Jump to content

labbrodinovisad

Moderators
  • Content Count

    3,974
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    194

labbrodinovisad last won the day on March 30

labbrodinovisad had the most liked content!

Community Reputation

2,630 Excellent

Recent Profile Visitors

The recent visitors block is disabled and is not being shown to other users.

  1. La terra ti sia lieve sentite condoglianze alla famiglia Mantovani https://www.sampdoria.it/cordoglio-blucerchiato-per-la-scomparsa-di-filippo-mantovani/
  2. bella intervista di Ramirez sul secolo di oggi... più o meno la pensa, come potremmo pensarla noi
  3. intanto il rugby dichiara finita la stagione ed il basket si appresta farlo
  4. Segnalo, ancorché marginale rispetto al gran casino Mentre in Serie A i club si fanno la guerra sull’opportunità di riprendere o meno a giocare il campionato, in Germania le società più ricche hanno deciso, in un momento di crisi, di aiutare quelle con meno disponibilità economiche. Bayern Monaco, Borussia Dortmund, RB Lipsia e Bayer Leverkusen hanno messo sul piatto 20 milioni di euro come “fondo di ristoro” a sostegno dei club meno solidi, che più hanno sofferto lo stop al calcio determinato dall’emergenza coronavirus. Lo scopo: “Garantire la competitività della Bundesliga e fare salvo il criterio di giustizia”, con le parole di un dirigente del Bayer Leverkusen. Una scelta solidale Ad annunciare lo stanziamento straordinario è stato il presidente della Bundesliga, Christian Seifert: "Queste quattro società hanno rinunciato a 12,5 milioni dei loro prossimi diritti televisivi, lasciandoli agli altri, e 7,5 che usciranno direttamente dalle loro casse. Questo gesto significa che in Bundesliga la parola solidarietà ha un significato reale". Al fondo straordinario non potranno attingere solo i club più poveri del massimo campionato tedesco ma anche quelli della 2 Bundesliga, corrispettivo della nostra Serie B. "in questo periodo così difficile - ha detto il Ceo del Bayern Karl-Heinz Rummenigge - è giusto che i più forti aiutino i più deboli". Secondo il dirigente del Lipsia Oliver Mintzlaff "affinché ci sia un campionato interessante bisogna che gli uni dipendano dagli altri. I due principali campionati dalla Germania sono composti da 36 società che devono remare tutte nella stessa direzione". La riduzione degli stipendi Quando si chiede ai club italiani, alla Lega di Serie A e alla Federcalcio se anche in Italia possa accadere qualcosa di simile, le risposte variano da “assolutamente no” a “sarebbe impensabile”. D’altra parte, che il calcio tedesco si stia dimostrando solidale nel momento dell’emergenza lo dimostra anche la disponibilità di calciatori ed allenatori a ridursi lo stipendio. I giocatori del Bayern Monaco hanno infatti accettato di ridursi lo stipendio del 20 percento e altri club hanno seguito l’esempio. Al Borussia Dortmund non solo i giocatori, ma anche il tecnico Lucien Favre si è detto pronto a decurtarsi i compensi di un quinto, se il campionato non dovesse ripartire, e di un decimo nel caso la Bundesliga riprenda a porte chiuse. Con formule diverse, hanno accettato riduzioni degli ingaggi anche i giocatori di Werder Bremen, Borussia Moenchengladbach, Schalke 04 e Bayer Leverkusen. (Repubblica.i)
  5. per tacere che oltre a quelle coppie hai visto in quegli anni novanta Platt, Jugovic, Mihajlovic, Veron, Seedorf, ecc
  6. ad Alzano , poi, c'è stato anche un ospedale a far da focolaio e moltiplicatore. Non so con che tempistica
  7. anche la Lazzie, che vuole ovviamente riprendere il campionato, sta richiamando i suoi ad allenarsi
  8. Matuidi e Zaccagni del Verona positivi
  9. https://www.repubblica.it/sport/calcio/2020/03/16/news/coronavirus_gravina_figc_ripresa_a_maggio_non_si_esclude_campionato_in_due_stagioni-251422089/?ref=RHPPTP-BH-I251359745-C12-P18-S2.4-T1
  10. pare che Colley sia negativo, buon per lui e per la sua famiglia per tutti gli altri, un grande "in bocca al lupo"
  11. belin stavolta che non avevo censurato una fava🍌
  12. una cosa la dico io le società di A, apprendo dal corriere, vogliono ricominciare a giocare e concludere tutto il campionato a partire dal 3 maggio a rischio , in caso contrario, l'iscrizione della metà delle squadre E siccome a me l'ipotesi sopra pare folle, non mi pare sinceramente una grande idea chiedere alla Sampdoria di destinare 170mila euro del suo bilancio al San Martino altra cosa sarebbe se si autotassassero soci e tesserati dell'Unione Calcio, e soprattutto i tifosi di sicuro io non chiedo il rimborso di una beata minchia ed i miei euro li dò al San Martino per cazzi miei, senza doverci mettere il Doria di mezzo
  13. ma seriamente sti asini delle società di A vogliono riprendere il campionato dopo il 3 aprile? con Juve, Samp, Fiorentina contagiate?
×
×
  • Create New...