Jump to content

Leaderboard


Popular Content

Showing content with the highest reputation since 05/30/2019 in all areas

  1. 20 points
    Le recenti iscrizioni a questo tanto rispettabile quanto antico Foro, mi hanno indotto a formulare alcune considerazioni che cercherò qui di rendervi note, mi auguro in modo chiaro ed esaustivo. Innanzitutto vorrei fare un po’ di cronistoria dei fatti che portarono alla nascita del Forum, del perché e del per come per alcuni anni fosse diventato dapprima un punto di riferimento per molti sampdoriani ed in seguito un luogo assai meno frequentato, una sorta di 4 amici al bar, dove tutti – o quasi – ci si conosce e si chiacchiera del più e del meno attorno alla Sampdoria. All’inizio fu il Forum Il Forum degli Ultras Sanfruttuoso, una creatura di Alberto, un vero Amico per me, un tipo strano che aveva un gran desiderio di condividere la sua passione per la Sampdoria con il maggior numero di persone. Si era sul finire degli anni 90 e i primi del nuovo secolo, internet era cosa per pochi, si viaggiava alla velocità delle italiche ferrovie, di social non se ne aveva traccia così come di siti dedicati alle news blucerchiate. Causa il periodo disgraziatissimo in cui si trovava la Sampdoria, avaro di risultati sportivi , ma ricco di polemiche e di contestazioni, il Foro divenne un luogo della resistenza blucerchiata: la Sampdoria si ama 7 giorni su 7, abboniamoci in 20.000, ecc … ecc . Vi era pure un buon feeling con gli Ultras, ma di questo e di altre beghe non ho nessuna intenzione di parlare: acqua passata non macina più e a lungo andare non solo annoia, ma rompe pure il cazzo, senza considerare che chi non ha vissuto in prima persona certe dinamiche o non ci capisce un cazzo o capisce messe per musse. Via via gli utenti aumentano, via via le amicizie si rinforzano, via via qualcuno pure si sposa e qualcun’altro nasce: insomma un bel gruppo virtuale, ma che poi è pure molto reale perché ci si vede, ci si frequenta, ci si tocca e qualcuno come detto ci si tromba pure. Tutto bene quindi, si tocca dunque l’apice che dura a lungo, si ma …. si però …. Il declino del Forum Qualche casino interno, qualche problema di comunicazione tra esterno/interno, qualche casino informatico di troppo irrisolto, il benessere si sa porta all’appagamento, dissidi, rotture di cazzo, cose di cui non ho alcun desiderio di trattare (Amintore astieniti o ti vengo a cercare) e poi infine esplode il FENOMENO SOCIAL e le chat di WhatsApp. Prima di dedicare spazio ai social, è bene fare una breve digressione riguardante il “benessere sportivo”: è fenomeno ampiamente dimostrato e sostenuto da ampia casistica che quando le cose vanne bene, sullo spettabile foro ci son pochi accessi, mentre quando le cose vanno male tutti accorrono al foro in cerca di conforto o di sfogo. Dicevamo dei social: se devo dire qualcosa a Pino e a Gino senza che Rino lo sappia, uso whatsapp, se devo dire qualche stronzata al Presidente o giocatore di turno uso face book perché sul foro mi è proibito. Sui social poi ho più seguito, chissenefrega se è gente che manco conosco, che magari qualcuno è pure genuota, che poi tanto mica gli rispondo, a me basta dire ciò che voglio dire, meglio se ciò che dico va incontro al pensiero dominante che così mi becco più like e ho un casino di followers che me lo fanno venire mezzo duro e stai a vedere che becco pure della fica. Capite bene che il foro, seppur rispettabile e dotato di una sua etica, non possa competere con i social, con face book e whatsApp è una partita persa in partenza …. Si però poi accade che in piena bagarre, nel mentre che è in corso la madre di tutte le contestazioni verbali fatta di insulti, improperi, di auguri di morte, di ictus, coccoloni e disgrazie varie, di fake e contro fake, te lo lì che spuntano alcuni nuovi iscritti – pochi eh – pochi ma buoni, come quelli di un tempo, sampdoriani con la testa sulle spalle, che scopri che da qualche tempo leggevano le nostre puttanate e che in quelle puttanate si ritrovavano e ritrovavano lo spirito dei sampdoriani di un tempo, un tempo prima dell’odio, degli insulti, dell’ignoranza becera, del non capire che poi alla fin fine sempre si tratta di una nostra passione basata su 11 beline che corrono dietro a una palla, un po’ come si faceva noi da ragazzini sul campo della parrocchia o sul piazzale della scuola. Quindi dico benvenuti a questi nuovi iscritti e a quelli che magari arriveranno, perché son certo – e ne ho le prove sostenute da evidenze – che saranno come chi li ha preceduti e qui è rimasto, ma non perché ci si consideri meglio di altri o più sampdoriani di altri* , ma perché chi si avvicina e poi frequenta a questo rispettabilissimo Foro solitamente è una persone per bene, uno che non insulta, che tenta di ragionare, che prova a capire i motivi di un determinato evento o momento (magari dicendo delle cazzate), che riesce ad essere “leggero” anche in momenti che possono apparire drammatici, che non è bene prendersi troppo sul serio soprattutto quando si tratta di 11 beline che corrono dietro ad una palla E infine una nota personale: un benvenuti in più perché siete riusciti a farmi mettere assieme un post come da tempo immemore non scrivevo …. e adesso ritorno alle mie cazzate e ai miei W LA FICA * più sampdoriani di altri : dopo mille anni di SUD seguo da 2 anni le partire dai tanto vituperati distinti e vi posso assicurare che ho sentito sin qui molte meno cazzate e insulti ai giocatori e allenatori dalla mia postazione attuale rispetto a quando ero nella SUD. Morale: non è il luogo in cui vedi la partita che ti dà la patente di miglior tifoso
  2. 18 points
    Lunedì andrò al suo funerale. Ci andrò con i colori che lui amava. E sarete tutti con me.
