di amministratore unico della Ssh, una carica che aveva assunto nel dicembre 2021, nei giorni successivi all’arresto di Massimo Ferrero, per scelta condivisa non solo da Vidal ma anche dal Cda dell’epoca (Lanna, Panconi, Romei e Bosco) in uno dei momenti più critici della storia recente della Sampdoria, arrivata a un passo dal fallimento.

     

    Decisiva era stata l’inbtuizione del Cda di accedere ai nuovi strumenti di composizione della crisi e decisivi anche i sacrifici dei fornitori che hanno accettato di rinunciare a una consistente parte dei loro crediti in sede di ristrutturazione del debito, senza queste due eventi Radrizzani e Manfredi non sarebbero intervenuti e la Samp versomilmente sarebbe ripartita dai dilettanti. E decisive ovviamente, per il buon esito dell’operazione di Radrizzani e Manfredi, le scritture private che hanno creato i presupposti legali per il trasferimento dei diritti di opzione dell’aumento di capitale ai nuovi investitori.

     

    A Ienca verrebbero contestati reati di infedeltà patrimoniale e truffa. Un esposto che si va a inserire in un filone già ricco di iniziative legali, che hanno visto e vedono coinvolti i Tribunali di Genova, Roma e Milano. In particolare quello di Genova è l’unico che è già arrivato a sentenza lo scorso 2 agosto, in quel caso si trattava di un ricorso promosso da Ssh contro la Sampdoria, con l’intervento della Blucerchiati, controllante del club blucerchiato. Ricorso che il giudice Gibelli aveva rigettato, “la cessione non appare quindi invalida”. E ancora: “Il ricorso ove ritenuto ammissibile non risulta fondato per difetto di fumus e di periculum ed ancora non accoglibile per l’effetto dannoso per la società dell’accoglimento in misura del tutto sproporzionata alla tutela del ricorrente”.

    Ma la Ssh non se n’era stata di questa prima sconfitta nelle aule di un Tribunale e successivamente e ripartita alla carica presso i Tribunali di Roma e Milano. Dove il 28 maggio è calendarizzata una nuova udienza, davanti al giudice Marconi, per risolvere una volta per tutte questa estenuante vicenda, che vede finirci in mezzo la Sampdoria.

  14. Comunque, più ridicolo di chi mette in mano a Susan Sarandon una maglia del C1enua per fare un po' di pubblicità alla propria inutile vita, c'è solo Genova24 che riesce pure a titolare "leggendaria" 😂😂😂🙂😂 

     

  15. Comunque, non lo sapevate che Susan Sarandon è genuana? Cucinava le trippe alla festa del Bonilauri, me lo ha detto Genova24 😂😂😂

    Tra l'altro ora si capisce perché Thelma e Louise si imbelinavano giù dal Canyon

    • Haha 1
  16. 22 ore fa, blucerchiato79 dice:

    Ma Pirlo è un incapace, alla giuve la formazione gliela faceva Ronaldo, di cosa stiamo parlando? Ammerdeeeeeee!!! 

    Abbiamo visto anche quello...

  17. 9 minuti fa, Erreci dice:

    Buon campionato per essere uno che non capisce un cazzo di calcio 

    I migliori sono alcuni giornalisti nostrani che ne hanno detto peste e corna, ed ora lo lodano. 

×
×
  • Create New...