  3. 15 points
    Siamo un forum di beline Ma c'è anche chi sa scaldare il cuore e far godere gli occhi Un gran bel Liam
  4. 15 points
    "E' notte alta e sono sveglio sei sempre tu il mio chiodo fisso" Vorrei sinceramente ringraziare nell' ordine: quello che a marzo è andato a trattare la cessione con la volpe sotto l'ascella di una possibile collaborazione futura con la nuova proprietà, quello che ce l'ha mandato e poi ci ha ripensato e poi ha detto "qui mi state a fregare tutti quanti io non firmo niente", quello che ha twittato, poi non contento ha ritwittato ancora e ancora... finchè non gli han nascosto il cellulare, quelli migliardari che però gli è toccato cacciar via dieci chili tra focaccia e salatini assortiti più una cassa di Freschello frizzante che serviva per brindare alla stipula del contratto ed han pensato subito "qui si comincia male straggiando delle palanche", quelli che da quel momento non han capito più niente e sono stati lì ad aspettare di settimana in settimana che la cessione si avverasse ("Conducente! E' qui l'Acquario?" "Belin signora siamo partiti da Voltri e qui siamo in via Merano a Sestri! Non me lo può chiedere a tutte le fermate!"), quelli che si aspettavano le spiegazioni circa l'assegno per Obiang sapendo che la verità giudiziaria, purtroppo arriva dopo anni e che l'indagato cos'altro può dire se non "sono innocente non ho fatto niente" o si aspettavano "tranquilli! ho inchiappettato solo la Finanza, ma voi non ditelo a nessuno!", quelli che si sono impettiti perché non era solo questione di distrazione di fondi ma di indegnità morale per cui da adesso non lo consideriamo più presidente anche se è Presidente e fa il Presidente e vediamo un po’ come finisce, quelli che han pensato “ a ladrone , ladrone e mezzo; e adesso gli creiamo un ambientino che vedrai che molla”, quelli che han detto adesso andiamo a ringraziare Garrone che ce l’ha messo, quello che, sentendo puzza di bruciato, ha finalmente detto che ha regalato una “cosa” che vale svariati milioni di euro a un “cialtrone e buffone che può fare il botto da un momento all’altro” però lui Garrone vuol tanto bene al Doria (che poi dopo le porcate dette e fatte al padre da taluni “doriani” ad essere un po’ incavolato ci avrebbe mezza ragione), quelli che han fatto i programmi televisivi finalizzati al sostegno, le pagine web di supporto che per iscriversi chiedevano una dichiarazione di anti-ferrerità (e chi cavolo è Ferrero, il vile spione Dreyfuss!? Ci siamo dimenticati che parliamo di pallone?), quelli che pur avendo più anni della Pria Pulla han bannato su FB i sospetti ferreriani (senz’altro pagati, stra-pagati dal Duce-Truce) che manco i sedicenni a quelli che mettono i like alle foto della loro fidanzatina alla spiaggia, quello che “nessuno a me ha mai fatto una proposta” e poi è partito alla volta di Niù York per farsi ricevere dal multimigliardario nello sgabuzzino delle scope, quelli che han passato luglio a parlare delle cazzate circa la cessione societaria invece delle cazzate del calciomercato, quelli che han detto “tu non ci entri più nel bar se no ti becchi una testata” ( e bellandi è pericoloso ragazzi andare per questa china che qualcuno può farsi male sul serio) dimenticando che se poi non gliela dai per davvero la testata e lui entra nel bar lo stesso la figura del quaraquaquà la fai tu, non lui, quelli che son venuti a Boccadasse, han visto il scito e la location, però, all’americana, pur di liberare il territorio, son disposti a cospargerlo di napalm, quello che va mangiare con Salvini, con i Savoia che manca solo Kesselring buonanima (buonanima si fa per dire) quando un profilo basso, tipo Prevosto di Campomorone, sarebbe stato più opportuno e più di buon senso (ma già il buonsenso non te lo puoi dare se...), quelli che "con Gianluca anche in serie B!" che poi lo sai che (mica tutti che non faccio di tutt'erba un fascio, ma non pochi), dopo il primo campionato moscio "ecco lì che abbiamo trovato un altro pupazzo del Benzinaio!", quella che è appena uscita da una pagina di Cafonal di Dagospia e già le bruciano la macchina perché a Radio Quartiere Trionfale a Roma ha parlato bene di Ferrero e allora son subito partiti in sette da Molassana Alta con una tanica di kerosene per incendiarle l’auto che stava dove tutti sapevano, all’angolo tra via Tito Livio e corso Cirenaica, una Ford Ka quasi nuova del 2005 per non parlare delle cose che ci aveva lasciato nel cruscotto: la crema idratante da 300 euro comprata da Sephorà più 250 mila euro appena prelevati col Bancomat,... quello che non ha detto ancora una parola,... quello che parla troppo... vorrei tutti sinceramente ringraziarli perché, per la prima volta, dopo più di sessantanni, mi han fatto sperimentare cosa vuol dire vivere sei mesi da genuano…. Io lo so che ci sono cose infinitamente più importanti della Sampdoria che però è un mio giocattolo dell’infanzia conservato per tutta la vita (non solo mio lo so) e ci sono affezionato e se ci sono affezionato non lo faccio passare sulla griglia di un tombino col rischio che ci finisca dentro e dopo non ce l’ho più (non solo io). E tutti lo amano e tutti lo vogliono salvare “Perchè è mio!” “No! E’ mio!” e intanto scivola lentamente verso la griglia… Fermatelo! Fermatevi. Solo la Sampdoria, come questo Nobile Foro, impalpabile come l’aria che respiriamo.
  5. 13 points
    Non so forse l'utente Mangusta ,così come moltissimi altri, paga il fatto di essere giovane e di non sapere ciò di cui parla. Va anche detto che, come qui ricordiamo spesso, i tempi cambiano e con essi gli atteggiamenti nei confronti delle cose futili come può essere il calcio ed il tifo calcistico. Una cosa rimane però immutata e cioè il fatto che non si possono sommare pere a banane e che quando si giudica qualcosa o qualcuno si dovrebbe essere informati ed avere competenze in merito all'oggetto. Ora ,venendo a noi, questo è un sito di tifosi di calcio, tifosi per lo più molto appassionati, frequentatori dello stadio e ,infantilmente innamorati, della UC Sampdoria. A parte qualcuno, non abbiamo specifiche competenze in materia fiscale, fallimentare, economica, di diritto ecc , e direi nessuno ,di tutto questo applicato al calcio. Al massimo possiamo avere qualche competenza, magari per sentito dire o per esperienza personale, di tattica e tecnica calcistica, di arbitraggio,di preparazione fisica. Moltissimi hanno esperienza diretta di tifo organizzato e di vita da stadio. Ecco le nostre competenze sono queste e devono essere finalizzate al sostegno alla squadra , al tifo ,al creare negli avversari quantomeno in casa nostra una sorta di timore, di stordimento. Il tifoso per definizione dovrebbe rappresentare quel di più , nel corso della partita ma spesso anche nel prima e nel dopo, che infonde coraggio e determinazione nei calciatori, perchè possano dare il meglio di sè. A noi dovrebbe fregare un cazzo del presidente e delle vicende societarie , dovrebbe importare solo la squadra ,il tifo ed al limite , dopo la partita, fuori dello stadio, qui sopra o al bar o al club massacrarci in discussioni tecniche, se doveva giocare tizio o caio, se l'allenatore doveva o non doveva fare quella sostituzione, se l'arbitro è una merda ( e lo è sempre...) e così via. Ora , quando invece il tifoso diventa commercialista,fiscalista,presidente , quando il tifoso ha come primo interesse influenzare la dirigenza e/o pensa di vantare diritti nelle scelte societarie , allora non tifa più non fa più l'unica cosa che sa veramente fare e questo non aiuta nessuno, anzi può portare rapidamente a disastri e casini. Oltretutto abbiamo un esempio vicino, nell'altra compagine cittadina i cui tifosi da sempre si sentono "padroni" della loro squadra con ciò che ne consegue e non mi pare abbiano scritto pagine memorabili ne per quanto riguarda il tifo, ne per quanto riguarda i risultati sportivi, per tacere di serietà e moralità dei vari presidenti e dirigenti che si sono succeduti. Purtroppo pare che ormai anche la nostra tifoseria abbia preso questa deriva, che non le apparteneva, che mai le è appartenuta , da qui l'apertura con riferimento alla giovane età ed ai tempi che cambiano. Noi qui sopra ,pochi e forse inascoltati , non possiamo intervenire direttamente, ma non possiamo nemmeno far finta di niente ne esimerci dal condannare questo comportamento. Non siamo abituati a seguire l'onda lunga, ma a ragionare con la nostra testa e a mettere sempre e solo il sostegno alla Sampdoria , che è lo ricordo una SQUADRA DI CALCIO, prima di tutto il resto Ciò non significa aver fatto patti col diavolo o difendere gli indifendibili. Si tratta solo di difendere la nostra squadra , i nostri ragazzi ed aiutarli a tenerci fuori dal girone infernale della serie B.
  6. 13 points
    COMUNICATO Ieri sera mercoledì 16 ottobre 2019, in un noto locale del centro di Genova si è riunito il Direttorio del Forum Sololasampdoria. Erano presenti, come graditi ospiti, alcuni utenti del forum che hanno portato gli umori e le istanze della base oltre ad un auterevole esponente della Brigata Massimo Ferrero 2018. Nel corso della discussione , a tratti anche molto accesa, sono emersi diversi punti di vitale importanza sui quali esortiamo la Società ad intervenire tempestivamente e se necessario con fermezza. Non ci è più possibile sopportare certe situazioni, alcune sul tavolo ormai da troppo tempo, che urtano vieppiù la nostra sensibilità di tifosi e custodi del BluBiancoRossoNeroBiancoBlu. Elenchiamo qui di seguito le sopracitate priorità : I gabinetti ,delle gradinate specialmente ma anche dei distinti, fanno schifo e sono in alcuni casi impraticabili. Non sappiamo delle tribune perchè non abbiamo riscontri di nostri utenti colà locati, o forse non abbiamo proprio utenti che vadano in tribuna, comunque fate qualcosa. La musica a palla durante il pre-partita ha rotto il cazzo (quanno ce vo ce vo). Non è possibile ,specialmente per i tifosi più anziani, e tra di noi ce ne sono molti, neppure parlare e scambiarsi le importanti informazioni pre partita circa la tattica, le caratteristiche degli avversari, l'adeguatezza della terna arbitrale e così via. Lettera da Amsterdam ha rotto il cazzo ( anche qui quanno ce vo ce vo). Per carità canzone molto bella ma non certo trascinante anzi diremmo ammosciante. Esigiamo il ripristino del classico Inno della Sampdoria, che per chi non lo sapesse (peste lo colga) è il celeberrimo "Se deserte son le strade". La tribuna stampa fa cagare , dateci una mano di pittura, possibilmente blucerchiata e mandate i giornalisti da un'altra parte (anche fuori nel caso) La riunione si è sciolta a tarda ora, con l'impegno di una nuova convocazione prima della partita con quelli là, per verificare quante delle nostre richieste saranno state recepite ed in caso contrario valutare le opportune azioni di protesta. Il Direttorio SEMPRE E SOLO FORZA SAMPDORIA
  7. 13 points
    Non mollare, Forza Unione Calcio! Vaffanculo tutti
  8. 13 points
    Quotando quello che si legge in giro (anche da illustri tifosi) Ferrero mangia e viaggia con i "nostri" soldi. L'uso della parola "nostri" e' quanto di piu' simile a quello che dicono/fanno nell'altra gradinata e ancora una volta dimostra come ci stiamo avvicinando pericolosamente. Che i tifosi facciano i tifosi e non debbano autorizzare note spese in societa... Scusate mi sono permesso di intervenire sull'argomento. Ho passato i 45, vivo all'estero e seguo con tanta tristezza tutto quello che sta succedendo. Vi leggo da circa 15 anni e finalmente ho deciso di iscrivermi e partecipare, forse spinto dal momento delicato. Siete l'unico sito che parla di Sampdoria con cui mi trovi in totale sintonia. Continuate cosi questo forum serve ancora molto...
  9. 12 points
    se ci hai letto, la risposta la conosci benissimo la pensiamo male, anzi malissimo, sia sul viaggio a Palermo, sia sulla "vacanza" della società in questi mesi del resto, abbiamo scritto in tutte le salse che ci avevano rotto il cazzo TUTTI I TUTTI sono: Ferrero che era convinto di passare all'incasso, gli americani convinti che facevano la corsa al massimo ribasso (anche contando sul tanto peggio tanto meglio), ex presidenti che per paura ed opportunismo danno del "cialtrone" ad uno a cui hanno regalato la Sampdoria (ma non aveva passato un severissimo filtro del belino che vi strangoli?); quelle rumente dei giornalai, ed una larga parte di sampdoriani di ogni genere e collocazione in gradinata o fuori che si stanno comportando da genoani da 6-7 mesi ah, ci hanno rotto il cazzo anche quelli che citano Paolo Mantovani , ma poi si comportano all'opposto di quello che ha tentato (senza successo) di insegnare ai tifosi , in termini di buon senso e civiltà ora ti è chiaro? ps: a proposito, come mai hai postato il tapiro? Non ho visto il filmato, ma a quanto leggo , non ci vedo nulla di scandaloso dedica compresa a Gianluca ps del ps: magari rispondi anche ad Erreci... anche a me pare foste tutti contentissimi quando Ferrero volava a Palermo, perché dicevate "taci che si toglie dai coglioni"
  10. 11 points
    La meraviglia della palla fuori dallo stadio Ti amo Tatuaggio tipo Saponara a Roma
  11. 11 points
    Buon Natale Mr sei arrivato che eravamo in fondo alla classifica, quando pensavamo "speriamo di arrivare a Gennaio non troppo distanti dalla terz'ultima", quando eravamo carne da macello. Siamo quart'ultimi a Natale, abbiamo vinto il derby, siamo ancora in grande difficoltà e in piena lotta, ma ci hai dato qualche certezza e tanta speranza Nella vita i problemi son sicuramente altri e non sono nemmeno paragonabili ad un campionato di calcio, ma hai contribuito ad un Natale più sereno per noi Sampdoriani. Grazie Ale' Doria
  12. 11 points
    Eravamo in un Truman Show e chi provava a farlo notare è stato indicato come ferreriano, qualcuno sapeva di non sapere un tubo e di pestare l'acqua nel mortaio ma , forse proprio per vanità come dice Erreci, ha continuato a propalare notizie completamente prive di fondamento. Sì! vergogna e disdoro per chi si professa Sampdoriano e ha scientemente sfruttato la situazione. Dunque per 6 mesi si sono descritti i movimenti immaginari di una situazione cristallizzatasi a marzo 2019. Ammazza K. e D. che pelo sullo stomaco! siamo proprio sicuri che cadendo nelle loro mani saremmo stati più al sicuro che in quelle di F.? Provo grande affetto per LV9, avere lui come presidente per me sarebbe stato bellissimo, ma debbo dire che credo abbia sbagliato a coprire col suo nome questa brutta operazione. Al Presidente vorrei consigliare, da sessantenne a sessantenne, di scegliere adesso il profilo basso, basta comparsate in TV, niente proclami, solo silenzio e lavoro, richiami i suoi collaboratori, abbia l'umiltà di non fare di testa sua, dia significato con il suo rinnovato impegno all'alto valore che ha dato alla sua proprietà. Però...spenda 30 euro e si compri finalmente un libro sulla Sampdoria, perchè è impensabile che uno guidi una società senza minimamente conoscerne la storia...via regina per non apparire come un grottesco alieno quale attuale dirigente..giacchè vuole rimanerne alla guida, non essendo costretto a vendere, Nel caso in cui si trovasse invece, nella costrizione della cessione e non l'avesse fatto...posso solo pregare per Lei. Il Doria ha scudo e "salvagente" che lo proteggono. I Nostri, senza aver la presunzione di insegnare niente a nessuno, li inviterei alla calma, a pensare che non dobbiamo salvare la Pulzella dal Drago, indicare un solo uomo quale ostacolo al soddisfacimento popolare è pericoloso e ingiusto, alla fine qualcosa di grave può accadere e, in ambito sportivo, nuoce gravemente alla causa che tutti diciamo di sostenere.
  13. 11 points
    "E' fatta" ed era quando? maggio? ... " Ci siamo .... " ed era luglio ... "C'è luce in fondo al tunnel ..." era settembre, nel frattempo ai primi di agosto ci fu chi diede l'ultimo saluto a Ferrero già con la valigia in mano .... quante certezze, quanto sapere, quante cazzate attorno a questa fiera delle vanità nel senso di inconsistenza, di un qualcosa di effimero e per l'appunto vano, vuoto : vanità di Ferrero, inconsistente nel suo fare il Rugantino furbo e strafottente di fronte alla concretezza e materialità degli amerikani, vanità dei giornalisti che non gettato parole al vento, ma parole che resteranno scritte per sempre a memoria di una figura di merda che passerà alla storia, vanità di Garrone, nel suo vano tentavo di recuperare credibilità di fronte alla tifoseria e alla sua città, vanità di chi sta attorno a Ferrero nel loro inconsistente, debole e vacuo tentativo di ricondurlo a più miti consigli , vanità dei tifosi "che il Doria siamo noi", vanità di Gianluca che chissà avrà pensato di ritrovare la giovinezza perduta e con essa magari pure i capelli Una brutta storia, una triste pagina che la nostra Sampdoria ha vissuto - e che ne vivrà le conseguenze spero non drammatiche -inconsapevolmente e senza colpa alcuna, senza nessun compiacimento ne debolezza, ma forse con il solo intimo desiderio di poter vivere serenamente FORZA SAMPDORIA PS : e ovviamente sempre W LA FICA
  14. 11 points
    Mamma mia Povera Uc Sampdoria Non te lo meriti tutto questo. Mi sembra tutto così assurdo che non riesco nemmeno a starci male. Mi risulta quasi estraneo, come se non riguardasse la mia squadra. Spero di non dover iniziare a raccogliere le carte dell'uovo di Pasqua per portare a termine la trasformazione completa in qualcosa che ho sempre deriso e per cui ho sempre provato pena.
  15. 11 points
    Siccome sono assolutamente allineato al "i tifosi facciano i tifosi" , continuo ad essere preoccupato, come tifoso appunto, dell'andamento sportivo della squadra che non lascia presagire niente di buono. E sul resto che gira intorno dico solo che hanno TUTTI rotto il cazzo e che TUTTI hanno colpe in ciò che sta accadendo. Non voglio smarcarmi e, per quel che conta, condanno in maniera netta il comportamento della tifoseria organizzata e dei media tradizionali. Inutile girarci intorno, è vero che noi non conosciamo i veri dettagli della trattativa, però è abbastanza evidente che , volenti o inconsapevoli, supportati da tv e carta stampata i tifosi (non tutti ma quasi) si sono prestati ad essere il braccio armato dei potenziali acquirenti. Non si può certo affermare che fosse un piano studiato a tavolino ma di fatto stiamo assistendo ad un fronte unito e compatto che in tutte le maniere cerca di mettere Ferrero con le spalle al muro. La domanda sorge spontanea : cui prodest ? Non lo so ma so , di certo, non giova all' UC Sampdoria. Quindi , quando finirà sta storia, quando anche si saprà con certezza chi è stato il cattivo, per me se ne possono andare tutti comunque a fanculo,bravi e cattivi, Presidenti in carica o mancati, difensori dell'onore blucerchiato, giornalisti e chi più ne ha più ne metta.
  16. 11 points
    Si Hanno rotto il cazzo tutti: Ferrero, americani, vialli , il cazzo che li strangoli, tutti nessuno escluso
  17. 11 points
    Spiace dirlo ma Edoardo, alla faccia del Beccaria, ha dimostrato che due buoni tratti corda sciolgono alquanto la lingua agli interrogati. Pur di tornare alla sacrosanta tranquillità di casa sua ed alle delizie golfistiche di Villa Carolina abbiamo finalmente saputo dalla bocca dell'interessato ( alcune non erano proprio rivelazioni, altre sì, ma mai in così bell'ordine disposte) che che la famiglia Garrone ha regalato l'Unione all'unico (ma anche il primo) che si è presentato, che "non prendetevela però con lui" è Romei ad averglielo proposto, che se Ferrero è il "Gatto", Romei è la "Volpe", quello che si è preso cura di costituire un CdA meno familiare con l'inserimento di due professionisti Doriani di valore, che sta a vedere che non ce lo troviamo, lui, Romei, Presidente in futuro. Poi abbiamo saputo che come lui, Garrone, aveva capito subito, Ferrero era uno che, dal punto di vista economico avrebbe fatto bene (come ha fatto davvero, peccato che Edo non avesse compreso che era anche cialtr. buff. eccetera eccetera come adesso afferma o forse al momento la cosa non gli era parsa importante), che Garrone non ha potuto ottenere gli stessi risultati economici perchè Ferrero è da SOLO a decidere (capisci a mme, tengo famiglia, fratelli, cugini, cognati ed affini mezzi bibini), Poi abbiamo capito che distrarre fondi da una azienda all'altra pur dello stesso proprietario è oggi cosa mooolto complicata e gravida di pesanti conseguenze, non soltanto per l'interessato, ma anche per i membri di un Cda connivente od omissivo, e comunque terminava affermando pubblicamente che, nel caso ipotetico in cui, la "ballerina" fosse stata davvero in pericolo egli l'avrebbe salvata così come il padre aveva fatto in precedenza. Applausi ed evviva come ad una sposa, anche se mi aleggiava nella mente la figura del governatore Ferrer di manzoniana memoria che pressato dalla folla inferocita, urlava "Sì lo conduco in galera il Vicario Provvisionale! - e a bassa voce precisava - Si es culpable..". Non sono per niente tranquillo, su questo nobile forum si è stati attaccati come servi dell'Erg in quanto poco inclini a dare spazio a quella frangia di tifosi che giudicava i Garrone di braccino corto e disamorati, concreti ostacoli al salto di qualità della squadra in campionato, prima ancora come "Enrichiani" prezzolati, oggi come pretoriani di Ferrero. Quando, forse, si è stati solo nemici del cambiamento a qualunque costo, della guerra al Presidente di turno "quale sola igiene del mondo". Personalmente penso che quando i tifosi si intrigano troppo di scelte societarie che coinvolgono molto denaro, rischiano, credendo di esser guidati dal loro cuore, di finire eterodiretti o, per dirla come si mangia, inconsapevolmente manovrati da altri...
  18. 10 points
    Così Marino Bartoletti ricorda Paolo Mantovani ( consiglio di farne copia e conservarlo tra i ricordi più cari) Io, nel mondo del calcio, un presidente così non l’avevo mai conosciuto. Né l’avrei conosciuto più Paolo Mantovani, fra due giorni avrebbe compiuto 90 anni. Se n’è andato che ne aveva poco più di 60. Dubito che un altro dirigente nella storia del calcio mondiale abbia fatto in un arco di tempo (purtroppo così breve, poco più di una dozzina d’anni) quello che ha fatto lui. Se avesse vinto la finale di Coppa dei Campioni contro il Barcellona (e poteva farcela, e lo meritava) persino la leggenda del Nottingham Forest sarebbe impallidita. Quando pensi alla classe pensi a lui; quando pensi alla correttezza pensi a lui; quando pensi alla capacità di esserti amico pensi a lui; quando pensi al dono di mantenere la parola data pensi a lui; quando pensi all’imprenditorialità del calcio applicata attraverso criteri (umani) unici pensi a lui; quando pensi alla durezza coniugata con lo stile pensi a lui (solo i grandi uomini sanno coltivare il piacere sottile e intenso di non voler piacere a tutti). Mantovani non è stato un presidente-padrone: è stato un presidente-padre. Chiedere per informazione a tutti i giocatori-figli che ha voluto, cresciuto e fatto diventare uomini. Era persino riuscito - caso rarissimo nel calcio italiano - ad educare i suoi ultras (che pure rispettava al punto da abbassare il prezzo dei biglietti se la squadra giocava male) Io da lui ho ricevuto prove di affetto irripetibili. Affetto che ho sempre ricambiato. Mi commosse, sette anni , il fatto che i suoi figli (che per me continuano ad essere quattro a dispetto della recente crudeltà del destino) chiesero a me di condurre la giornata che gli venne dedicata a Palazzo Ducale per il ventennale della sua scomparsa. I giocatori del Grande Miracolo vennero da tutte le parti (Vialli da Londra, Mancini da Istanbul…): mancava solo Boskov che ormai viveva nel mondo ovattato di un tramonto che non meritava. Potrei citare cento episodi della nostra amicizia. Ne cito uno solo: il giorno in cui la Sampdoria fece il passo decisivo per la conquista del campionato vincendo a San Siro contro l’Inter venne apposta a Milano per me che allora conducevo Pressing. Apposta! Partendo la sera da Genova. Nel senso che non era neanche stato alla partita. In diretta gli consegnai una maglia della Samp e uno scudetto, sfidando la scaramanzia: lui ce lo appiccicò sopra senza esitazioni. E sarebbe stato l’unico. E sarebbe stato l’ultimo: sia della Sampdoria che del calcio italiano a dimensione umana. Mantovani affermò il diritto di vincere anche dell’Altra Metà del Cielo. Mantovani è stato l’Uomo dei Sogni Realizzabili. E realizzati! Il giorno del suo funerale c’erano 40.000 persone. Per suo desiderio lo accompagnò un’orchestra jazz che lui aveva conosciuto ed amato a New Orleans, la “Heritage Hall Marching Band” che suonò “What a friend we have in Jesus”(“… Is there trouble anywhere?\We should never be discouraged”: C’è un problema da qualche parte? Non scoraggiamoci mai!) Io, nel mondo del calcio, un presidente così non l’avevo mai conosciuto. Né lo conoscerò mai più.
  19. 10 points
    La Penna devi ritornare a fare l'autista dei pullman, che ad arbitrare sei incapace come un pinguino nei cento metri ostacoli
  20. 10 points
    Una di quelle partite che mi riporta alla realtà, nel senso di rendere velleitaria ogni pretesa di aver raggiunto maturità e compostezza nel seguire il calcio. E quindi, in buon ordine, non mi sono negato nulla: - bestemmie seriali a voce alta in contesto condominiale; - lite con la moglie (in questo caso) incolpevole; - messaggio senza costrutto sul presente spettabile Foro; - lite via whatsapp con bibino scemo di turno; - notte agitatissima; - risveglio con occhi sbarrati e colazione da condannato a morte; - lite sul bus con conoscente scemo; - episodi di maleducazione spicciola durante il caffè al bar. Ora alterno momenti in cui cerco di concentrarmi sul lavoro ad altri in cui vorrei essere già allo stadio domenica, intervallati da lucidi attimi in cui desidero in modo violentissimo che il campionato fosse già finito.
  21. 10 points
    Bonazzoli e Thorsby sugli scudi Sofferta e bellissima Ho perso una gamba e gli occhiali attaccato alla vetrata Ma che bello Da Spal è tutto Cerco un centro massaggi per festeggiare
  22. 10 points
    Il Bologna visto lo scorso anno a Marassi a dicembre era di gran lunga la peggior squadra della serie A...e si è salvato. Ranieri non è padre Pio ma è bravo, lasciamo decantare le tossine primaverili-estive, mortifere, speriamo in qualche aggiustamento di gennaio. Non è semplice ma si può fare. Buon senso...buon senso...merce preziosa dopo mesi di isteria.
  23. 10 points
    comunque Edoardo Garrone si dice fiducioso sulla chiusura positiva della trattativa vuol dire che ce l'abbiamo nel culo ad occhio e croce
  24. 10 points
    la Sampdoria è parte preponderante della mia vita. Questa situazione è però stucchevole. Nel pomeriggio ero ad una festa di laurea. Genitori tutti più giovani di me e ragazzi attorno ai 24/25 anni. Del calcio nessuno era interessato. Ultimamente forse anche in relazione alla canutaggine le cose importanti della mia vita sono altre e non sono spesso cose che mi riguardano direttamente. In questi giorni c'è in ospedale per una importante disfunzione cardiaca il figlio di un mio amico marocchino e mussulmano, il bimbo ha soli 5 mesi e sapete che vi dico? Se potessi baratterei la guarigione immediata del bimbo e me ne andrei in b
  25. 10 points
    a me hanno sfrangiato il cazzo tutti quanti : presidenti, ex presidenti , possibili acquirenti, ex calciatori , tifosi, capi tifosi, super tifosi, custodi di sto cazzo che mi ricordano tanto i bibini, poeti tristi, giornalisti e sedicenti tali AVETE ROTTO IL CAZZO se dovete ancora trattare, fatelo in silenzio, senza giocare sulla pelle della Sampdoria per gli stracazzi vostri per tirare sul prezzo, per vendere una copia in più, per popolarità da facebook o da gradinata, per un posto nel futuro assetto societario AVETE ROTTO IL CAZZO post scriptum: per quanto concerne l'attuale società, vedete di completare l'organico senza tante musse, che mi pare che la telenovela già abbia fatto partire la stagione sotto i peggiori auspici
  26. 10 points
    “Pet sematary” è uno dei più inquietanti romanzi di quel geniaccio di Stephen King, cerco di raccontarne in breve la trama, il protagonista, Louis, è un medico di Chicago che, divenuto dirigente sanitario nello stato del Maine, vi si trasferisce con l’intera famiglia, moglie, figlia, figlioletto ed amato gattone di casa di nome Churchill. Nei pressi della sua casetta scorre una pericolosa superstrada percorsa diuturnamente da enormi trucks e, in una radura di un boschetto non lontano dalla casa della famigliola, si trova un piccolo cimitero per animali. Mentre moglie e figli sono assenti in visita a parenti, l’amato Church viene travolto da un camion, Louis non si dà pace al pensiero del dolore che avrebbe colto i suoi bimbi nel momento in cui fossero venuti a sapere della morte del gattone, Mentre sta per seppellirlo nel cimitero per animali nei pressi di casa, il vecchio vicino, riconoscente a Louis, che aveva salvato la vita a sua moglie colpita da infarto, decide di rivelargli un importante segreto. Oltre il bosco lungo un impervio sentiero si trova un terreno sacro degli antichi Nativi, un luogo nel quale si concentrano oscuri poteri, le creature che vi vengono seppellite tornano in vita. I due vi si recano dopo inenarrabili sforzi e seppelliscono Church. Il giorno dopo ecco comparire dalla boscaglia il gattone di casa, non è un sosia, è proprio lui! In realtà la morte lascia un profondo segno, chiede un avido riscatto a chi l’ha contraddetta, la creatura è sì identica, ma al tempo stesso profondamente differente, una difformità caratteriale inquietante e maligna. Vi risparmio il proseguimento della storia e la fine. Pensavo. Se Gianluca, come sembra, dovesse tornare, io credo verremo colti da una gioia feroce, almeno chi in lacrime dovette accettare la sua partenza. Sarà come aver vinto un derby con l’arrogante destino che ce lo strappò. Sarà una storia bella e consolante, molto Sampdoriana, avevamo atteso il suo ritorno negli anni immediatamente successivi, poi avevamo dolorosamente accettato che non sarebbe stato più possibile rivederlo qui, mentre Gianluca, l’uomo del “Per chi hai firmato?” “Per Noi!” lentamente prendeva le distanze dal mondo Blucerchiato. A dicembre nella gelida serata di Sampdoria-Bologna, abbiamo intonato finalmente (io pure) l’antico canto per lui, per l’amico risanato, perché nessuno l’aveva dimenticato e si era mai rassegnato neppure dopo 26 anni. E adesso è certo, certissimo, anzi probabile, che stia per tornare. Avrà una lunga “luna di miele” con la tifoseria, potrà fare e disfare quello che vuole senza sentire un alito di contestazione, ma… ho il timore che qualcuno si aspetti il ritorno del ricciolone, del fortissimo centravanti, di quel simpatico “figliodibuonadonna” che, nonostante l’eterna fidanzata Giovanna, compiva le sue scorrerie in Riviera, senza rendersi conto che quello è un ologramma, una memoria affettiva. Il Vialli, credo spinto da una favilla di quell’amore bello e lontano , forse necessariamente riscavato nel corso della difficile battaglia per la sua salute, che tornerà sarà Gianluca Vialli, ma avrà compiti diversi dallo sfondare la rete, dovrà fare quadrare i bilanci, raggiungere giusti guadagni per i soci d’impresa, oltre cercare di realizzare risultati sportivi pari e superiori a quelli del predecessore, il che è augurabile, ma non certo e scontato. Sarà lui, ma non sarà identico a quello che ricordiamo e non potrà far tornare la Sampdoria di Paolo Mantovani (inscritta in una bolla economica possibile solo a quell’epoca), alcuni si attendono da Vialli l’impossibile, stessa cosa accadde ad Enrico che successe al padre, dopo una lunga “luna di miele” vennero i “giorni dei gatti morti” (non a caso ho citato prima Pet sematary) ed altrettanto pavento per Luca nel suo possibile , difficilissimo, impegno presidenziale.
  27. 9 points
    A me hanno rotto il cazzo…. Primocanile (ed i suoi giornalisti) vero nemico della Sampdoria , in un momento decisivo per la salvezza se ne escono con ste minchiate …...son delle merde bibine altroché .
  28. 9 points
    Piccola considerazione della notte...il calcio è strano...Paolo Mantovani costruì una Sampdoria stellare in grado di competere con i più forti clubs europei eppure nei derbies non riuscì a realizzare quella supremazia schiacciante che pure i risultati della classifica segnalavano...gli dobbiamo la prevalenza Blucerchiata di sostenitori in città...ma l'anno dello scudetto quella Sampdoria fortissima riuscì a perdere un derby contro quella che era probabilmente la loro migliore compagine da un secolo, ma che non poteva dirsi ugualmente competitiva come la nostra. Li avrebbe dovuti annichilire ...eppure non accadde. Duccio Garrone , a dispetto delle fole che raccontano, fu presidente munifico e fu imparagonabile la solidità della società Sampdoria che aveva robuste radici nelle decine di milioni di utili della ERG con quella dei dirimpettai . Eppure il circense e contestato loro bresidente fu capace di inanellare la più incredibile serie di derbies vinti con un tesoretto di risultati positivi quasi equivalente a quello pregresso della loro società a partire dal '46. Ci sarà un lontano giorno, noi non ci saremo (certamente io non ci sarò), in cui la memoria del satrapo romano sarà stata espunta dalla nostra "storia di infinita gloria" , forse avremo costruito per lui una colonna infame come per l' "uomo scelleratissimo" Giulio Cesare Vachero, ma nell'anno lontano del molto onorevole Presidente della Sampdolia compagno nobile mandarino Ciù 5G En Lai (forse parente della Franca delle cocorite), alcuni sciagurati sovranisti blucerchiati (oggi bimbi) vergheranno col minio sui muri di Bogliasco... dopo una lunga serie di derbies deludenti, a favore di quello che nei segreti discorsi familiari verrà chiamato "La spada di S.Giorgo", "Il matamoro dei dei grifoni" ,"L' ommu du saccu dei bibbi"" , la cui sola evocazione terrorizzava ogni piccolo blurosso... ....l'incredibile scritta: "ARIVOLEMO ER PUZZONE NOSTRO!" delego a mio nipote (che per fortuna non è ancora arrivato) il compito di provare a spiegare, raccontare, capire... io non ci capisco niente e stanotte festeggio come "un" scemo,,,
  29. 9 points
    Ranieri sta cercando di salvare una nave salpata malissimo, tra incertezza societaria e campagna acquisti improvvisata. Dopo un paio di mesi ci ha tolto dall'ultima posizione e ci ha reso presentabili, ma la strada è lunga e faticosa. Partite come quelle di ieri potevano essere pareggiate tranquillamente ma non siamo secondo me stati affamati e cattivi come altre volte (vedi i contrasti) Poi mettici anche che hai due terzini destri fuori e che obiettivamente tra tiro di Colley e rigore ti ha girato male. In ogni caso questi siamo e se non fossimo così saremo tranquilli a sorseggiare gin tonic a metà classifica. Quindi ricordarsi in fretta che siamo in fondo alla classifica e che abbiamo quattro partite durissime. Non mi è piaciuto il tifo, fin dall'inizio (a parte un paio di cori) Molli e insensatamente polemici (ricordo mugugni su una spazzata di Colley). Anche noi meno presumin, e più pane e salame. Siamo ancora nella merda, quindi poche musse. Alè Doria
  30. 9 points
    Tutte le volte che il personaggio della Hunt in "Qualcosa è cambiato" , nel film interpreta la parte della madre di un ragazzino affetto da una grave patologia, dopo aver finalmente incontrato un medico vecchio stile , competente e disponibile, lo apostrofa con una forte ma trattenuta emozione: "Doc...", resa nel doppiaggio italiano: "...Un... dottore!" ( come dire abbiamo finalmente incontrato un vero medico)...mi commuovo. Beh! è la mia stessa sensazione tutte le volte che ascolto Ranieri: "Un... Allenatore!" finalmente! bravo, competente ed umile.. .. Penso ad un "geniaccio" del Calcio come Bernardini capace di vincere due scudetti , prima a Firenze (!) e poi a Bologna(!), ma in grado di adattarsi alla realtà Sampdoriana e fare il "compitino" (se il caso e , comunque, sempre giocando "bene") e racimolare punti e condurre a salvezze mirabolanti. Ranieri, mi pare, sia su quella stessa strada. e' stato in grado, in un momento terribile, di mettersi in sintonia con i giocatori, con la dirigenza (e vorrei vedere se i dirigenti fossero stati distonici con chi stava tirando fuori la squadra dalla bratta), ma anche con i tifosi (senza inutile enfasi, ma con molta tranquillità e sincerità, personalmente ho trovato apprezzabilissima e sintonica al ricordo della Gradinata, la dedica della vittoria a Cristin). Addirittura...come ha scritto qualcuno in un post precedente, Ranieri pare un nostro ex, un Sampdoriano da sempre, pacato, elegante, sobrio ma emotivo..........incredibile! Insomma: "Ranieri,...un ...Allenatore!"
  31. 9 points
    Oggi mancava solo Ermanno e il fango,Salvi e tutti gli altri erano in campo Partita da bei tempi, i tempi che ci han fatto innamorare del blubiancorossonero
  32. 9 points
    Io sono d'accordo che si tratti di una partita importante, ma non è una partita decisiva, non è il dentro o fuori. E' una partita da vincere, possibilmente, ma che va affrontata con calma e lucidità non come fosse l'ultimo anelito di vita....
  33. 9 points
    Pensa al milan e al suo bel fondo... notizia degli ultimi giorni che hanno un rosso da film di Dario Argento, hanno speso una fraccata e per ora fanno pure cagare e stiamo parlando di una società della città piu ricca d’Italia con un passato che la fa essere nel podio delle squadre piu titolate di sempre in europa. Noi stiamo a rimpiangere il discreto trend agonistico? Non abbiamo fatto un gran mercato, ma sulla carta abbiamo davvero sta squadra di raccattati? E’ già tutto in vacca, siamo già retrocessi e ferrero merda?
  34. 9 points
    Io sono fermamente convinto che lo "stile Sampdoria" sia esistito e ,sotto sotto, continui ad esistere anche oggi. Molti si fanno ingannare dall'epoca Paolo Mantovani per definire questo stile, epoca in cui i risultati hanno drogato tutto, epoca nella quale allo "stile Sampdoria" si è aggiunto lo stile Mantovani, epoca in cui per i tifosi è stato più facile far risaltare quelle caratteristiche più positive già presenti come ad esempio la leggerezza e la goliardia. Ma il nostro modo di vivere il calcio, diverso e più elegante , rispetto al resto dell'ambiente calcistico italiano, forse più vicino ad altre realtà o addirittura ad altri sport , già c'era , come altri più sopra hanno giustamente ricordato. Finita quell'epoca d'oro, ci siamo trovati in dote, oltre alle tante cose positive, anche le insofferenze di quelli che avevano vissuto solo quel periodo e davano e danno per scontate cose che scontate non sono, facendo emergere più chiaramente il rovescio della medaglia. Puoi avere nella tua storia comportamentale un certo stile ma se di tuo ti ci sei solo adeguato perchè tutto splendeva , quando questo viene meno ,esce fuori il tuo vero essere, Che magari è un pò meno stiloso. Ma noi più vecchi e quelli giovani cresciuti da questi vecchi e che in questi si sono riconosciuti (perchè certe attitudini o ce l'hai di tuo e le coltivi oppure è molto difficile comprarle al mercato) quello stile ce l'hanno e lo hanno mantenuto. E' uno stile fatto di misura, di consapevolezza delle proprie possibilità. Che non contempla pensare la propria squadra del cuore come una proprietà ma solo uno strumento per divertirsi, stare con gli amici, prendere per il culo gli altri quando si può e subire col sorriso sulle labbra quando tocca a noi.Che ti fa mettere il tifo per la squadra , il tifo pro non contro, davanti a tutto, a ricordare con orgoglio le vittorie ma senza toni epici e le sconfitte senza auto-assoluzioni o rimandi a complotti pluto-giudaico-massonici (beh sulla retrocessione del 1999 forse qualcosa da dire ci sarebbe 🙂 ) Uno stile, e questo non lo si può negare, che ha sempre contraddistinto i nostri dirigenti ed allenatori, tutti (quasi) sempre persone dai modi urbani, che raramente alzano la voce e si mettono in mostra inutilmente. Abituati a fare i fatti e dire poche parole. E poi i nostri meravigliosi colori , la nostra bellissima maglia, la nostra giovinezza e spensieratezza come squadra ci hanno sempre dato una grossa mano ad essere visti con simpatia nel mondo pallonaro e quindi ad esportare questo stile generando un sistema che si autoalimenta. Se ci pensate , normalmente chi vince attira molte antipatie , noi anche al massimo della nostra gloria non stavamo sul cazzo praticamente a nessuno , a parte quelli là, ma lì è un'altra storia 😀 Ora un pò di cose sono cambiate, in larga parte ,sono d'accordo con Erreci, in virtù dei risultati. Se sei abituato a fischiettare anche se non vinci mai semplicemente perchè non hai mai vinto , quando poi vinci fischi e canti alla grande e trovi anche molti fischietti nuovi, ma se torni a non vincere per molti continuare a fischiettare diventa più ostico ed i fischietti nuovi si rompono, Onestamente l'attuale Presidente , pur muovendosi nel solco della leggerezza e del gioco che ci ha sempre contraddistinti ha esagerato con atteggiamenti forse troppo al di sopra delle righe,col rischio di farci scivolare dallo stato di simpatici a quello di macchiette (ma su questo ndr "e sti cazzi") adirando ulteriormente i fischietti meno convinti , cosa verificatasi ,con diverse motivazioni , nella fattispecie risultati sportivi (ecco ...alla faccia dello stile) anche per precedenti Presidenti meno folcloristici del nostro Massimo, peraltro, e con maggiore virulenza per chi portava quel certo cognome. E' vero rivendicare ,mantenere il nostro stile ,la nostra supposta (per molti non per me) diversità, a tutti i livelli, è diventato più difficile, ed ecco che si sono aperte crepe,qualcuno addirittura ha sbracato (leggasi T.O. mia personale opinione) facendo dire che lo stile Sampdoria è andato a farsi fottere o in sub-ordine mai sia esistito. Credo invece esista e che il fuocherello è sempre lì sotto la cenere, tenue e nascosto ma c'è. Io confido che noi qui sopra, pochi e poco cagati dai più, impegnati come sono nella crociata anti-Ferrero,quasi fosse lui e solo lui a minacciare il nostro stile e la nostra credibilità, riusciremo a tenerlo acceso sino a quando riprenderà vigore. E poi che serà , serà.
  35. 9 points
    Oggi per me è un giorno speciale. Oltre ad essere il mio primo giorno di ferie, oggi festeggio una data particolare: il 31 agosto di due anni fa' è cambiata ulteriormente la mia vita. Avevo voglia di condividere con qualcuno questo felice anniversario e qui è il posto più idoneo. Sono stata in silenzio e sulle mie per un bel periodo, ma ho proprio voglia di brindare!🥂🍾 Oggi quasi mi andrebbe di ringraziare chi mi ha fatto tornare con i piedi per terra, quelli che servono nella vita di tutti i giorni, e non la domenica. Sì, perché dopo anni spesi a dare testa, cuore, tempo, fatiche (quante fatiche), il contesto Sampdoria (e non la Sampdoria in sé) era diventato un po' come la nicotina (annebbiato, assuefatto). Dei “fumatori incalliti” mi hanno obbligato a smettere. Riuscite a capire del perché io sia così felice oggi? Perché io ho smesso e non ho più bisogno di trovare un tabacchino aperto (si capisce la metafora?😝). Sono nata sampdoriana da una famiglia di sampdoriani e la Sampdoria è nella mia pelle. Io sono felice. Sono finalmente felice di potermi vivere la Sampdoria senza regole. Sì, senza regole, proprio come piace a me. Conoscete per caso un unico, inequivocabile modo di seguire la Sampdoria? Contano le bandiere sventolate, le trasferte fatte? C'è solo un metodo giusto per essere sampdoriani? Forse sì. Il solo unico modo giusto è quello di vedere la Sampdoria come una cosa delicata, dolce, leggera. In questo momento mi è venuto in mente un gelato... vabbè, solita golosità.😂 E allora oggi festeggio con voi questa rinascita della mia “naturale” sampdorianità. Della sampdorianità genuina, senza etichetta. La Sampdoria e basta.
  36. 9 points
    Ho come l'impressione che si sia valutato più conveniente a livello economico un cambio di allenatore che l'acquisto di 2/3 giocatori In ogni caso questi siamo e non siamo nè pochi nè da buttare Adesso serve solo il campo , il mercato è finito e rimarranno le voci della cessione a rompere i coglioni ogni giorno Mr e giocatori devono pensare al loro, a quello per cui sono pagati: allenare , trovare soluzioni tattiche e giocare. Se il Mr ha visto disattese le aspettative e le promesse fatte, se mancano le condizioni per cui ha accettato la panchina, può sempre dimettersi e salvare la faccia (perdendo soldi). Altrimenti , come fanno altri mille colleghi, apre il frigo , vede quello trova e prepara il pranzo ogni domenica cambiando ricetta Si prega di parlare il meno possibile e di muovere tutti il culo Alè Doria
  37. 8 points
    In effetti ricordo che Skriniar sembrava ubriaco, cmq solo quelli drlla Sampdoria e Dybala ammalati, il resto tutti sani ..... Se per riprendere occorre fare 2 tamponi ogni 4 giorni a tutta la rosa più quelli a loro vicini (staff tecnico, medico, magazzinieri ecc) mentre esistono difficoltà per sottoporre la cittadinanza ai test se ne possono andare a fare in culo Gravina Lototo, i cinesi nerazzurri, i leccesi e Stokazzo Kemigira
  38. 8 points
    Bah. Ma in un paese in cui la gente non va a trovare parenti malati perché siamo in emergenza, c'era proprio bisogno di fare 600 km in gruppo per dirgliene 4 a Ferrero? Indipendentemente da come la si pensi sulla vicenda
  39. 8 points
    Vabè, prima che arrivino i pessimisti, gli allenatori e quella che la sanno sempre, vorrei dire al volo la mia: la prestazione c'è stata. Apriti cielo: come "la prestazione c'è stata"? Perdi in casa 5 a 1 e c'è stata la prestazione? Sì, a mio parere sì. Prendi gol dopo 8 minuti per un autogol ridicolo (colpa di Beres - errore del singolo). Prendi due gol su rigore (il primo sfiga - e poi Audero la prende, ma gli picchia male ed entra - il secondo gà detto). Però se guardi il primo tempo hai giocato, sei rimasto in partita, sembrava finita e poi sei ritornato in parità numerica perché ci davi. Tre occasioni nitide di Colley (e forse è un problema: non era sui suoi piedi che dovevano finire), una di Quagliarella (sull'azione che ha seguito il fallo che poi ha portato all'espulsione del viola - espulsione vergognosa di compensazione - Irrati indegno), un miracolo del portiere su colpo di testa di Tonelli e altre che scordo. Vai al riposo sotto di tre, ma sei in partita. Nel secondo tempo rientri in partita: la Fiorentina incredibilmente si schiaccia nella sua area. Ci dai, ma prendi il quarto al secondo contropiede e lì crolli. Qui permettetemi una parentesi seria, che evito sempre per carità di patria: quei PAGLIACCI che guidano la Gradinata Sud (settore a tutti gli effetti dannoso per la Sampdoria), dopo aver fatto ridere per buona parte della partita (non accetto obiezioni da gente che vede la partita all'interno del suddetto settore, al massimo da distintiani o tribunisti), e dopo aver assistito a un piccolo crollo dei nostri post-quarto gol, al 23° minuto del secondo ci partono con un geniale TIRATE FUORI I COGLIONI, seguito da - ideale per incitare Depaoli, appena entrato e che in quel frangente sfiora il gol (come in molte altre occasioni lo abbiamo sfiorato nel secondo tempo: due Gabbiadini, una Quagliarella, ecc.) - un altro simpatico coro, FERRERO UOMO DI MERDA, che intenderebbe offendere l'attuale Presidente della squadra per cui asseriscono di fare il tifo, ma definisce solamente chi quel coro lo pronuncia. Amen. Gradirei non essere moderato. Grazie. Ciao
  40. 8 points
    volevo sollevare un altro argomento che altrove è stato giustamente visto come presa per il culo nei loro confronti. Negli ultimi anni, visto il peggioramento della Sud a livello canoro, spesso e malvolentieri abbiamo sentito i dirimpettai, come loro dovrebbero aver fatto a loro volta. Questa volta pero nonostante qualche tratto sottotono della Sud, ho sentito solo un loro "forza vecchio" mentre noi passavamo da un coro all'altro e mi sono chiesto il perché. Quando i giocatori stavano uscendo dal tunnel, ho visto la loro parte di stadio infoiata, infoiatissima, parte Freed From Desire e loro tutti a battere le mani su quel ritmo elettronico: assurdo come mi è rimasto impresso quel momento. Taa da da da (🙌🙏) taa da da da (🙌🙏). Mi sono fermato a guardarne uno in particolare, aveva la giacca blu lunga e non aveva i guanti (se non color pelle) e anche lui era li: taa da da da (🙌🙏). Non ho capito bene il loro coro, tra gli altoparlanti alti, i fischi che arrivavano dalla Sud e il nostro "canterò forza Sampdoria" era praticamente impossibile. Questo coro è durato qualche minuto, calando poco prima che finisse la canzone sparata dagli altoparlanti. In quell'instante, complice il rapido sgonfiamento di "canterò forza Sampdoria", si è sentito arrivare da qualche parte della Sud "e genoa genoammerda lalalalala", amplificato dalla canzone originale ancora trasmessa e dai loro battiti di mani residui (si scopriranno poi essere proprio gli ultimi in 90 minuti). Nonostante non sia un mostro di creatività e nemmeno di metrica, qualcosa lo ha fatto funzionare immediatamente, una scintilla, la Sud era letteralmente un muro di gente che saltava, e cantava allegra e felice di prendere per il culo. Non c'era rabbia, non c'era livore, ma sorrisi, scanzonamento. L'avergli rigirato una cosa con la quale credevano di incuterci timore con la loro compattezza, ha restituito una Sud spontanea e istintiva, viva, assolutamente non turbata dalla situazione. Da domenica mi porto dentro la sensazione di averli ammazzati li. Increduli da come siamo riusciti a disinteressarci di tutto. Per qualche minuto siamo stati come mi piacerebbe che fossimo sempre: uniti ed allegri, invincibili.
  41. 8 points
    E' uscita la motivazione: "La Commissione, pur apprezzando molto la valenza tecnica del gesto di Biraschi del derby del 14.4.2019, uno spettacolare fallo di mano compiuto in un momento topico della partita e risultato verosimilmente decisivo, rileva a suo discapito l'obiettiva necessità dell'infrazione e comunque il fatto che il bel gesto rischiasse persino di non essere sanzionato. L'errore di Ghiglione nel derby del 14.12.2019, invece, colpisce per la sua spontanea gratuità, ma soprattutto per l'efficacia, avendo lanciato a rete un avversario nelle fasi finali di un match (stranamente) ancora in equlibrio. E al riguardo la Commissione non può che richiamarsi ai precedenti noti, e così in particolare all'assist di Ntcham (Premio Bovo 2017) nel derby del marzo 2017, che giustificano pertanto l'attribuazione a GHIGLIONE PAOLO del Premio per l'anno 2019. A Biraschi vanno comunque i nostri complimenti, nella certezza di un pronto riscatto per l'edizione 2020".
  42. 8 points
    Vibranti proteste del condominio per mia esternazione a carattere religioso
  43. 8 points
    Se metto insieme calendario, casino in società, presunto poco feeling della squadra con Di Francesco e tutti i cazzi e i mazzi mi viene da pensare che quello di ieri sia davvero un mattoncino fondamentale per un nuovo inizio Ranieri sa benissimo che a Bologna e a Ferrara per prima cosa non le devi prendere e che se c'è da rischiare qualcosa in più lo farà col Lecce (ma secondo me nemmeno tanto) Dà fastidio a tutti vederci in fondo alla classifica, ma Ranieri sa bene che è importante non esserci a Maggio. Farà quindi i passetti giusti per non perdere il contatto con il gruppone e dare fiducia al gruppo senza assecondare pruriti della piazza. Contando che ha anche il tempo per preparare una lista di richieste fattibili a Gennaio. Dopo 16 gol in 7 partite ieri abbiamo tenuto Non può essere un caso. Abbiamo tre partite molto importanti e alla nostra portata, con squadre che hanno rose del nostro livello come monte ingaggi. Vediamo se quelli in campo riescono a metterci i coglioni giusti per dare una mano al Mr.
  44. 8 points
    Faccio presente che la musica ad alto volume è assolutamente necessaria per coprire i seppur deboli cori dei nemici del Presidente, quindi bisogna che gli anziani se ne facciano una ragione. Breve aneddoto sulla serata: ad un certo punto, il moderatore @labbrodinovisad ha spostato una piatto di portata in un canto del tavolo vicino al mio posto, riducendo in modo esiziale il mio spazio vitale di commensale; al ché, l'ho invitato repente a spostare il suddetto piatto in altro luogo del tavolo. Rifiutatosi il Labbro con gesto di stizza, tutta la tavolata si è alzata per apostrofarlo all'unisono: TU CE L'HAI MESSO!!!! E ADESSO TU CE LO TOGLI!!!!!!! A quel punto, ovviamente, come è normale che sia, il moderatore @labbrodinovisad si è visto costretto, visto che ce lo aveva messo lui, a toglierlo. Ehhhhhhhh caro Labbro, se ce l'hai messo, ce lo devi togliere..........
  45. 8 points
    A me invece non me ne frega un cazzo che sia giusto che Ferrero sia presente o non la dia vinta Ce n'è per tutti, per lui e per chi lo contesta Se la sua presenza però può danneggiare , complice un clima ancora più teso, la Sampdoria. per me può stare a casa E belin qui rischiamo la b, pochi discorsi Ai signori in campo , invece, dal momento che a Verona ho visto una delle squadre più insulse e senza nerbo degli ultimi anni (e di squadre gramme ne abbiamo viste) dico che indipendentemente da Mr in panchina, proprietà e sponsor sarebbe gradito non arrivare sempre secondi sui contrasti e provare a giocare a pallone Va bene gli schemi e tutto, ma giocano a pallone tutto il giorno da anni e una minima idea di come arrivare a tirare in porta e non prendere gol dovrebbero anche averla E cazzo, qui siamo sempre a giustificare tutti ma se vogliamo banalizzare quello che di per sé non è la scissione dell'atomo c'è bisogno di correre, garra, contrastare e non pensare alla fica o al belino (par condicio, no sessismo no omofobia) Insomma come si diceva AVETE ROTTO TUTTI IL CAZZO ALE' DORIA
  46. 8 points
    È il primo di ottobre e mi hanno tutti abbastanza liofilizzato i coglioni: attuale presidente fantasma, attuali dirigenti fantasma, attuale allenatore confuso, attuali giocatori lobotomizzati, presunti compratori sì/no/forse/aspetta ancora un pitinin di tempo, avvoltoi sul trespolo che attendono lo sconto, ex presidente che svolazza negli States a fare firme per facilitare l'acquisto di un qualcosa che manco si è capito se abbia mai venduto, ex presidente twittatore seriale, manutentori dei cessi della Sud. Buonanotte e coraggio: almeno noi trattiamo la nostra Sampdoria da irrimediabilmente innamorati
  47. 8 points
    Se devo prendere per vero ciò che si legge sulla stampa e ciò che è stato detto nelle poche dichiarazioni ufficiali, quello che più mi lascia esterefatto è come ,i potenziali acquirenti, possano essere attesi con tanta bramosia. Non fosse perchè c'è davanti a tutto il nome di Vialli, ci sarebbe da cagarsi addosso al pensiero che ci comprimo questi, altro che musse.
  48. 8 points
    Poche righe per spiegare l'embolo che mi è partito la scorsa settimana a proposito del nostro (ahimè) presidente. Essendo andato a Reggio (a cantare anche sotto di 4 pere) non ho avuto modo di vedere subito l'episodio e di poter sfogare con una robusta e sana bestemmiona in stile Cillo il fastidio che penso molti abbiano provato. La reazione sul forum per me è stata a caldo perché avevo ricevuto le immagini di sky da un amico pochi minuti prima. Detto questo il forum ha delle regole e visto l'atteggiamento di molti pseudo tifosi in questo periodo ho compreso la decisione di Gianla. Essendo uno sfogo isolato in anni e anni di frequentazione virtuale del forum e di frequentazione reale con molti di voi mi sono sembrati invece un po' fuori luogo accostamenti a utenti facebook o lezioni su cosa la storia abbia o non abbia insegnato. Cmq a partire da domani speriamo che tutti tornino a pensare al campo che qui serve andare a caccia di punti su ogni campo. Forza Sampdoria
  49. 8 points
    Galway e’ ingrassato ...😂
  50. 8 points
    bella campagna davvero, ma la foto del ragazzo di colore sta scatenando haters, idioti e ignoranti ... non c'è un cazzo da fare: l'odio dei frustrati e degli ignoranti è stato ufficialmente autorizzato e sta dilagando nel Paese
×
×
  • Create New...